Plasa 08: Light news

Con questo secondo appuntamento passiamo in rassegna alcune novità, tra le più interessanti, dal mondo della luce.

Sicuramente è doveroso partire da Clay Paky che è stata protagonista in quanto vincitrice di uno dei premi dell’Innovation Award.
Il premio è stato assegnato al nuovo “piccolo” motorizzato di casa Clay Paky, l’Alpha Beam 300.
Questo è quello che recitava la nostra rassegna stampa di qualche settimana fa:
Innovativo e completo, compatto, service friendly, facile da installare e da usare, ALPHA BEAM 300 è il Beam Moving Light ideale per un uso professionale “live” specialmente “long-throw” per penetrare con effetti Air Craft Landing mai visti finora la luminosità di sfondo degli stage wash o dei sistemi led.


Da sinistra il presidente Clay Paky Pasquale Quadri con il suo nuovo Alpha Beam 300.

Alpha Beam 300 è luminosissimo ed “eco-friendly” grazie al nuovo speciale gruppo ottico Clay Paky, che produce una luminosità pari al triplo di quella di un comune proiettore wash da 1200W (preso come riferimento il centro del fascio ndr), con il consumo energetico di una lampada da 300 W. Ciò ne consente l’utilizzo in sostituzione di proiettori di taglia notevolmente superiore, con un enorme risparmio di energia.
L’apertura e la grafica del “tubo di luce” possono essere decise a piacere con l’uso degli 8 gobo fissi disponibili, mentre un frost lineare consente di passare da un fascio nitido a uno più o meno soft. Un color mixing CMY e una ruota colori (8+1) consentono di colorare il fascio di luce a volontà. Dimmer su canale dedicato, stop/strobo, pan/tilt ad alta velocità, completano la configurazione di Alpha Beam 300.

Quello che possiamo aggiungere è che il faro in questione ha veramente stupito tutti noi, e lo diciamo in maniera assolutamente oggettiva, per la sua quantità di luce che può essere paragonabile a un qualsiasi altro faro con lampada molto più potente.

This text will be replaced

var so = new SWFObject(‘flvplayer.swf’,’mpl’,’320′,’240′,’7′);
so.addParam(‘allowfullscreen’,’true’);
so.addVariable(‘displayheight’,’240′);
so.addVariable(‘file’,’http://av.ziogiorgio.com/it/martin_luce_plasa08.flv’);
so.addVariable(‘image’,’http://av.ziogiorgio.com/it/0martin_luce_plasa08.jpg’);
so.addVariable(‘usefullscreen’,’false’);
so.addVariable(‘overstretch’,’true’);
so.write(‘player1’);

Molte, al solito, le novità in casa Martin Professional.
Tra le novità segnaliamo le teste mobili da 1500 W: MAC III, il primo prodotto di terza generazione, e MAC 2000 Wash XB, una versione extra luminosa dell’ormai standard MAC 2000 Wash.

A far bella mostra di sé presso lo stand anche molti altri prodotti tra cui EvenLED, un sistema a LED modulare per proiezioni estremamente uniformi, i nuovi nati delle famiglie Jem e Magnum, Jem K1 Hazer e Magnum 2500 Hz, ed altre a novità relative ai controlli.
Nel video a corredo inoltre una presentazione fatta ad hoc per lo Zio della nuova consolle luci di Martin Maxxyzcompact.

This text will be replaced

var so = new SWFObject(‘flvplayer.swf’,’mpl’,’320′,’240′,’7′);
so.addParam(‘allowfullscreen’,’true’);
so.addVariable(‘displayheight’,’240′);
so.addVariable(‘file’,’http://av.ziogiorgio.com/it/DTS_plasa08.flv’);
so.addVariable(‘image’,’http://av.ziogiorgio.com/it/0dts_plasa08.jpg’);
so.addVariable(‘usefullscreen’,’false’);
so.addVariable(‘overstretch’,’true’);
so.write(‘player2’);

Allo stand DTS siamo stati accolti dallo staff che ci ha fatto fare un giro illustrativo mostrandoci le caratteristiche dei nuovi prodotti.
La parola alle immagini del video a corredo nel quale sono descritti per voce del product specialist di DTS tutte le novità.

