Tony Newton si avvale delle qualità di MixDream

Tony Newton, tecnico del suono di Iron Maiden e bassista dei Voodoo Six, ha recentemente mixato un paio di canzoni dei Maiden per uno speciale TV utilizzando MixDream.

Tony, molto colpito dalla qualità del suono e la differenza del mix “in-the-box” ha dichiarato “… Puoi sentire la differenza subito, è stato incredibile. Ha dato al missaggio un vero calore e sentimento analogico. La profondità e la larghezza era incredibile, cosa che normalmente non si ottiene dalle registrazioni e mix digitali. Ho intenzione di utilizzare MixDream su tutto”.

MixDream_front

Questa capacità di dare alle registrazioni digitali calore, larghezza e profondità o ​un suono normalmente associato ad apparecchiature analogiche, è ciò che rende MixDream interessante. Almeno questo è il parere di molti professionisti, come il Visionary Music Group, di cui Tom Gioia e Andy Snitzler sono utenti soddisfatti di MixDream: “Il nostro campo stereo è divenuto più grande, più profondo e più ampio. La sensazione della fascia bassa estesa ha riscaldato il tutto piacevolmente.”

Le differenze tra le prestazioni di MixDream e il digitale “in-the-box” possono essere facilmente individuate. Il fatto che MixDream sia in grado di migliorare un mix è stato attestato da molti. Quando Fritz Fey ha recensito MixDream per Studio Magazine (09/2004), ha affermato: “Non potevamo crederci, ma le differenze erano più sorprendenti di quanto abbiamo mai immaginato ─ nonostante il Mix Engine di Nuendo non è considerato affatto male. Il mix proveniente da MixDream ha creato un’immagine stereo più ampia ed aperta, il suono era meglio definito e più leggero nella fascia alta, ma con bassi più rotondi e pieni, così come un’evidente atmosfera più profonda.”

info:  www.midimusic.it

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti