ProLight+Sound 2013: Audio

Eccoci con il consueto report-fiume dal ProLight+Sound di Francoforte edizione 2013 dedicato al mondo del Pro Audio. Come ormai d’abitudine, dopo gli articoli di opinione e “chit-chat” ZioGiorgio.it, primo ed unico network a realizzare un lavoro così rapido e esaustivo, offre una carrellata dei prodotti che più hanno catturato l’attenzione degli operatori, in termini di innovazione, qualità e “user-friendliness”. Quindi, bando ai convenevoli, trattenete il fiato e… si parte!

Prima categoria quella dei sistemi di diffusione e relativa componentistica dove, ancora una volta, le novità non sono mancate. Ordine rigorosamente alfabetico.

Sistemi PA & Componentistica

 

Alcons Audio

L’oggetto di maggiore interesse nello stand di Alcons Audio è LR24, sistema line array di medie dimensioni con tecnologia pro ribbon, che può essere considerato la risposta di Alcons alla richiesta del mercato di sistemi audio lineari ma con una capacità 1:1, non compressa e non distorta di riproduzione del suono. Abbiamo sempre apprezzato i prodotti di Alcons che continua con perseveranza la ricerca e l’uso del driver a nastro che assicurano una riproduzione delle frequenze alte di grande livello.
Altrettanto interessanti sono due aggiunte alle serie “micro-sized” S e B, delegate a portare la tecnologia pro-ribbon nei settori portable e installazione.

info: www.alconsaudio.com



audiofactoryAudio Factory

Allo stand Audio Factory abbiamo fatto una piacevole conversazione con Francesco Passarelli che ci ha illustrato la sua opinione in merito al mercato italiano. Francesco, insieme all’azienda, sono convinti che l’unico modo di rimanere presenti e riconoscibili in questo momento difficile di mercato sia quello di lavorare sulla qualità senza compromessi. Anche per questo, per il terzo anno consecutivo, si sono impegnati per esporre in questa fiera al fianco di molte aziende altrettanto importanti.
Passando ai prodotti è stata notevolmente ampliata la serie Design, introducendo D04, D06, D08, DS10 e DS10R, e lanciati i nuovi monitor da palco attivi M12A e M12XA. Questi monitor hanno una caratteristica particolare in quanto è stata scelta una dispersione abbastanza “atipica” e leggermente più larga rispetto ad altri modelli presenti in commercio. L’apertura è stata studiata in modo da coprire anche le zone più distanti dal monitor proprio per ovviare alla criticità nel momento in cui cantanti e musicisti si allontano dal centro del monitor durante la perfomance.
Anche la forma dal profilo basso, unitamente ad una forte reiezione al feedback, ne fanno dei validi monitor per l’uso sul palco.

info: www.audiofactory.it

BC_speakers

 

B&C Speakers

Altra azienda italiana i cui i prodotti, com’è noto, equipaggiano moltissimi famosi sistemi di diffusione. Quest’anno tante novità e tutte interessanti.
DE980TN presenta un robusto diaframma in titanio e un nuovo phase plug ottimizzato, per una migliore linearità delle alte frequenze e minore distorsione. Come primo membro di una gamma completa di trasduttori per alte frequenze da 3″ e 4″, DE980TN è un’eccellente soluzione per cabinet point source a due vie, o per l’uso con guida d’onda in sistemi line array.

La nuova FHX Series di speaker coassiali si caratterizza per la presenza di un magnete in ferrite più piccolo e leggero di sistemi similari. La serie FHX integra un driver a compressione da 3″ e un woofer wide band sempre da 3″.

18TBW100 è un subwoofer da 18” in ferrite con bobina in grado di erogare maggiore potenza, migliore linearità, Xmax elevata e maggiore affidabilità a lungo termine.

info: www.bcspeakers.com

 

Beyma

L’azienda spagnola punta sulla ceramica, probabilmente complice la situazione del neodimio dal costo molto oscillante e non sempre economico.
Il nuovo 12MC500 è un woofer da 12” in ceramica con un voice coil da 2,5” che può contare sul brevetto cooling system Maltcross® technology di Beyma che permette di arrivare a potenze di 1000 Watt e mantenere molto ridotto l’effetto compressione. Il peso di 5,8 Kg lo candida come componente sia per la parte media di line array di generose dimensioni ma anche come mid-bass per sistemi portatili e più leggeri.

info: www.beyma.com

 

Celestion

Celestion_CDX1bCDX1-1010 è un driver per alte frequenze in ferrite offerto ad un prezzo molto competitivo; questo driver a compressione può gestire fino a 15 watt (AES Standard, RMS) ed ha una sensibilità pari a 105dB nel range 1500-20,000Hz.

CDX20-3075 è un driver a compressione in grado di gestire 75W rms e con sensibilità pari a 107 dB. Il driver include la tecnologia Maximised Modal Suppression (MMS), che consiste in un phase plug e in un design del diaframma mirati a ridurre la distorsione alle alte frequenze.

TF0615 è indirizzato all’uso in applicazioni di sound reinforcement a due o tre vie; con diametro nominale di 6 pollici, questo altoparlante per frequenze medie e basse include una bobina da 1.5 pollici/34mm round e può gestire 100 watt (RMS, AES Standard) con sensibilità di 95dB nel range 85Hz-6000Hz.

CF18VJD è un’unità per basse frequenze con magnete in ferrite da 18″ echassis in alluminio, in grado di gestire 1600Wrms (AES Standard) con sensibilità pari a 97dB.

info: www.celestion.com

 

Cerwin-Vega

La Serie P di Cerwin Vega è un sistema di casse portatile e potente che unisce una solida costruzione ad estrema chiarezza e ottima performance alle basse frequenze. La Serie P include due prodotti attivi: P1500X speaker full-range, e il subwoofer P1800SX.

info: www.cerwinvega.com

 

Coda Audio

Le fiere sono anche occasione per conoscere persone e realtà nuove e siamo sempre ben predisposti ad accettare un invito se questo è finalizzato a farci conoscere prodotti e tecnologie. Mick Anderson, con una presentazione molto appassionata, ci ha spiegato come Coda Audio, un’azienda con 180 dipendenti e certificata ISO9001-2000, sia una delle più grandi d’Europa nel settore e ha come prossimo obiettivo quello di dare il via ad un nuovo corso nel mercato del touring e posizionare il prodotto insieme ai brand di alto livello. L’obiettivo non è semplice perché c’è chi fa audio e lo fa bene ma da quello che abbiamo ascoltato e compreso la missione potrebbe essere alla loro portata. Mick, in maniera convincente, ci ha spiegato come per tutto il team Coda, proprietà in testa, sia importante la passione comunicata e il contatto diretto con l’utilizzatore che può fornire moltissimi spunti fondamentali per la realizzazione dei nuovi step o dei nuovi prodotti. Che facciano sul serio lo si può dedurre anche dal line array AIRLINE LA12, visto che siamo nella sezione dell’articolo che di questo si occupa, nel quale per le alte frequenze viene usata una particolare guida d’onda sotto patentino di 3×4”. L’ascolto non ha deluso, i prodotti li hanno, vediamo come sapranno farsi strada nel complicato settore del touring.
La notizia “corporate” è invece che per l’Italia il prossimo distributore sarà Grisby Music.