Al sempre ricco stand di Valentini abbiamo registrato alcune interessanti nuove entrate per quanto riguarda la linea Syntax.
Il cavo 7XDDS07SX, ad esempio, è un cavo per segnali digitali formato da due coppie twistate protette da una doppia schermatura con spirale di rame stagnato e foglio di alluminio.

Per facilitare le operazioni di cablaggio è presente il conduttore di terra (drain wire) tra i due schermi.
Costruito per ottenere una impedenza estremamente costante ed una capacità molto bassa. I due conduttori addizionali possono essere utilizzati per il ritorno dei segnali di controllo alle centraline. La guaina esterna è molto flessibile, PVC fiamma ritardante di colore nero, antiabrasione, idrorepellente e resistente ai prodotti chimici.

Molto comodo e sicuramente interessante agli occhi degli amici “luciai” anche il 7XD1F315SX, cavo multifunzione (power e DMX) formato da una coppia twistata di cavo digitale e un cavo di alimentazione a tre conduttori da 1,5 mm² di sezione.
Entrambi i cavi hanno una propria guaina in PVC nel rispetto alle normative vigenti. La coppia per segnali digitali è twistata e schermata con lamina di alluminio onde eliminare eventuali disturbi sulla rete. Usato per il controllo e l’alimentazione di cambia colori, teste mobili, monitor audio amplificati, ecc. La guaina esterna in PVC nero è molto flessibile, fiamma ritardante, antiabrasione, idrorepellente e resistente ai prodotti chimici. Diametro complessivo 14.5 mm. Temperatura esercizio -30° a 70° C.

In conclusione veniamo informati che la serie 7YPR…SX si estende e include adesso due nuovi modelli, il 2 coppie e il 40 coppie.

ETC ha presentato a Londra il nuovo sistema Paradigm

Paradigm offre un’avanzata integrazione di sistemi d’illuminazione e costruzione, gestendo le più complesse installazioni con facilità.

Il software LightDesigner (TM) di Paradigm vuole portare il controllo dell’illuminazione ad un nuovo livello, con potenti funzioni che consentono di programmare o progettare elaborati eventi con risultati dinamici. Paradigm è una soluzione completa per alberghi, casinò, centri di studi superiori, musei, case di culto, edifici per uffici e centri di conferenza.

SMARTLINK®, la poco costosa linea di controllo per architectural-lighting è ora disponibile come opzione per l’Unison DRD dimmer. Questo sistema plug-and-play permette di richiamare impostazioni dell’illuminazione con una semplice spinta di un tasto.

Da vedere allo stand della ETC anche la linea di controllo Pharos, incluso il nuovo LPC X. Questo lighting playback controller e disponibile in vari DMX universe capacities (dal LPC 20 fino al LPC 200), garantendo così una vasta opportunità di controllo anche a importanti installazioni d’illuminazione architetturale. Supporta vari protocolli Ethernet e offre entrate e uscite video digitali.

ETC ha anche dato il benvenuto a un nuovo membro della famiglia Source Four®. Tutti le unità Source Four HID sono adesso disponibili in una versione a basso consumo di 70W. La lampada Phillips MasterColor dispone di 12.000 ore di vita e una temperatura di colore di 3000 ° K, aiutando a ridurre il consumo di energia e mantenere bassi i costi.

Da Evolight la novità più importante era rappresentata dal pannello Led Square Vision 32. E’ un nuovo pannello video realizzato dal team di ricerca sviluppo Colours. SQV32 conta 256 LED Osram (PLCC-6).
Il pannello promette immagini e visualizzazioni di elevata qualità garantite dalla velocità di refresh a 30Hz. Square Vision 32 inoltre comprende l’esclusiva funzione gamma correction e la regolazione dell’intensità luminosa.

I pannelli possono essere installati sia all’interno che all’esterno dato il grado di protezione IP65. Le istallazioni a pavimento e/o a muro sono facilitate da accessori preposti per questo utilizzo.
Inoltre possibilità di impostare la posizione X-Y di partenza di ogni singolo Square Vision 32, possibilità di utilizzare il Square Vision 32 sia in orizzontale che in verticale, collegamento rapido del segnale tramite cavi RJ45. La portata massima certificata è di 300Kg a mattonella e 1200kg/mq. Non necessità di un media server dedicato.

