Home » Audio » ZG Audio - Redazionali » Prase: Tesira Day
- Pubblicato il 18/06/2012

Prase: Tesira Day

Un'intensa giornata ospiti nell'auditorium di Prase per scorire Tesira di BIAMP System e...Julian Treasure.

Aldo Chiappini
di - ZioGiorgio Editor
E' il responsabile editoriale di ZioGiorgio Network. Tutto inzia dalla chitarra, passa la giovinezza tra i banchi della facoltà di Scienze Naturali di Pisa e le regie FOH di festival e concerti. Si appassiona presto alla comunicazione audiovisiva ma l'incontro con i suoi attuali soci ed amici segnerà la strada: comincia la grande avventura con ZioGiorgio. Il resto è rock and roll...

La giornata Tesira Day, organizzata da Prase e alla quale la nostra redazione ha felicemente partecipato, è stata per certi versi illuminante.
Un evento che ha dato la possibilità ai molti presenti – un auditorium interno all’azienda Prase completo per l’occasione – di conoscere il nuovo sistema Tesira di BIAMP System e soprattutto di assistere al breve ma intenso seminario di uno dei guru dell’acustica mondiale, Julian Treasure. Ma andiamo con ordine.

Il tutto si è svolto nell’arco di un’intera giornata, razionalmente frazionata con pause caffè e pranzo al buffet, nella bellissima struttura creata da Prase all’interno del complesso aziendale stesso che è a tutti gli effetti un auditorium/cinema dotato di tutti i moderni ritrovati tecnologici (predicare bene e razzolare bene…ndr) con una capianza di circa un centinaio di posti già riservati fin dai giorni precedenti.
Protagonista il nuovo nato del colosso mondiale BIAMP, il sistema Tesira: il primo sistema realmente scalabile per servizi di rete audio digitali tramite protocollo AVB.
I più attenti di voi ricorderanno che questa stessa redazione aveva parlato in tempi non sospetti delle nuove possibilità offerte dal protocollo in questione e che suggeriamo, per chi ancora non lo avesse fatto, di andare a conoscere meglio attraverso i diversi link disponibili in rete.

La giornata, introdotta e "moderata" dal puntualissimo e competente Ennio Prase, ha visto una prima parte in cui l’attenzione veniva concentrata su BIAMP e su cosa l’azienda ad oggi rappresenta nel panorama mondiale del settore dei "sistemi integrati".
Le moltissime installazione prestigiose e i numeri snocciolati dallo stesso referente per l’azienda Hannes Kampert hanno dato una visione chiara e tangibile di quello che è il business di questo specifico settore e di come BIAMP goda, di fatto, di una posizione di assoluta leadership.
Nel caso specifico la mission per BIAMP, e di conseguenza anche di Prase, è quella di portare "un’intelligibilità del parlato ed una qualità del sonoro a dei livelli completamente nuovi e decisamente migliori rispetto al passato".

Tesira on first glance:

A livello hardware Tesira si compone di diverse periferiche configurabili ed espandibili e gestite da schede DSP, anch’esse in numero definibile dall’utente a seconda delle proprie esigenze, più diverse altre schede per la conversione e la trasmissione dei canali audio che possono essere fino ad un numero di 420×420.
Per chi volesse farsi un’idea della potenze di calcolo in gioco e del numero dei canali disponibili in relazione alle precedenti soluzione offerte d BIAMP guardi alle immagini sotto (da sx DSP disponibile e a dx i canali disponibili).

Tutte le schede disponibili possono essere alloggiate nelle unità server centrali (sempre almeno una in classico rack da 19”) e comprendono schede I/O di vari formati, nonché schede per espansioni telefoniche, VoIP e molti altri protocolli di comunicazioni rendendo il sistema praticamente in grado di soddisfare qualsiasi esigenza dell’installatore.
A semplificare notevolmente tutto il processo di progettazione, configurazione e controllo del sistema una piattaforma software veramente semplice e funzionale in grado di fornire una sorta di "autocompilazione" di sistemi anche molto complessi tramite un semplice tasto… "compila". Compreso il concetto?
Bene, ma un’altra utility forse meno appariscente ma che abbiamo giudicata molto importante è la funzione "partizione" che permette di trasformare e dividere un’unica configurazione hardware in diversi sistemi anche totalmente indipendenti e all’occorrenza neppure collegati tra loro. Questo permette di sfruttare in toto tutta la potenza offerta dal sistema al fine di gestire diverse situazione e diverse postazioni senza prevedere installazioni multiple e sopratutto "spremendo" al massimo l’hardware a disposizione con relativa ottimizzazione delle risorse. Ricordatevi bene che il segnale è trasmesso tramite cavo di rete, quindi non ha molta importanza la posizione in cui è dislocato l’hardware che può anche essere molto distante.
Ecco, a grandi linee, quelli che sono stati gli argomenti che hanno precisamente illustrato in due differenti momenti gli ingegneri specialisti di Prase Luca Battistelli e Ivan Omiciuolo.