info: www.codaaudio.com
info: www.grisbymusic.com

d&b

Presso lo stand d&b è stata molto apprezzata la Serie V, della quale è stata presentata la nuova versione Vi in tutte le sue varianti: Vi8, Vi12 e Vi-SUB. Al loro fianco, i sistemi di altoparlanti delle due gamme Black e White hanno fatto mostra di sè, insieme agli amplificatori d&b D6 e D12 e alla rete d&b Remote network.

info: www.dbaudio.com

D.A.S. Audio

AERO 40A è la più recente aggiunta alla famiglia di sistemi line array AERO. Offre una configurazione unica nel suo genere, che include un trasduttore rear-loaded da 12″ in configurazione bass horn per le basse frequenze; il mid-range è gestito da un nuovo trasduttore/tromba da 8″ sviluppato specificamente per AERO 40A. Le alte frequenze sono riprodotte tramite due driver a compressione D.A.S. M-75N con guida d’onda BPS-2912.
D.A.S. presenta anche la nuova Artec Series, in versione attiva e passiva, che include cinque modelli: Artec 506A, 526A, 508A, 510A e il subwoofer S15A, caratterizzati da amplificatori in Classe D, con potenza pari a 720W picco/360W continui per tutti i modelli tranne S15A, la cui potenza raggiunge i 2000W picco/1000W continui.

Aero40A

info: www.dasaudio.com
info: www.audiosales.it

 

dB-Technologies

L’azienda di Crespellano allarga la famiglia dei line array della della linea T con il nuovo T8 che va ad inserirsi a metà strada tra il primo nato T4 e il più grande T12. L’azienda ci tiene a specificare che T8 non è un’evoluzione del T4, sempre ben presente nel catalogo, ma un nuovo sistema che segue la filosofia di base dell’azienda che vuole che i sistemi siano tutti perfettamente integrabili ed accoppiabili tra di loro sia meccanicamente sia acusticamente. T8 è un sistema amplificato con finali digipro G2 in classe D rispettivamente con 175 W/RMS per alte e medie frequenze e 350 W/RMS per le frequenze basse. Frequenze basse affidate ad un 8”, medie ad un 6,5” e le alte a due 1” con bobina da 1,4”. L’apertura è di 100° sull’asse orizzontale e 15° in verticale. Il pannello posteriore è del tutto simile a quello degli altri sistemi, che ormai molti di voi avranno imparato a conoscere e con le solite semplici regolazioni di preset in base al numero ed al posizionamento dei moduli.
Ma la grande attrazione dello stand dB è stato il line array con posizionamento motorizzato che, come ci racconta nel video Claudio Ottani del reparto R&D, nasce più per esigenza di laboratorio che non come vero e proprio prodotto, salvo poi essersi rivelato funzionale e molto utile. Nel video sotto viene spiegato il progetto comprensivo del fly-bar motorizzato, quello già commercializzato, chiamato DRKM-20.

info: www.dbtechnologies.com

 

Electro Voice

Dall’esperienza del marchio EV che ha sempre “macinato” grossi numeri nel settore dei piccoli PA (e non solo ndr) nasce la famiglia ZLX. Disponibili in due versioni passive e due versioni attive a due vie, da 12” e 15”, questi diffusori sono stati progettati con componenti di qualità in grado di assicurare un sound all’altezza del brand Electro Voice.
I due modelli attivi, ZLX-12P e ZLX-15P, si avvalgono della qualità dei driver EV e di un modulo amplificatore da 1000W in classe D, oltre che di un display LCD e di un innovativo controllo DSP con singolo selettore e preset per l’ottimizzazione delle prestazioni dei diffusori secondo lo stile e lo spazio della performance.
In particolare è stato interessante osservare l’implementazione della gestione dei controlli tramite un solo selettore e un display LCD chiaro e luminoso, strategia che ci sentiamo di apprezzare soprattuto in un settore dove il “plus and play” si rende spesso necessario.
I diffusori ZLX possono essere usati anche come monitor con estrema semplicità ed efficacia.

info: www.electrovoice.com
info: www.texim.it

 

fbt_qsaFBT Elettronica S.p.A.

Allo stand FBT abbiamo trovato una vecchia conoscenza dello Zio, Remo Orsoni, che ha ufficializzato la sua collaborazione con FBT proprio qualche giorno prima della fiera. In bocca al lupo Remo!
Lo stesso Remo ci ha parlato di alcuni nuovi prodotti tra i quali spiccano i diffusori con un atipico ed innovativo altoparlante da 14” sviluppato ad hoc da B&C Speaker. Un altoparlante con questa misura permette di costruire casse più compatte e leggere rispetto ad un tradizionale 15” ma sviluppando potenze e pressioni del tutto analoghe. Al momento i modelli equipaggiati con questo woofer sono MITUS114, SHADOW142L e PROMAXX14A. Sul versante line array viene introdotto Qube QSA 112.0A active modulo a curvatura costante con apertura verticale da zero gradi, primo al mondo con questa caratteristica a quanto ci ha detto Remo.

info: www.fbt.it

 

Inspired Audio

L’azienda inglese, da poco apparsa sul mercato con questo marchio, lancia Optima B210, un cabinet per i bassi compatto 2 x 10″ che incorpora un sistema di appendimento, gestisce fino a 800 w e offre una banda passante di 55–200 Hz. Caratterizzato dallo stesso spessore dei cabinet Optima 5, questa unità può essere appesa o installata a terra sotto un array di Optima 5. Dal punto di vista acustico, il cabinet è mirato ad essere utilizzato come elemento “bass” in un sistema array Optima 5 nel mercato Audio Visual, dove è necessario un impatto visivo contenuto. L’aggiunta di sub da terra, come il Reflex SB118, può estendere il campo di utilizzo al settore entertainment.

info: www.inspired-audio.co.uk

 

K-Array

Ne abbiamo parlato già nel primo articolo perchè ha catturato l’attenzione di molti. Per la verità noi lo avevamo già visto in gennaio alla fiera ISE di Amsterdam ma a Francoforte era al suo debutto su scala mondiale. Anakonda è il primo diffusore flessibile al mondo, che si configura come una linea di suono snodata in grado di essere curvata e posizionata con geometrie che ricordano i serpenti. Adatto ad applicazioni differenti, è comunque particolarmente indicato per situazioni in cui sia necessario nascondere gli altoparlanti nelle scenografie. Un altro prodotto da K-Array che è destinato a stimolare non poco il mercato e che, ci scommettiamo, invoglierà tanti altri produttori a seguire la stessa strada. In conclusione una simpatica nota di colore finale che ci permettiamo dato che il team K-Array è fatto di persone di spirito: è stata una bella immagine vedere il “boss” e progettista Alessandro Tatini passare l’aspirapolvere nel booth a fine giornata! I ragazzi non si sono montati la testa nonostante i successi degli ultimi anni. Sarà stato complice l’ottimo chianti rosso? Chissà. Avanti così…

info: www.k-array.com
info: www.exhibo.it

 

Inspired_AudioKling&Freitag

Il nuovo SEQUENZA 5 è un sistema line array compatto, che può essere considerato il “fratellino” del più grande SEQUENZA 10. SEQUENZA 5 è stato progettato per un’interazione ottimale con SEQUENZA 10. L’adattatore downfill consente il posizionamento di 3 unità al di sotto di un array SEQUENZA 10. Il sistema è dotato di 4 x 5″ e 3 x 1″ driver al Neodimio. Fino a 4 elementi possono essere controllati da un singolo canale del K&F SystemRack. Infine, SEQUENZA 5 B fly bass è stato progettato rispettando gli angoli di copertura di SEQUENZA 5 W, pari a 100° x 15°.

info: www.kling-freitag.biz
info: www.audiosales.it

 

K.M.E.

MCX 15 è un monitor coassiale a elevate prestazioni e a basso profilo, utilizzabile in due modalità – con angolo di 35° per il monitoring a brevi distanze e con angolo di 55° per distanze maggiori. La solidità del cabinet e la griglia di protezione lo rendono adatto alle applicazioni stage più “hard”. Gli angoli di dispersione verticale da 65° ed orizzontale da 45° possono essere ruotati di 90°. Entrambi i lati del monitor offrono due connettori Speakon Neutrik NL 4 .

KME

Il subwoofer a radiazione diretta QLB 118 X è equipaggiato con un nuovo trasduttore da 18” con tetra coil e doppia bobina. Il design del tubo bass reflex è stato ottimizzato per ridurre al minimo il rumore causato dal passaggio dell’aria, così da migliorare la qualità del suono riprodotto, ottenendo bassi fermi e con una corretta risposta d’impulso, senza perdere la profondità di un’unità da 18”.

VL 2i è un sistema professionale ultra-compatto caratterizzato da un suono chiaro e brillante, e destinato alla riproduzione di audio o parlato, o applicazioni background e fill, nonché all’uso come unità top, insieme ad un subwoofer VERSIO, o ancora come speaker fullrange. La versione passiva da installazione, dotata di 2 trasduttori da 4” e uno da 1”, con design multifunzionale, offre colorazione e distorsione minime, rivestimento in poliuretano bianco o nero, ed accessori per il montaggio verticale o orizzontale.

info: www.kme-sound.de

 

Meyer Sound

leo_meyerNello stand Meyer siamo finalmente riusciti a sapere qualche cosa di più del nuovo nato sistema LEO. Come ci ha spiegato il gentilissimo Scott Gledhill per scelta della stessa azienda – e John Meyer pare abbia detto chiaramente la sua – LEO non è stato esposto in fiera e probabilmente non lo si vedrà neppure in futuro. “A noi interessa che le persone lo ascoltino…” più o meno è quello che ci ha riferito Scott.
Peccato perché ad essere onesti a noi interessava vedere alcuni particolari del rigging e della finitura. In ogni caso dalla presentazione approfondita che abbiamo avuto in esclusiva apprendiamo che, come da tradizione, ogni componente di LEO è interamente realizzato dall’azienda Meyer Sound in California e che, con grande stupore, il sistema è di fatto un due vie. Alla domanda diretta sul perché di questa scelta la risposta è stata molto semplice: “John è da sempre convinto che meno incroci ci sono in un diffusore, più diventa semplice lavorare sulla coerenza di fase evitando tutti i possibili disturbi dovuti alle interazioni nelle zone di crossover…”. Chiaro e semplice, come dargli torto. E’ oggettivamente credibile se l’affermazione viene fatta da un’azienda come Meyer Sound.
Tutte le varie caratteristiche possono essere lette nel sito esclusivamente dedicato a LEO ma quello che è più importante, oltre a ciò che vi abbiamo riportato sopra, è che al solito l’obbiettivo è fare un sistema dalla risposta molto lineare, potente ma soprattutto dove ogni elemento deve semplicemente riprodurre lo spettro di frequenza a lui assegnato in maniera coerente e costante.
Proprio al fine di lavorare al meglio questo nuovo prodotto e tutto il resto della gamma Meyer Sound in Italia, Grisby Music, distributore storico da oltre 25 anni del marchio Meyer Sound, in accordo con la casa madre e coinvolgendo un paio dei suoi più validi agenti che da sempre hanno promosso e lavorato il marchio nel nostro Paese, ha creato una struttura apposita per la distribuzione esclusiva dal nome Linear Sound (sito in costruzione: www.linearsound.it).
L’attuale e futura clientela Meyer Sound potrà così usufruire del supporto più adeguato possibile per quanto riguarda le tecnologie d’avanguardia di questo prestigioso e innovativo marchio leader nell’Audio Professionale.
Presto il comunicato ufficiale e più specifico da parte dei diretti interessati…
Ma non finisce qui perchè da Meyer Sound, anche se non si trattava proprio di una news dell’ultimo momento, vogliamo segnalare il nuovo ed atteso loudspeaker manager Galileo Calisto, una nuova versione del famoso Galileo. Nel video sotto le prime informazioni per sapere di cosa si tratta…

info: www.meyersound.com
info: www.grisbymusic.com

 

Nexo

L’azienda francese presenta il subwoofer LS18, compatibile sia con i sistemi line array GEO S12 che con la Serie PS. Include un singolo woofer da 18” ed è piuttosto leggero. LS18 può essere appeso o montato a terra, ed offre una risposta in frequenza (+/ 3 dB) pari a 30 Hz-120 Hz, sensibilità nominale di 107 dB (1 W/1 m) e 137 dB di massima SPL .In fiera è presente anche la serie STMi, dedicata al settore installazioni, che include tre modelli (main, bass e sub) installabili in qualsiasi combinazione, al fine di ottenere i risultati e la copertura desiderati.

info: www.nexo-sa.com
info: www.jointrent.com

 

Outline

L’azienda di Flero, come abbiamo già ricordato nel primo articolo, festeggiava l’importante traguardo dei 40 anni. Riflettori puntati su GTO C-12 che è l’ultimo aggiunto alla famiglia fortunata di GTO. Con tecnologia derivata completamente dal doppio 15″ GTO, il nuovo GTO C-12 è in grado di generare potenze di uscita superate solo dal fratello maggiore, ma da un cabinet fisicamente più piccolo e leggero del 30%. Grazie al V-Power Concept e alla guida d’onda brevettata DPRWG, nonché all’impiego delle più avanzate tecnologie nel campo dei trasduttori, GTO C-12 porta la ormai familiare “impronta sonora” che ha fatto apprezzare i prodotti di Outline in tutto il mondo. Inoltre, la gamma DVS è stata re-ingegnerizzata per includere il monitoring e il controllo remoto iMode; i modelli DVS 12P e DVS 15P ora sono biamplificati tramite due amplificatori interni.

info: www.outlinearray.com

outline_pls2013

RCF SpA

Nello Stand RCF diverse novità interessanti tra le quali, in tema con questa sezione dell’articolo, HDL10-A che nasce dal successo del “fratellone” HDL20-A.
Si tratta di un sistema più piccolo ma che appartiene alla linea D-Line di RCF che, com’è noto, vuole offrire soluzioni per il touring professionale con un occhio di riguardo alle dimensioni e, perché no, ai costi visto che nel mercato dell’alto di gamma i prodotti TT+ stanno conquistandosi una fama mondiale.
HDL10-A in un chassis più piccolo e leggero alloggia un 2×8” per le frequenze medio-alte ed un driver a compressione da 2,5” in grado di assicurare quindi una buona gittata e intelligibilità.
Con Alessandro Manini, product specialist e progettista, poi ci siamo addentrati più nello specifico in tema networking ed abbiamo parlato del sistema proprietario di controllo e gestione, condiviso con dB-Techonologies, RDNet che ad oggi appare veramente come un notevole plus dei sitemi RCF.
La notizia è che da qualche tempo praticamente tutti i prodotti neonati dell’azienda nascono o RDNet ready, per i sistemi più piccoli, o già dotati di questo potente controllo di rete on board per tutti quei sistemi specificatamente dedicati al touring di un certo livello. RDNet, in poche parole, è in grado di ripensare il concetto di processamento, controllo e monitoraggio in quanto avendo una scheda DSP a bordo di ogni cabinet, è possibile indirizzare ogni singolo diffusore acustico o creare gruppi di casse acustiche e modificarne parametri come il gain, l’equalizzazione o il delay. Le altre features sono moltissime e, oltre alla già menzionate possibilità di processamento, includono l’auto riconoscimento delle unità connesse, fino alla gestione e monitoraggio della quasi totalità delle funzioni, ventole di raffreddamento incluse.
Lo step successivo, a questo punto, diventa l’implementazione del trasporto del segnale audio tramite cavo di rete che peraltro già arriva ad ogni diffusore. Possibilità non certo lontana da quello che ci dice e non dice Alessandro…

HDL20A

info: www.rcf.it

 

Console di missaggio

Allen&Heath

Dall’esperienza dei mixer GLD e la serie digitale iLive Allen&Heath introduce il nuovo Qu-16 un mixer digitale dal prezzo interessante e con possibilità di essere inserito nello spazio di un rack e, ovviamente, in maniera tradizionale poggiato su di un piano. Stiamo parlando di un banco live da 16 ingressi mic/line, 3 ingressi stereo, 4 stereo FX con ritorni dedicati, 14 mixes (compresa LR, 10 con mixes, più due bus dedicati agli FX), 12 canali di elaborazione, un’uscita digitale AES, microfono per talkback, uscita 2-Track e altre importanti connesisoni.
Cinque DSP ad alta velocità su base dual core sono in grado di fornire la potenza necessaria per il processamento di ogni canale e sopperire al funzionamento della sezione FX, con ampio spazio residuo di memoria come “riserva” o utilizzabile per gli aggiornamenti futuri.
Qu-16 è dotato di un monitor ad alta risoluzione (800×480) touchscreen a colori con un’organizzazione molto intuitiva che permette l’accesso facile a tutte le principali funzioni. In linea con l’interfaccia utente iLive, la Superstrip prevede manopole di controllo per i parametri fondamentali del canale selezionato, come guadagno, HPF, EQ parametrico, soglia del gate, soglia del compressore e pan.
A&H dSNAKE, basato su protocollo proprietario a bassa latenza, consente il collegamento audio del mixer tramite singolo cavo Cat5 digitale ad uno stage rack remoto, come ad esempio l’AR84 o AR2412, ed è compatibile con sistema di personal mixing ME, altra interessante novità di A&H.
Il sistema ME è risultato molto ben fatto ma soprattutto è il primo che tramite l’apposito “switch” MEU è in grado di accettare praticamente ogni formato digitale disponibile in commercio. Comodo e utile!

info: www.allen-heath.com
info: www.grisbymusic.com

 

Cadac

Da Cadac la nuova CDC EIGHT 16 Fader che nasce sulla scia della console più grande – CDC EIGHT 32 Faders – che ormai vediamo da qualche tempo esposta in fiera. Si tratta di un mixer con 16 fader di controllo che può essere dotata di differenti configurazioni di moduli I/O tramite il protocollo CADAC Comms per un totale di 144 input. La superficie di controllo è ben fatta e lo schermo LCD ha un particolare scrolling display che aiuta molto la visualizzazione delle informazioni. Da Cadac assicurano che il sound è all’altezza ma, in tutta onestà, l’auspicio è che questo nuovo mixer vada ad incontrare una fascia di mercato più mirata perché la sorella maggiore non pare aver avuto molto successo se comparata ad altri brand leader.

info: www.cadac-sound.com

 

DiGiCo

La vera notizia di casa DIGiCo quest’anno è stata che, per la prima volta dopo anni, non c’era una console digitale nuova! DiGiCo però rinnova la console SD9 con due nuovi modelli, SD9B dedicata al mercato broadcast e SD9T, indirizzata al mondo del teatro.
SD9T offre tutte le funzioni avanzate della sorella maggiore SD7T ma in un frame più compatto.

Il nuovo software aumenta il già elevato numero di funzioni onboard della SD9 Supercharged, con un significativo incremento in termini di numero di canali, EQ dinamici, compressori multibanda e matrici, oltre all’aggiunta di DiGiTuBes, riordinamento dei buss e input multicanali (prima disponibili solo su SD7). Altre nuove features includono un pannello aux più ampio, nuove funzioni di dinamica, quali l’opzione duck e l’expander per il gate, un de-esser e tre tipi di knee per il compressore. Ci sono anche nuovi tipi di effetti, con delay multitap e ping-pong stereo. Un pulsante warmth di emulazione analogica è stato inserito su ogni canale e sono stati aggiunti due tipi di equalizzatore (Classic e Precision).
Finalmente l’introduzione dell’utilisimo software SD Convert che, come dice il nome, è in grado di convertire tra di loro le Session dei vari banchi. Gli users DiGiCo saranno contenti ed in questo modo l’azienda inglese amplia e completa ulteriormente la sua offerta per il live mixing confermandosi marchio di riferimento.
Verso la fine dell’incontro con la stampa, che tradizionalmente è il primo giorno appena aperta la fiera, veniva fatto accenno al nuovo marchio DIGIgrid che merita sicuramente un approfindimento diretto…

info: www.digico.biz
info: www.audiolink.it

 

Midas

MIDAS ha lanciato la nuova versione del software delle proprie console digitali, Generation 2, che aggiunge un rack colmo di effetti “latency-compensated” e processori di dinamica in tutte le console della serie PRO e nell’ammiraglia XL8. I nuovi plug-ins includono un analizzatore di spettro in tempo reale Klark Teknik DN60, un effetto di tape saturation sempre Klark Teknik, un generatore di sub-armoniche, regolatore di fase multicanale in ingresso, un quinto compressore, modalità ducker per il noise gate, un’opzione “transient accent” sempre per il noise gate, e un controllo “presence” variabile per tutti i compressori.

info: www.midasconsoles.com
info: www.midasconsoles.it

 

Solid State Logic

SSL_LIVE_pls13Alla fiera ha fatto un discreto “buzz” l’azienda SSL che ha lanciato la sua prima console per live sound, denominata proprio Live. Basata sulla piattaforma di processing proprietaria SSL, Tempest, Live offre 976 inputs & outputs e 192 “percorsi” audio full processing a 96kHz, la cui configurazione risulta essere estremamente flessibile, tramite assegnazione di potenza di calcolo a canali, aux, gruppi stem e master. Tutto il processing è contenuto nella superficie di controllo, che offre una serie di connessioni I/O. E’ disponibile un’intera gamma di Stagebox che si connettono alla console via MADI,  con la possibilità di creare sistemi di ampie dimensioni tramite tecnologia SSL Blacklight, in grado di trasportare fino a 256 di audio e controlli bidirezionali su un singolo cavo in fibra.
La superficie controllo unisce i touch screen multi-gesture touch in stile tablet, con un hardware dall’ergonomia elegante, consentendo al fonico di lavorare nel modo più adatto alle proprie esigenze.
Il marchio è di blasone, il progetto è sembrato interessante ma il ritardo sulla concorrenza, che ha dimostrato in molti casi affidabilità e qualità, è molto. Semplice, dovrà dimostrare sul campo di cosa sia capace e farsi largo tra le righe dei riders delle produzioni più importanti. Ci rivediamo tra un anno almeno…

info: www.solid-state-logic.com

 

Soundcraft

Soundcraft lancia Si Expression 1, 2 e 3 che offrono rispettivamente 16, 24 e 32 fader ed ingressi microfonici; i tre banchi sono in grado di gestire 66 connettendo una qualsiasi stagebox Soundcraft, incluse le nuove Mini Stagebox 16 e 32 (16 x 8 e 32 x 16) o tramite connessione MADI o AES/EBU.

SiExpression

Il mixer include unità di processing BSS, dbx, Lexicon e Studer e molte features top-end come un touchscreen a colori, controllo remoto su iPad tramite ViSi e tecnologia Soundcraft FaderGlow.

info: www.soundcraft.com

 

Power Amp, DSP, Networking

Alcons Audio

In fase di ultimazione sono i controller amplificati Sentinel: con 4-in/4-out, ingressi AES/EBU a 192kHz, processore Linux-based, potenza pari a 10kW, e controllo su touchscreen a colori. Li avevamo visti a JTSE a Parigi qualche mese fa, belli…

info: www.alconsaudio.com

 

ALC NetworX

Chi è questa azienda tedesca diranno in molti di voi? In fiera si è fatto un gran parlare dell’ennesimo sistema di networking da un nome a noi piuttosto familiare, Ravenna, anche se per la verità esiste in fase più o meno sperimentale da qualche anno. Con una trovata di dubbio gusto infatti il team ALC ha chiamato il proprio protocollo col nome della città in cui è custodita la tomba del Sommo Poeta Dante Alighieri. Ergo la tomba di Dante con ovvio riferimento al concorrente diretto…
A parte questo, nonostante io stesso abbia ripetutamente chiesto allo stand qualche informazione in più, tutto quello che sono riuscito a sapere è scritto nel loro sito internet e recita una lezioncina che non dice nulla di particolare: Ravenna è un nuovo protocollo per la trasmissione di dati audio in tempo reale basato su tecnologia IP e può operare su di un livello uguale o superiore a layer 3, assicura latenze bassissime, massima trasparenza nel suono e può sfruttare le normali reti IP based.
In ogni caso lo stendardo Ravenna, probabilmente vera novità in merito al prodotto, campeggiava per la prima volta anche nello stand del famoso produttore tedesco di console per post produzione audio, guarda caso sempre tedesco, LAWO. Questo particolare e le voci di corridoio ci suggeriscono che Ravenna merita di essere preso in grande considerazione e non mancheremo di indagare oltre appena possibile.
Ne riparleremo presto!

info: ravenna.alcnetworx.com

 

Antelope Audio

L’interfaccia Orion32 offre conversione AD/DA di 32 canali e audio master clock in una singola unità rack. Il mixer, elegantemente integrato nel pannello di controllo, garantisce una latenza estremamente bassa di mix e monitoring, distribuibili utilizzando il pannello e facilitando il routing.

Orion32

Ad esempio, si possono portare i 32 canali di play USB ai “canali mix” e gli ingressi MIX L/R ai DAC 1 e 2, fornendo un mix bus stereo ai canali DAC 1 e 2. Il mixer a latenza zero dispone delle funzioni base di un mixer reale, quali Solo, Mute, Pan, Volume controllato da fader e un Master Fader.

info: www.antelopeaudio.com

 

APEX

La nuova Intelli-series consiste di due sistemi di management, Intelli-X² 26 (2 in, 6 out) e Intelli-X² 48 (4in, 8 out), in grado di gestire funzioni di allineamento ed equalizzazione di un sistema audio, e dotati di crossover IIR e FIR.

