Intervista a Donald J. Wich: Francoforte 2014

Mancano meno di due settimane all’edizione 2014 di Prolight+Sound,  fiera dedicata al professional entertainment e di Musikmesse, manifestazione che accoglie le aziende legate al mercato degli strumenti musicali.
Come ogni anno l’attesa è tanta, gli espositori già da qualche tempo hanno messo in moto gli uffici stampa e qualcuno ha già mostrato le carte svelando novità e prodotti attraverso i tanti comunicati stampa che stanno riempiendo le nostre caselle mail.

Ed è proprio per questo che ZioGiorgio International Network ha previsto un’area appositamente realizzata per l’occasione denominata “PL+S Flash news”, così da offrire praticamente in tempo reale ai propri lettori aggiornamenti su prodotti ed indicazioni sulla logistica e gli eventi organizzati nei vari stand. Ma non finisce qui, perché a breve andranno on-line anche le nostre interfacce con layout speciale e dedicate all’importante appuntamento fieristico. In queste sezioni, divise per PL+S su ZioGiorgio.com/it e MusikMesse su ZioMusic.it troverete articoli, foto e video direttamente dalla fiera. Il team di ZioGiorgio sarà presente con ben otto persone, pronte e attrezzate, col solo obbiettivo di granatire una copertura capillare della fiera e raccontarvi tecnologie e prodotti con la solita obiettività e curiosità che da sempre ci contraddistinguono.

francoforte_2

Ma cosa aspettarsi da questa edizione 2014? Con quali premesse si apriranno i cancelli il prossimo 12 marzo?
Abbiamo intervista Donald J. Wich Amministratore Delegato di Messe Frankfurt Italia proprio per sondare il terreno, per capire più nel dettaglio quali sono i meccanismi e le linee guida di una fiera che ha avuto una crescita costante negli anni e che, anche anche a questa tornata, si presenta con premesse decisamente interessanti per un mercato che forse – e ripeto “forse” sottovoce e con la dovuta cautela – comincia a vedere qualche spiraglio di luce…

ZioGiorgio.it: Prolight+Sound e Musikmesse è ormai considerato come il più importante evento dell’anno per l’intero settore. Qual è stata secondo voi la formula che ha reso vincente questa manifestazione negli anni?

Donald J. Wich: il successo di Musikmesse e Prolight+Sound nasce dalla combinazione di diversi fattori. Le due manifestazioni presentano innanzitutto un’offerta espositiva unica nel suo genere grazie alla partecipazione di oltre 2.280 aziende. Prolight+Sound è l’unico evento al mondo a rappresentare l’intero settore della tecnologia per eventi. Musikmesse copre la catena del valore del mondo della musica. La concomitanza tra le due fiere crea sinergie e rende Francoforte polo catalizzatore per i professionisti della musica e dello spettacolo.
Il secondo aspetto è l’elevato livello di partecipazione internazionale. Degli oltre 2.280 espositori, 1.450 provengono dall’estero. Oltre 42.300 visitatori sono stranieri e arrivano a Francoforte da Olanda, Francia, Italia, Svizzera, Gran Bretagna, Belgio, Austria, Russia, Svezia, Polonia e da molti altri Paesi.
Infine, un altro fattore di particolare importanza è rappresentato dall’ampio programma di eventi collaterali, workshop, conferenze, spettacoli live in grado di richiamare appassionati e operatori del settore.

donad

Donald J. Wich

ZioGiorgio.it: da anni ormai si parla di una non meglio definita “crisi” nel settore, anche se in verità in alcuni casi i segnali sono in controtendenza.
Visitatori ed espositori a PL+S/MusikMesse non sono mai in diminuzione, spesso anzi aumentano. La stessa organizzazione ha inoltre ampliato gli orizzonti con nuove fiere sia in Asia sia in Russia. Qual è la visione del mercato ad oggi da un punto di vista privilegiato e globale quale il vostro può essere?

Donald J. Wich: a Francoforte l’interesse degli operatori professionali verso il settore è sempre molto alto. Lo scorso anno Musikmesse e Prolight+Sound hanno registrato un nuovo record per numero di visitatori: 113.000 da 142 Paesi (2012: 109.481 visitatori, 120 Paesi). Di particolare rilievo l’aumento degli espositori presenti a Prolight+Sound, oltre 900 nel 2013 (2012:878), segno che esportare è sempre più una necessità in questo contesto economico.
Lo dimostra l’attenzione verso le nostre manifestazione d’oltreoceano, in particolare verso la Cina, uno dei tre mercati più rappresentativi per la musica insieme a Giappone e Stati Uniti. Nel 2013 45 aziende hanno partecipato in collettiva italiana a Music China, fiera di riferimento sul mercato asiatico che conta la partecipazione di 1.680 espositori e oltre 68.600 visitatori. Anche la Russia rappresenta un mercato potenzialmente molto interessante.
Tra il 2012 e il 2018 lo stato investirà 5 miliardi di euro in programmi a supporto della cultura. Parte dell’investimento sarà destinato al rinnovo delle attrezzature per teatri e spazi per concerti.

ZioGiorgio.it: cosa dovranno aspettarsi i visitatori per Prolight+Sound e MusikMesse di quest’anno, oltre ovviamente alla tante novità proposte dagli espositori? C’è qualche cosa di nuovo nella formula della fiera?

Donald J. Wich: per quanto riguarda Musikmesse la suddivisione dei padiglioni resterà quasi invariata rispetto allo scorso anno. L’area dedicata al mondo dei pianoforti sarà più ampia con pianoforti verticali, a coda e strumenti storici a tastiera.
Come di consueto, verranno conferiti diversi importanti premi come per esempio il “German Musical Instrument Award” consegnato dal Ministero Federale per l’Economia e la Tecnologia al produttore tedesco di strumenti più meritevole in termini di artigianalità e qualità musicali.
Dopo il successo della passata edizione, anche quest’anno è prevista l’apertura della fiera al pubblico a partire da venerdì 14 marzo pomeriggio. Prolight+Sound, oltre ad un’ampia offerta espositiva, proporrà un vasto programma di seminari suddiviso in tre principali sessioni tematiche: tecnologie per eventi, media system e VDT academy – evento organizzato dall’ Association of German Sound Engineers.
La conferenza Eventplaza tratterà invece nell’arco di tre giorni diversi temi d’attualità per il settore degli eventi quali nuovi trend e strategie. Il 12 marzo ospiterà I-ESC – International Event Safety Conference, incontro dedicato alla sicurezza durante gli eventi.

ZioGiorgio.it: a proposito del format della manifestazione, se possiamo permetterci di fare un piccolo appunto, che di fatto amplifica la voce dei nostri lettori, è che spesso non c’è la reale possibilità di interazione con gli strumenti esposti. Ci sono idee in proposito per dare la possibilità di testare sul campo i “ferri del mestiere”?

Donald J. Wich: durante i giorni di manifestazione i prodotti presentati in fiera verranno testati nelle numerose aree speciali e nel corso di un articolato programma di dimostrazioni live. Gli eventi del Concert Sound Arena e del Live Sound Arena, per esempio, permetteranno ai professionisti del settore di apprezzare i sistemi di amplificazione e gli impianti di diffusione sonora presentati dagli espositori di Prolight+Sound in condizioni audio realistiche. Le qualità degli strumenti presentati dagli espositori di Musikmesse verranno messe in risalto dagli spettacoli che si terranno sui due palcoscenici dell’Agora Stage, posizionati tra le hall 3, 4 a 5.

Musikmesse -prolight+sound 2013

ZioGiorgio.it: la fiera di Francoforte come complesso è enorme e, soprattutto nella sua parte open air, si presta ad ospitare concerti ed eventi in genere, magari nel post fiera in orari serali. Avete qualche cosa in programma anche in questo senso?

Donald J. Wich: concerti ed eventi si concentrano prevalentemente durante gli orari di apertura della fiera. Nel post fiera segnaliamo l’evento “BigCityBeats 10 Years Birthday” che si terrà venerdì 14 marzo alle ore 21:00 presso la Festhalle e che vedrà la partecipazione dei seguenti ospiti: Fedde Le Grand, W&W, Stefan Dabruck BigCityBeats Residents Marco Petralia, Steve Blunt, Sebastian Gnewkow, Sidney Spaeth & Friends.

Aldo Chiappini
ZioGiorgio Staff

Vai alla barra degli strumenti