Se la presentazione di Tesira è stata interessante e istruttiva la ripresa dei lavori nel dopo pranzo è stato a tutti gli effetti la ciliegia sulla torta.

Julian Treasure: sound business

Consci della nostra imperdonabile disinformazione su cotanto personaggio (lo conoscevamo di nome ma mai avevamo letto attentamente qualche cosa di suo…) ci siamo posizionati in prima fila, pieni di curiosità, per ascoltare quello che Julian Treasure (foto sopra) aveva da dire e raccontare alla platea e, un po’ a sorpresa, ha cominciato con: "hearing and listening", udire ed ascoltare, ecco da dove è partito Julian…
Da questa sostanziale differenza che a molti può apparire banale ha preso il via un’avvincente presentazione multimediale – ancora una volta resa efficace e coinvolgente dalle apparecchiature multimediali dell’auditorium di Prase – che ci ha portato a riconsiderare e rivalutare l’importanza dell’audio e del suono fornendoci una chiave di lettura differente, mai scontata e soprattutto profondamente ancorata ai concetti di business.
E già perché, molto semplicisticamente, ascoltare meglio, lavorare in un ambiente correttamente trattato acusticamente, scegliere la giusta colonna sonora e il giusto jingle pubblicitario fanno aumentare statisticamente produttività e vendite.
I dati portati ad esempio sull’efficacia di queste strategie sono tutt’altro che scontati e dimostrano inesorabilmente come questo aspetto sia ancora territorio quasi inesplorato.
Come si evince dal portfolio di Julian e dalla sua comprovata esperienza, molti grandi brand hanno investito nel tempo su audio, suono e acustica e i risultati non sono mancati.
Altri, per mancanza di cultura o semplice disinteresse, rinunciano totalmente o quasi alle possibilità offerte dal "sound business", sopratutto se gli sforzi in termini di budget vengono paragonati a quelli che queste stesse aziende affrontano quando si parla di comunicazione visuale e campagne pubblicitarie d’immagine.
Il seminario ha offerto quindi una vasta gamma di esempi e studi sulla materia in esame che hanno lasciato noi, e siamo certi tutti i presenti, con una serie di spunti ed idee per i nostri progetti futuri e certamente convinti che in questa direzione ancora molto si può fare…
Purtroppo quello che in prima istanza è da chiedersi è se il mercato italiano, nello specifico area di competenza per molti dei presenti, possa essere pronto per accettare una sfida del genere, un mercato dove di audio e di acustica si parla purtroppo solo per venti minuti nell’ultima riunione di progetto.
Ma il fatto stesso che ci sono persone come Julian che di questo vivono e su questo basano il loro business non può che svegliare i più attenti. Non è proprio in momenti come questi che i più lungimiranti ed intraprendenti si lanciano in nuove avventure? Forza e coraggio! 


Nell’immagine sopra le dieci cose da evitare assolutamente secondo Julian Tresure…

Terminato l’applaudissimo seminario di Julian Treasure si è tornati a parlare di tecnologie, in particolare protocollo AVB, sistema Tesira e possibili applicazioni.
Insomma, impossibile raccontare tutto e riassumere banalmente una giornata così intensa e ricca di contenuti (e perché no, emozioni ndr) in un articolo solo. Quindi è proprio il caso di dire…non perdetevi i prossimi appuntamenti!

info: www.prase.it

info: tesira.prase.it

Aldo Chiappini
Redazione ZioGiorgio.it

 

Be Sociable, Share!

ZioGiorgio.it

© NRG30 S.r.l.
P.IVA 06741431008
tel. +39 0636491957
fax +39 0636491958

Info e Servizi

chi siamo
contattaci
media kit