IntelliSeries

La Intelli-series offre un processing interno “scalabile” da44.1 kHz a 192 kHz, mantenendo la piena compatibilità con i formati standard e ad alte frequenze di campionamento. Gli ingressi sono dotati come standard di convertitori della frequenza di campionamento, inseribili dall’utente quando richiesto.
Hera è stata aggiornata così da misurare non solo la pressione sonora media e di picco in un periodo di tempo, ma ora è anche in grado di rilevare tentativi di manomissione del sistema. Hera include anche due uscite logiche utilizzabili per controllare apparecchi esterni o per bloccare l’alimentazione qualora si superi un valore soglia.

info: www.apexelectronics.com

 

Ashly

Da Ashly, marchio storico nel settore dell’audio made in USA, due nuovi processori di segnale. Il 3.6SP (3-in x 6-out) e il 4.8SP (4-in x 8 out) sono due nuovi processori di segnale che si rendono adatti sia ad un utilizzo prettamente live sia nelle installazioni fisse. La serie SP è dotata di semplici comandi sul pannello frontale per un accesso immediato alle impostazioni. Le porte USB sul pannello anteriore e posteriore consentono di programmare il DSP tramite piattaforma Protea di Ashly, il software dedicato, ed impostare un sistema di sicurezza protetto tramite password per evitare manomissioni.
Con delay impostabili fino a 682ms su ingressi ed uscite, la SP-Series può fungere da processore front-end per pilotare linee di ritardo. Caratteristica apprezzabile è che i tre ingressi sul 3.6SP offrono un plus interessante laddove molti concorrenti si fermano a due.

info: www.ashly.com
info: www.etabeta-el.it

 

Bose

Bose Professional ha aggiornato la piattaforma PowerMatch con quattro nuovi modelli. PM8500 (8 canali, 4000 watts total rated power), PM8250 (8 canali, 2000 watts total rated power), PM4500 (4 canali, 2000 watts total rated power) e PM4250 (4 canali, 1000 watts total rated power).
Gli ingegneri Bose hanno ottimizzato le prestazioni utilizzando un robusto amplificatore in Classe-D e un design di alimentazione in grado di manternere al massimo la performance anche in presenza di variazioni inaspettate nella tensione, nella temperatura e nel carico. Configurabile tramite tecnologia QuadBridge, ciascun amplificatore può combinare 2 o 4 canali di uscita, dimostrando flessibilità nella gestione di potenze ed impedenze differenti.

info: www.bose.com

 

BSS Audio

BSS Audio ha integrato il protocollo AVB nella gamma Soundweb London di processori di segnale digitali con l’aggiunta di due modelli. I nuovi Soundweb London BLU-805 e BLU-325 sono versioni AVB dei precedenti BLU-800 e BLU-320 CobraNet. Ciascun apparecchio offre fino a 16 ingressi ed uscite, configurabili in banchi da quattro. Le card opzionali includono ingressi analogici mic/line con Phantom Power, uscite analogiche, ingressi digitali (AES/EBU e S/PDIF), uscite digitali, Soundweb London AEC Input Card e Soundweb London Telephone Hybrid Card. BLU-805 e BLU-325 gestiscono 64 canali AVB in ingresso e 64 in uscita a 48kHz, o 32 canali a 96kHz. Configurazione, controllo e monitoring sono gestiti da HiQnet London Architect.

info: www.bssaudio.com

 

Camco

Il nuovo iD4 include un amplificatore stereo in Classe H, in grado di erogare 1900W per canale su 4 Ohm e 1500W per canale su 2 Ohm, nonché 3800W in modalità Bridge Mono. Il DSP on board offre 100 preset, 10 filtri parametrici per input/output, delay, limiter, inversione di fase, input gain da -48 a +12 dB e un sistema di routing per ingressi e uscite totalmente configurabile.

info: www.camcoaudio.com
info: www.jointrent.com

 

ClearCom

Clear-Com ha migliorato i suoi Tempest Digital Wireless Intercoms, con un Remote Line Extender, che incrementa ulteriormente la capacità del sistema di fornire sistemi di comunicazione wireless ultra-portatili in ambienti carichi di radiofrequenze.

tempest

Tempest 2400 è un sistema intercom a 2.4-GHz, a due o quattro canali, caratterizzato dalla funzionalità Seamless Roaming, che garantisce all’utente una copertura wireless continua in spazi di ampie dimensioni. Il nuovo Tempest Remote Transceiver Line Extender aumenta la portata del sistema di 914 metri con un singolo Line Extender o 609 metri per Line Extender, nel caso si utilizzino più unità.

info: www.clearcom.com
info: www.sisme.com

 

Four Audio

Audinate, i creatori della soluzione di networking digitale Dante, e il partner OEM Four Audio hanno lanciato due prodotti.

Four_Audio_DBS1

DBS1 è una breakout box a due canali, basata sulla soluzione Dante Ultimo. La piccola unità include due ingressi analogici bilanciati con sensibilità selezionabile (-46 to +14 dBu), switchable alimentazione phantom 48V, un filtro low cut e gamma dinamica di 118 dB. Le due uscite analogiche erogano fino a 14 dBu.

DBO1 è una breakout box “Dante enabled” dotata di 8 uscite analogiche e 4 uscite AES opzionali. La nuova configurazione offre 4 ingressi analogici bilanciati con sensibilità da -46 a +14 dBu ed alimentazione phantom 48V o ICP constant current supply. Quest’ultima opzione è indicata per applicazioni di misurazione industriale in cui si utilizzino diversi sensori distribuiti in una certa area.
In conclusione, parlando di Audinate e Dante, dobbiamo anche osservare come questo protocollo sia ormai praticamente diventato uno standard e come molti produttori continuino a scommettere su di esso.

info: www.fouraudio.com

 

Lab.gruppen

Lab.gruppen ha presentato la nuova Serie IPD (Intelligent Power Drive), segnando un nuovo punto di svolta negli amplificatori networked e DSP-enabled. In un design ultracompatto, la serie IPD Series unisce per la prima volta le prestazioni e l’affidabilità degli amplificatori Lab.gruppen con una raffinata tecnologia DSP ad un prezzo estremamente competitivo.

ipd

info: www.labgruppen.com
info: www.audiosales.it

 

L-Acoustics

Nello stand del produttore francese L-Acoustics un amplificatore audio molto atteso dal pubblico che lavora ogni giorno con questo prestigioso brand, un 4×4 che non vuol dire che va a trazione integrale ma che offre 4 in e 4 out nella medesima unità. Una della maggiori particolarità è che è in grado di lavorare con voltaggi che vanno da 90 a 265 il che fa di LA4X un amplificatore adatto a diversi utilizzi. Nel video a corredo la presentazione in esclusiva. Quello che non viene detto nel video è che all’interno il cuore (Classe D) è di produzione italiana…

info: www.l-acoustics.com
info: www.sisme.com

 

MC2 Audio

La S Series “Signature Series” utilizza i migliori stadi di uscita AB bipolari insieme allo stadio brevettato da MC2 “current driven floating drive stage”, insieme controlli analogici dei livelli, per la minima degradazione possibile del segnale. Sofisticati limiter side-chain impediscono distorsione o danni agli altoparlanti, ma restano esclusi dal circuito fino al presentarsi del clipping, non compromettendo quindi il percorso del segnale in condizioni normali.

