Obama supportato dai sistemi QSC

La Rental Company americana Forty Two inc. ha usato il suo recente acquisto di casa QSC WideLine durante tutta la campagna elettorale del Presidente neo-rieletto Barack Obama. Forty Two Inc., contractor di GSA (General Services Administration) e CCR (Central Contractor Registration), è solita fare diversi lavori per il Governo degli Stai Uniti. "Questa è una bella spinta per noi, il fatto di lavorare con uno dei candidati che tipicamente è poi il Presidente in carica ha un grande ritorno di immagine" dice Tony Ferrello, presidente di Forty Two inc.

"Obama for America è uno dei nostri più grossi clienti. Abbiamo comprato un sistema QSC proprio all’inizio di questa tornata elettorale e in maggio, all’Ohio State University’s Schottenstein Center – un’Arena da 20.000 posti, abbiamo installato 56 WideLibe 10s, 12 WideLine 8s e sette o otto racks di amplificatori PowerLine 380. È stato un evento di successo.

"Abbiamo iniziato a lavorare per il Presidente Obama quando era ancora senatore. Il primo evento che abbiamo fatto con lui, all’Università di Penn State nel 2008, è stato fatto grazie all’affitto di un sistema WideLine QSC. Questa estate abbiamo fatto circa 30 o 40 grandi eventi per il Presidente in ogni angolo dell’America del Nord e in ogni occasione abbiamo usato sistemi WideLine.

"Di fatto non si tratta di soli comizi politici, perché ad esempio abbiamo avuto la performance di Bruce Springsteen a Cleveland on Ohio con un pubblico di 10.000 persone.

"Abbiamo fatto anche alcuni show per la trasmissione dell’ABC Good Morning America e abbiamo usato WideLine per le celebrazione con tanto di fuochi di artificio il quattro luglio" continua Ferrello.

"Stiamo per diventare un’azienda certificata QSC, quindi stiamo studiando il modo in cui utilizzare il Q-Sys per soddisfare al meglio le esigenze dei nostri clienti. Se tutto andrà come spero, potremmo addirittura raddoppiare il nostro inventario entro un anno".

[Foto: © Anne Savage]

info: www.qsc.com
info: www.audiolink.it

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti