TOA al Madame Tussauds

Se si desidera incontrare una celebrità senza essere invasi da paparazzi, è necessario rivolgersi a Madame Tussauds. Con sedi in Europa, Asia, Australia e Stati Uniti, Madame Tussauds mira a creare incontri indimenticabili e gratificanti, realizzati attraverso la passione per la cera. Come può un’esperienza essere indimenticabile senza un suono di qualità? David Prentice di Dale Pro Audio ha lavorato fianco a fianco con Kevin Wilkin di TOA Electronics, Inc. per accelerare la consegna dei prodotti ordinati, letteralmente, all’ultimo minuto.

E’ stato installato un sistema di truss destinato a emulare l’ultimo tour degli U2. Si tratta di un progetto insolito per una serie di motivi. Daryl Bornstein di Daryl Bornstein audio e il suo collega di lunga data, Roger Jay di Play Sound, sono stati incaricati della progettazione e installazione di un sistema audio in una sala a cupola relativamente piccola (40′ di diametro).

Madame-Tussauds-2

Il sistema scelto è stato il TOA HX-5 Variable Dispersione Speaker, appeso anche nel traliccio centrale proprio come per gli U2, in grado di offrire un’ottima copertura all’interno dell’insolita stanza. Il modello verticale stretto e regolabile HX-5 Line Array Speaker, è stato spesso utilizzato per coprire lunghe distanze, e si è ben comportato anche con una profondità di soli 20 metri. Inoltre, con gli altoparlanti montati nel centro è stato facilitato l’impatto con gli ospiti, creando l’effetto di trovarsi in un concerto all’interno di un’arena. Questo è l’effetto che il cliente aveva sperato di ottenere.

Madame-Tussauds-1Per una migliore copertura sono stati utilizzati più altoparlanti di quanto avevano inizialmente considerato. Sono stati installati sei stack costituiti da 1 HX-5 Variable Dispersione Speaker e 1 subwoofer FB-120 sospeso. Inoltre sono statti aggiunti 6 sub, al fine di ottenere un suono di fascia bassa omogeneo.

La trasformazione del sistema è stata ottenuta con un Symetrix Solus 8 mentre gli altoparlanti sono stati controllati da tre amplificatori della serie Electrovoice CPS2.  Il peso leggero degli altoparlanti ha reso l’installazione molto più facile del previsto.

La fase di taratura dell’impianto formato dalla combinazione tra HX-5 e FB-120, ha permesso di ottenere risultati di gran lunga migliori di quanto sperato, dimostrando che un altoparlante progettato per il parlato nelle chiese, fa un ottimo lavoro anche quando riproduce musica pop ad alto volume.

In aggiunta è stato anche chiesto di fornire un sistema per la riproduzione di un effetto “folla da stadio” nel foyer che conduce nella stanza della musica. Questa installazione è stata estremamente impegnativa a causa della forma strana della stanza, con un soffitto molto basso, e la presenza di numerosi elementi scenografici lungo le pareti. Ancora una volta, grazie al TOA H-1 Interior Design Speaker, è stato possibile fornite un suono di qualità senza una sorgente evidente senza intaccare l’estetica della stanza.

Dopo aver dipinto di nero gli altoparlanti sono letteralmente “scomparsi” nel soffitto, aggiungendo l’effetto complessivo di una camminata attraverso un tunnel pedonale dn un’arena per concerti. Gli H-1 Interior Design Speaker sono stati gestiti tramite l’utilizzo di Gilderfluke SD-25.

info: www.phoebus.it

Vai alla barra degli strumenti