Zero 88 ha lanciato due nuovi prodotti: la nuova lighting console
ORB dedicato al teatro e la Jester TL.
Progettata per fornire servizi innovativi di controllo delle più recenti tecnologie di illuminazione, LED compresi, Moving Heads e Video Server, ORB offre estrema flessibilità e uno stile contemporaneo.

Basandosi sul successo delle piattaforme esistenti Leap Frog e Frog 2, ORB offre una combinazione di controllo teatrale con una filosofia adattabile a una piattaforma hardware, fornendo un controllo intuitivo di apparecchi luci generici e moving lights.

ORB fornisce 2048 canali che possono essere controllati tramite DMX o Ethernet. L’utilizzo di keypad numerico, encoder wheels, palettes e syntax keys, rende familiare la programmazione su ORB sia a principianti che esperti professionisti.

Al Plasa08 è stato presentata da Philips, per la prima volta, la lampada Philips MSR Gold 1500 FastFit, all’interno di un apparecchio del produttore italiano SGM; la famiglia Giotto 1500.
Questa nuovo concetto di lampada ad alta potenza FastFit ha uno scarto d’arco di 5,5 millimetri e un rendimento di 82 lumen per watt (che è senza precedenti per l’industria a questo livello di potenza), combinata con una alta temperatura di colore di 6000 ° Kelvin e un ottimo CRI di 80. Inoltre la lampada ha una gamma flessibile di potenza dimmerabile fino a 800W.

Dal lancio iniziale del sistema Philips FastFit, solo due e mezzo di anni fa, 16 produttori hanno applicato il concetto FastFit, producendo fino ad oggi un totale di più di 20 apparecchi in 10 tipologie diverse di lampade.
“L’intensità e il livello di consenso su un così breve periodo di tempo è senza precedenti,” dice la Philips, sottolineando che, “il concetto FastFit ha lanciato una nuovo movimento di lampade per Moving Head, compatte e facile da sostituire”, e annuncia che,“nei prossimi mesi questi numeri sono destinati ad aumentare in maniera significativa,”

Poco sopra accennavamo al faro testa mobile Giotto 1500 di SGM che viene arricchito di alcune importanti features presentata in occasione della fiera londinese.
La resa cromatica del Giotto Digital 1500, per esempio, é ora ancora più evidente grazie alla nuova Philips MSR Gold 1500 FastFit (6.400°K).

Il modulo “Digital” offre inoltre tutte le altre funzioni normalmente fornite dai motori “stepper” e dagli altri meccanismi (rotazione gobo, sagomatore, iris, “gobo morphing”), aggiungendo uno zoom digitale e un meccanismo di cambio gobo istantaneo.

In conclusione apprendiamo anche che il modulo “Digital” al momento dispone di due librerie, personalizzabili e aggiornabili via WiFi, per un totale di 500 “gobo digitali”. Ad oggi il Giotto 1500 è in grado di “leggere” 250 immagini disponibili nel formato *.bmp o *.jpg e 250 clip animati in estensione *.avi-mpeg4.

Sul fronte lampade pronta risposta anche da Osram con una nuova generazione di lampade al metal-halide, con wattaggi sino alla bellezza di 24.000w e sino a più di 2.000.000 di lumens.

La nuova HMI 24000W è una lampada particolarmente potente utilizzabile per illuminazione cinematografica e televisiva professionale. E’ accompagnata da svariati affinamenti tecnici che non solo aumentano la resistenza della lampada, ma assicurano un eccellente luminosità. Le nuove lampade della serie HMI sono anche in formato CLASSIC.
Le lampade presentate implementano il sistema Lok-it!, che consente di sostituire eventualmente le lampade senza nessun utensile in maniera facile e sicura, si tratti di lampade alogene o a scarica.