MC2_signature

Un alimentatore toroidale schermato ad alta fedeltà, insieme a ventole a basso rumore, forniscono le condizioni ottimali per lo stadio di uscita.

info: www.mc2-audio.co.uk

 

Pascal Audio

Un altro marchio che conoscevamo poco. Ha catturato la nostra attenzione perchè quest’anno si presentava insieme a CAMCO, colpa nostra che dovremmo andar tutti gli anni a cercare tra gli stand più piccoli, cosa non sempre umanamente possibile al PL&S vista la sua grandezza…
Il loro nuovo prodotto si chiama S-PRO2 e dicono sia il più piccolo modulo classe D da 1000 Watt presente sul mercato. Difficile giudicare un classe D visto nella mani dal referente dell’azienda Nikolaj Pihl ma da quello che abbiamo sentito e poi letto sembra veramente un marchio destinato a far parlare di sè. Come sempre la concorrenza c’è ed è affermata, ma “buzz” di corridoio parlano di un prodotto che merita di essere preso in seria considerazione. Staremo a vedere.

info: www.pascal-audio.com

 

Powersoft

mforceCom’è noto la vera “bomba” nello stand Powersoft è stato il prototipo di sub M Force amplificato da finale dedicato M Drive. Per sapere quello che al momento è possibile sapere però vi rimando all’altro articolo, andatelo a leggere, merita!
Il progetto comunque ha attirato diversi curiosi – tra i quali alcuni personaggi molto noti nel settore – e si attende solo che qualche azienda esca con un prodotto commerciale che sfrutta questa tecnologia dato che in Powersoft, che storicamente non produce casse acustiche, ci fanno capire che non intendono addentrarsi in questi territori.
Powersoft ha poi annunciato il licensing di Audinate Dante nei propri amplificatori. I primi prodotti che integreranno Dante saranno quelli della serie Ottocanali, la cui versione “networkable” sarà lanciata in autunno. Powersoft fa inoltre affidamento sullo sviluppo pianificato da parte di Audinate di soluzioni AVB, così da potere offrire una soluzione Dante/AVB nel medio periodo.

info: www.powersoft-audio.com
info: www.sisme.com

 

Riedel Communications

Riedel ha ampliato la propria linea di prodotti AVB compatibili con il lancio della linea Connect AVB (Audio Video Bridging), interfacce che consentono il trasporto in tempo reale di segnale analogico o AES3/EBU digitale su reti AVB-compatibili.
I due prodotti si chiamano rispettivamente Connect A8 e Connect C8.

info: www.riedel.net

 

Cables and connectors

Link cable

Allo stand dell’azienda Romana Link abbiamo avuto il piacere di fare una interessante chiacchierata sulla situazione del mercato italiano ed estero con Marco Piromalli che conferma quello che abbiamo già scritto nel primo articolo dedicato alla scottante tematica. Nel caso specifico Link collabora da anni con prestigiosi marchi internazionali, fornendo soluzioni tecniche affidabili e molto apprezzate riuscendo per questo a farsi largo anche nei mercati esteri…
Venendo ai prodotti, Marco ci ha mostrato alcuni nuovi connettori sui quali Link ha fatto un grande lavoro su ergonomia e finitura; molto bello e durevole quello in cromatura nera.
Per quanto riguarda il “mondo audio” Link ha introdotto recentemente un nuovo sistema digitale, affiancabile al noto DG-Link, con 16 IN e 16 OUT e basato su protocollo DANTE, andando a soddisfare la richiesta di un mercato che sembra ormai credere molto a questo sistema di trasmissione audio. Altre novità ed ottimizzazioni riguardano proprio il sistema DG-Link che adesso può contare su dei nuovi switch a rack espressamente dedicati, ed utilizzabili anche stand-alone, basati su tecnologia Cisco. In ambito cavi non mancano le novità con una particolare attenzione ad alcune nuove linee dedicate al trasporto in fibra.

info: www.linkitaly.com

 

Tasker

Sempre molto colorato e di effetto lo stand di Tasker che quest’anno proponeva un nuovo tipo di esposizione dei cavi, cosa apparentemente banale ma decisamente importante quando occorre verificare la qualità di un cavo in una situazione quale una fiera può essere. Fabrizio Milano infatti ci ha mostrato alcuni nuovi cavi specificamente dedicati al settore audio e ci ha parlato della grande ricerca che Tasker sta facendo nella realizzazione di tutte quelle nuove tipologie di cavo che il mercato ad oggi richiede. In particolare stiamo parlando di cavi Ether-Sound e nuovi cavi USB2 e USB3.
I cavi schermati USB 2 e USB 3 High Speed hanno caratteristiche molto simili e risultano essere flessibili e resistenti per installazioni fisse e mobili e per la realizzazione di cavi assemblati con connettori USB2 standard A – B type o appunto connettori High Speed. Adatti anche per linee di trasmissione seriale digitali ed interfaccia di apparecchi: Audio, Video, Tablets, Smart-Phone, PC etc.  Stesse caratteristiche per i cavi USB3 ma con particolare attenzione alla ricerca.

info: www.tasker.it

 

Neutrik

Sempre molto scenografico il cavo immerso nella vasca piena d’acqua di Neutrik del quale non si sa molto altro se non quello che c’è da sapere: è resistente all’acqua!

info: www.neutrik.com

 

Microphones, Recorders & Accessories

Beyerdynamic

Il nuovo microfono TG D50d è stato studiato per essere il massimo in termini di multifunzionalità. Il corpo corto e compatto ed il supporto antivibrazioni incorporato lo rendono particolarmente versatile e riducono al minimo le problematiche relative alla gestione nei palchi particolarmente difficili. La capsula dinamica di grandi dimensioni in configurazione cardioide, è completamente isolata da una sospensione pneumatica per eliminare fastidiosi rumori meccanici.

info: www.beyerdynamic.com
info: www.dbtechnologies.com

 

DPA-dfactoDPA

Il microfono per voce d:facto II ha fatto il suo debutto europeo. Questo microfono offre qualità da studio in contesti live, dando ad artisti e fonici anche il benefit aggiuntivo del sistema adattatore allo stato dell’arte, che consente una perfetta integrazione della capsula con molti sistemi wireless professionali, senza alcuna perdita di qualità del suono. Il pattern supercardioide e l’elevata definizione garantiscono separazione e timbrica ai massimi livelli. E’ inclusa una griglia di protezione a tre stadi per la rimozione dei rumori indesiderati.