Avolites presenta il nuovo Titan Operating System.
Sviluppato dall’originale D4 Operating System, Titan aggiunge nuove funzionalità alla Diamond 4 e porta potenti caratteristiche della Diamond 4 alla Pearl Expert.
Tutte le console basate su Titan offrono funzioni come Fixture Exchange, Clone Fixture e Multiple Timers.
Fixture Exchange rende semplice e veloce lo scambio di files tra apparecchi dello stesso tipo o appartenenti ad un altro costruttore.
Clone Fixture consente l’aggiunta di ulteriori apparecchi in uno spettacolo, anche dopo un ampia programmazione, con tutte le attrezzature clonate che ereditano le proprietà della sorgente.

Titan Expert per la console Pearl offre funzioni di Diamond 4 compreso multiple Times on Cues e memorie sui Preset Faders.
Essa comprende la nuovissima interfaccia grafica, “Matrix“, rendendo compiti “off line” come patching and cue management più veloci e più intuitivi. Titan Matrix può essere installato su computer portatili, ottimizzando il tempo dedicato alla console per la progettazione e la programmazione, mentre consente di preparare shows su un laptop lontano dalla console.

Titan Remote è un applicazione nativa che gira su iPhone o un iPod Touch utilizzando Wi-Fi, trasformando tali dispositivi in remote focusing tools, cioè strumenti che consentono di accendere o spegnere degli apparecchi. Consente inoltre di eseguire le macro Reset, Strike Lamp e può essere utilizzata per impostare i livelli dei canali DMX e per attivare console playbacks.

High End Systems Inc (Barco Group), (HES) ha debuttato con il suo nuovo apparecchio StudioPix. Un ibrido LED-Washlight a movimento grandangolare con grafica programmabile, è il secondo prodotto nella nuova linea di HES, Pixelation Luminaires. HES, che è un nuovo membro del gruppo Barco in Belgio, ha presentato anche StudioPix.
Più piccolo rispetto al suo predecessore Showpix, StudioPix dispone di un array circolare di 61 LED (3 watt) con un diametro di 13,5 pollici (34.3 cm, con un output di 11.500 lumen RGB). I pixel offrono infinite possibilità di proiezione non solo di colore, ma anche la visualizzazione di immagini e effetti.

StudioPix è dotato di una collezione di immagini personalizzate. Gli utenti possono caricare i propri contenuti attraverso la nuova applicazione HES Echo, un software che offre la visualizzazione e gestione dei contenuti, e RDM management. L’ applicazione Echo ottimizza e mappa le immagini in funzione ai 61 pixel del LED StudioPix.

StudioPix consente all’utente un uso creativo tra cui la miscelazione del colore, rotazione, scala, wipes, dissolvenze, transizioni tra i layer, stroing e dimming. La funzione DMX Scratch permette la sincronizzazione di fotogrammi di un file multimediale per musica in tempo reale. Con l’utilizzo di un protocollo di mappatura pixel, l’utente può inoltre controllare individualmente ognuno dei LED per ulteriori effetti creativi di programmazione.
StudioPix dovrebbe uscire nei primi mesi del prossimo autunno dalla sede HES in Austin, TX .

Vari-Lite ha annunciato il nuovo VL3500™ Wash FX. L’unità, con un output superiore a 50.000 lumen, è anche in grado di agire come uno spot.
La sua testa contiene un FX pattern wheel con quattro glass patterns di 50mm, inseribili a scatto, roteabili e indicizzabili. L’unità funziona con due wattaggi, sia a 1200W o 1500W (900W in standby). L’apparecchio proietta immagini pulite con una lente frontale ULTRA clear che è inclusa.

This text will be replaced

var so = new SWFObject(‘flvplayer.swf’,’mpl’,’320′,’240′,’7′);
so.addParam(‘allowfullscreen’,’true’);
so.addVariable(‘displayheight’,’240′);
so.addVariable(‘file’,’http://av.ziogiorgio.com/it/variled.flv’);
so.addVariable(‘image’,’http://av.ziogiorgio.com/it/variled.jpg’);
so.addVariable(‘usefullscreen’,’false’);
so.addVariable(‘overstretch’,’true’);
so.write(‘player7’);

Quello che presentiamo adesso è, a nostro avviso, uno dei prodotti più interessanti della fiera edizione 2008. Si tratta di VariLed A7 zoom da Jb-lighting vincitore di un premio dell’award.
Nel video a corredo, che reputiamo di facile comprensione anche se in inglese, viene spiegato in maniera molto chiara quella che è la caratteristica saliente di tale prodotto: lo zoom ottico che si presenta per la prima volta in un faro a Led.

In effetti questa possibilità di zoomare il fascio si concretizza per la prima volta in un faro motorizzato con tecnologia a Led, aprendo interessanti novità per le applicazioni future.

Lo zoom ovviamente permette un’accuratezza nella messa a fuoco molto maggiore rispetto ad altri fari a Led e una resa di luce ottimale priva di quel fastidioso effetto di “alone” a contorno del fascio.

Il produttore i-Pix ha mostrato le sue linee di prodotto condividendo lo stand con Amptown, che produce flight cases per tutti i prodotti i-Pix in mostra, in particolare i nuovi BB7 e BB4 e l’originale Satellite.

BB7: sorgente RGB da 10° a 7 celle, basata su un engine luminoso Lamina personalizzato. 210W di assorbimento @ 240V, progettata inizialmente per l’attuale tour dei Radiohead.

BB4: wash/blinder RGB da 20° a 4 celle con lo stesso engine luminoso Lamina realizzato appositamente per i-Pix da Lamina Ceramics di NY. Consuma 120W @ 240V, molto comoda per i service e i LD grazie al suo set di accessori ottici e di rigging.

Satellite: wash da 42 W RGB a LED con possibilità di connessione in cascata, sia per il segnale che per l’alimentazione, fino a 60 fari su una 16°.

Recenti “clienti” di i-Pix sono i Radiohead, Coldplay, Kylie, Oasis, The Killers, Kasabian, Prodigy, The Verve e molti altri, anche in ambito televisivo.

Spotlight Vedette 12H CC LV è un segui persona compatto dotato della nuova lampada Philips da 1200 W con aggancio “Fast Fit”. È dotato di cambia colori manuale a 5 colori, zoom a lenti indipendenti da 10°-15°, diaframma a iride a 18 segmenti, riflettore ellissoidale in alluminio 99,99% da 150 mm e regolazione dell’uniformità di proiezione (peak/even).

Robert Juliat ha lanciato due nuovi prodotti al Plasa. Uno di essi, Le Cin’k Fresnel, è stato nominato per gli Innovation Awards.

Le Cin’k è stato progettato per rispondere alla necessità di un Fresnel potente specifico per il teatro, è uno spot da 250mm che accetta lampade al tungsteno da 2500W o 5000W, o da 1200W a scarica (MSR/MSD), con l’ulteriore opzione di una lampada a scarica da 2500W (MSR) con un modulo aggiuntivo a fine 2008. Il faro è appunto progettato per impieghi teatrali, comprende un doppio slot frontale per le gelatine compatibile con gli accessori standard da teatro.

Il produttore ha poi presentato 3 nuovi moduli per Lancelot (seguipersona dell’azienda), cioè un dimmer motorizzato, modulo gobo Noria con selezione, indice e controllo di rotazione di 6 gobos, effetto gelatina Chromix che consente effetti colore o diffusione all’interno del fascio.

Pixel Range ha presentato PixelMax PRO, un faro a metà strada tra wash e pixellation, che aggiunge alle funzionalità di PixelMax Wash la flessibilità di 18 celle controllate singolarmente in una matrice 3×6, dischiudendo all’utente la possibilità di realizzare effetti Low-Res oltre che wash ad alta potenza con estesa palette di colori.

Presentata inoltre la nuova versione del software PixelArt che rende il sistema completamente stand-alone senza la necessità di ulteriori media servers o middleware per generare I contenuti.

This text will be replaced

var so = new SWFObject(‘flvplayer.swf’,’mpl’,’320′,’240′,’7′);
so.addParam(‘allowfullscreen’,’true’);
so.addVariable(‘displayheight’,’240′);
so.addVariable(‘file’,’http://av.ziogiorgio.com/it/studiodue_plasa08.flv’);
so.addVariable(‘image’,’http://av.ziogiorgio.com/it/studiodue_plasa08.jpg’);
so.addVariable(‘usefullscreen’,’false’);
so.addVariable(‘overstretch’,’true’);
so.write(‘player3’);

Allo stand di Studio Due abbiamo potuto ammirare le nuove barre a Led denominate ArchiBar 150/C.
Si tratta di una barra “strip”, che rispetta la normativa IP67 (quindi adatta agli esterni ndr), con sedici punti Led costituiti da 4 Led RG del tipo Luxeon Rebel led da 3W.

L’ottica, realizzata in materiale speciale, consente un fascio di luce brillante e una diffusione molto omogenea.
Le ottiche standard prevedono un’ampiezza di 20° ma, come opzione, è possibile montare anche ottiche più ampie da 40°.

Eccoci arrivati alle novità proposte da Chauvet.
Il Legend 6500 è una testa mobile LED a 14 canali, di tipo wash, con capacità di mixing RGBW particolarmente adatto per produzioni, palchi, applicazioni architetturali. Possibilità di modificare la temperatura colore (da 3.200°K a 10.000°K), cambiacolori triggerato istantaneo, silenziosità di funzionamento e “guscio” stabile e solido sono le sue referenze.

L’unità dispone di 90 LED ad alta potenza (700mA per i rossi, 1.500mA per i blu, i verdi e i bianchi) e lente da 15°, che consentono di raggiungere ben 14.780 lux @ 2 m, con lenti intercambiabili per modificare l’apertura del fascio.

Il prodotto dispone delle seguenti caratteristiche e funzionalità: strobo elettronica, dimming elettronico, reset da remoto, correzione automatica pan e tilt, ventola a velocità modificabile, display LCD con password di protezione, connettore Neutrik Powercon.

This text will be replaced

var so = new SWFObject(‘flvplayer.swf’,’mpl’,’320′,’240′,’7′);
so.addParam(‘allowfullscreen’,’true’);
so.addVariable(‘displayheight’,’240′);
so.addVariable(‘file’,’http://av.ziogiorgio.com/it/tester_plasa08.flv’);
so.addVariable(‘image’,’http://av.ziogiorgio.com/it/0tester_plasa08.jpg’);
so.addVariable(‘usefullscreen’,’false’);
so.addVariable(‘overstretch’,’true’);
so.write(‘player4’);

Mobal 19 Pin Pro tester di Global Design Solution ha sviluppato è un tester compatto portatile per poter analizzare in modo preciso e veloce le connessioni Socapex a 19 poli. Con un unico tester è possibile analizzare più cablaggi e connessioni.
Come è possibile vedere dal video a corredo l’apparecchio è di facilissima utilizzazione e permette di vedere i risultati di analisi direttamente da un luminoso schermo posto nella parte anteriore.
Lo strumento in sé non rappresenta certo una novità ma da qualche tempo, tester per cavi socapex, erano gradualmente spariti dal mercato. L’utilità indiscussa e la semplicità dell’aparecchio hanno portato un bel award per l’innovazione alla Global Design Solution.

This text will be replaced

var so = new SWFObject(‘flvplayer.swf’,’mpl’,’320′,’240′,’7′);
so.addParam(‘allowfullscreen’,’true’);
so.addVariable(‘displayheight’,’240′);
so.addVariable(‘file’,’http://av.ziogiorgio.com/it/digiflex_plasa08.flv’);
so.addVariable(‘image’,’http://av.ziogiorgio.com/it/0digiflex_plasa08.JPG’);
so.addVariable(‘usefullscreen’,’false’);
so.addVariable(‘overstretch’,’true’);
so.write(‘player5’);

Uno tra i prodotti che ci ha colpito di più (e non solo noi…ndr) della fiera di Londra è stato senza dubbio il nuovo led display proposto da DigiLed, denominato DigiFLEX.
DigiFlex è un modulo led display (320mm x 160mm) flessibile che può essere curvato sia verticalmente che orizzontalmente. Questo innovativo pannello Led video ha un pitch di 10 mm (distanza tra i led) e un peso di 6 kg per metro quadro.