info: www.dpamicrophones.com

 

JoeCo

BlackBox App permette il controllo remoto e il monitoraggio dei registratori e dei player BlackBox. Progettata per Apple iPad, BlackBox App fornisce il metering ad alta risoluzione di tutti i canali e controlli per il trasporto, nonché accesso al menu e al setup delle unità controllate.

info: www.joeco.co.uk

 

Lewitt

Grandissimo successo per questo marchio che avevamo già adocchiato allo scorso NAMM. Lewitt ha presentato due nuovi modelli nella serie MTP Live : MTP 940 CM (microfono a condensatore) e MTP 840 DM (microfono dinamico). In particolare, MTP 940 CM vanta caratteristiche generalmente riscontrabili nei migliori condensatori da studio.

MTP940

Tre pattern polari – cardioide ampio, cardioide e supercardioide – garantiscono massima flessibilità. Un filtro passa-alto a tre posizioni permette una gestione ottimale dell’effetto prossimità. Infine, un selettore pad a tre posizioni consente di mantenere prestazioni “clip-free” anche in contesti caratterizzati da elevate SPL.
Sul redazionale di ZioMusic.it dedicato ai prodotti audio troverete di più, ma i mics in test allo stand hanno veramente convinto tutti e, per di più, conservano dei prezzi decisamente abbordabili.

info: www.lewitt-audio.com

 

Prism Sound

La famiglia Lyra di interfacce è indirizzata a musicisti, compositori, project studio, DJ, re-mixer, e servizi radio o podcasting. Basata sulla pluripremiata Orpheus, Lyra ne mantiene la circuiteria, ma in un package più contenuto e ad un prezzo più competitivo. Ne saranno lanciate diverse versioni; al momento sono state presentate Lyra e Lyra 2, entrambe dotate di un nuovo processore ‘Xcore’ ARM Cortex-based per garantire un interfacciamento USB class-compliant, più un DSP e un mixer a bassa latenza per il foldback monitoring. Entrambi i prodotti includono connettività ottica SPDIF mentre Lyra 2 supporta anche il formato ADAT.

info: www.prismsound.com

 

R.M.E.

R.M.E. ha presentato due interfacce: Octamix XTC e MADIface XT. OctaMix XTC è il coltellino svizzero delle interfacce RME, ed è dotata di otto preamplificatori microphone/line/instrument con conversione A/D a 192 kHz/24 bit, AutoSet, quattro canali di conversione D/A per il monitori, e full MIDI remote control tramite USB, DIN e MADI. ADAT, AES e MADI operano sia come uscite che come ingressi “full-channel”, patchabili ed assegnabili tramite display TFT – trasformando la XTC in vero convertitore di formati digitali.

OctamicXTC

MADIface XT, la prima interfaccia audio USB 3.0 al mondo, offre non solo 3 MADI I/O con 64 canali ciascuno, ma anche due ingressi 2 mic/line, 2 XLR line e un’uscita cuffie stereo, più un AES/EBU I/O – per un totale di 196 ingressi e 198 uscite.

info: www.rme-audio.de

 

Sennheiser

Sennheiser annuncia la release della versione 4.0 del software Wireless Systems Manager. L’aggiornamento facilita l’installazione di un sistema wireless e coordina le frequenze di microfoni e personal monitor, mostrando i parametri più importanti in una singola schermata. Il software riporta anche una descrizione dettagliata dello spettro, dei canali bloccati, degli apparecchi da inserire nel sistema e dell’affidabilità delle frequenze selezionate.

Wireless4_1

Gli utenti possono importare una propria lista di frequenze autorizzate, che il software userà per pianificare il set-up del sistema; è anche possibile importare interi scan dello spettro, consentendo una corretta pianificazione delle frequenze da utilizzare. Il layout dello spettro può essere modificato così da rispettare le band LTE e i canali TV dei diversi Paesi in cui ci si trova a lavorare.

info: www.sennheiser.com
info: www.exhibo.it

 

XTA

Ha debuttato la card opzionale analogue to digital per il nuovo sistema di distribuzione audio DS8000. La card fornisce 8 canali di conversione A/D a 24 bit con frequenza di campionamento selezionabile fino a 192kHz. La frequenza di campionamento è indicata tramite LED tri-colore vicino alle prese D-type a 25 pin sul pannello posteriore.

xta

Questo socket (che può accettare qualsiasi cavo breakout in formato Tascam AES) consente anche di splittare ciascuno stream AES in due posizioni ‘A’ e ‘B’, isolate tra loro, così ogni ingresso può splittare 2 x uscite analogiche “transformer balanced”, 2 x uscite “electronically balanced” e 2 x uscite AES. La card include anche un connettore BNC per il sync al word clock.

info: www.audiocore.co.uk
info: www.audiosales.it

 

Yamaha

Yamaha ha lanciato una serie di card di espansione che portano la connettività Dante alle console della Serie CL. I banchi erano presenti in fiera insieme a tutta la gamma di opzioni I/O, tra cui Rio3224-D, Rio1608-D, Ri8-D e Ro8-D. Anche i “vecchi” M7CL e LS9 potranno usufruire della nuova funzionalità tramite card DANTE-MY16-AUD
Da Yamaha anche e soprattutto una nuova piattaforma dedicata alla post produzione audio veramente molto interessante, NUAGE. Al solito il sempre disponibile Sandro Chinellato ci ha fatto una presentazione in esclusiva che potete vedere nel video sotto.

info: www.yamahaproaudio.com

E con questo, per quanto riguarda l’approfondimento sull’audio, credo che per adesso possa bastare. Voglio ricordare che, nonostante il nostro articolo sia oggettivamente vasto ed esaustivo, non sono state trattate tutte le novità del PL&S 2013 ma sono state scelte le più interessanti, tralasciando tutti quei prodotti che erano già stati pubblicati su ZioGiorgio.it nella rassegna stampa giornaliera. Se avremo notizia di altre news e comunicati ve ne daremo notizia immediatamente.
Prima di congedarmi vi lascio il link dei colleghi di ZioMusic.it dove potete trovare tutte le novità strettamente legate al mercato musicale e della post produzione audio.

Link articolo ZioMusic: http://www.ziomusic.it/2013/04/15/musikmesse-2013-recording-e-studio/

Aldo “Hucchio” Chiappini
Alex Panella
ZioGiorgio Network
© 2011 – 2012 NRG30 srl. All rights reserved

 

 

Vai alla barra degli strumenti