La vera novità di questo pannello è rappresentata dal suo spessore e dalla sua flessibilità, caratteristiche che permettono nuove possibilità di installazione e che, soprattutto, trasformano l’elemento schermo (inteso come hardware) come parte integrante e attiva della scenografia.

E’ lo schermo stesso quindi che diventa un decoro che può prendere forma autonoma o adattarsi e aderire alle linee e alle forme della scenografia esistente. Una possibilità interessante al servizio della creatività…

Robe, ha presentato a Earl’s Court la nuova serie “Digital”.
In vetrina prodotti come i nuovi testa mobile DigitalSpots 7000 e 3000 DT e il REDWash 3•192, il primo di una serie di nuove e potenti testa mobile wash, basato su tecnologia RED (Robe Emitted Diodes).

Altri tre prodotti con la tecnologia RED sono stati presentati: REDFlash 3•192, REDStrobe 3•192 e REDMix 3•192.
DigitalSpot 7000 DT è il secondo Digital Moving Light Projector di Robe, basato su display LCD e tecnologia LED. Questa combinazione unica di un proiettore digitale e due potenti moduli LED RGBW offre incredibili effetti gobo digitali e la proiezione di colori molto saturi, il tutto in un unico moving light.

Il DigitalSpot 7000 DT emette 6.500 ANSI lumen da una singola lampada di proiezione 330W, con un fantastico rapporto di contrasto di 2000:1. Ciascuno dei due moduli LED consiste di 48 Luxeon Rebel RGBW LED e fornisce un output di luce estremamente brillante per tutti i colori dello spettro.

Disponendo di ingresso DVI e SDI di input/output, il DigitalSpot 7000 DT è rivolto a un mercato con applicazioni di alto livello professionale.

DigitalSpot 7000 DT utilizza il protocollo RDM. La configurazione di menu e il patching di indirizzi DMX sono configurabili in remoto da un computer che esegue il software ROBE RDMNet ed è collegato attraverso Robe’s DreamBox USB interface.

A conclusione di questo articolo dedicato alla fiera del Plasa di Londra un altro prodotto che abbiamo considerato molto interessante e che risolve un problema tanto banale quanto caro ai tecnici teatrali e televisivi.

Si chiama RSC LightLock ed è un “meccanismo” progettato da RSC Royal Shakespeare Company
che permette di far rimanere fermo un faro testa mobile in movimento che sia ancorato ad un “bilancino”.

This text will be replaced

var so = new SWFObject(‘flvplayer.swf’,’mpl’,’320′,’240′,’7′);
so.addParam(‘allowfullscreen’,’true’);
so.addVariable(‘displayheight’,’240′);
so.addVariable(‘file’,’http://av.ziogiorgio.com/it/rsc_plasa08.flv’);
so.addVariable(‘image’,’http://av.ziogiorgio.com/it/rsc_plasa08.jpg’);
so.addVariable(‘usefullscreen’,’false’);
so.addVariable(‘overstretch’,’true’);
so.write(‘player8’);

Se non fosse chiara la spiegazione, che peraltro non si presta a tanti giri di parole, il video a fianco potrà sgomberare ogni dubbio.
In una situazione normale la forza di momento torcente che il movimento di pan produce (e in una certa componente anche quello di tilt probabilmente) si riflette nella piccola americana sulla quale è montato il faro, facendo muovere ritmicamente faro e truss.

Questo sistema, sul quale vige ovviamente un veto di segretezza ma che si basa su semplici meccanismi di “contrappeso” , si contrappone a tale forza lasciando l’americana ferma.
Farà felici tanti “luciai”? Speriamo!

Forse le novità non saranno proprio tutte, sia sul fronte audio sia sul fronte luce, ma di sicuro lo Zio è sempre in trincea (ops, che brutto modo di dire…ndr) quando si tratta di fiere ed eventi.
Come al solito appuntamento al prossimo evento con, se possibile, ancora più foto, video, considerazioni e Buzz dal mondo del professional entertainment… insomma seguiteci!

Aldo “hucchio” Chiappini – Guido Block – Francesco Lanzingher
ZioGiorgio Network

Vai alla barra degli strumenti