Bill Fontana sceglie Meyer Sound per il MAXXI di Roma

Il Sound Artist americano Bill Fontana ha collaborato con Meyer Sound per la creazione di Sonic Mapping, un’installazione sonora permanente presso il Museo MAXXI di Roma che rende omaggio a Acqua Vergine, l’antico corso d’acqua che rappresenta il cuore e l’anima della civiltà romana. Sonic Mapping è il fulcro della mostra Museo Aperto Città Aperta, dedicata al suono, che il direttore artistico del Museo MAXXI, Hou Hanru, descrive come “l’aspetto più radicale e sperimentale dell’arte contemporanea.”

b_bill_fontana_sonic_mapping_006

Per intraprendere questo ambizioso percorso artistico, Fontana ha viaggiato lungo il percorso dell’Acqua Vergine, dalla sorgente attraverso antichi tunnel sotto le strade di Roma. Utilizzando microfoni, idrofoni e accelerometri, posizionati per registrare il suono dato dal flusso di acqua, Fontana è riuscito a catturare la diversità di suoni e l’effetto dato dalla risonanza acustica. Da queste registrazioni, Fontana ha creato una composizione musicale che evidenzia le qualità acustiche, armoniche e ritmiche e dell’acqua, dando un complemento perfetto all’architettura del museo realizzato dal noto architetto Zaha Hadid.

e_bill_fontana_sonic_mapping_003“Sonic Mapping collega gli ascoltatori a ciò che penso sia l’anima acustica di Roma, data dal suono del riflusso dell’acqua che viaggia attraverso gli antichi acquedotti della città”, afferma Fontana. “Dopo decenni passati a creare sculture sonore, ho imparato che la creazione di una sensazione di immersione in un paesaggio sonoro multidimensionale può essere raggiunto solo con la più accurata tecnologia audio. Senza, l’illusione di chi ascolta si rompe. Per questo motivo la collaborazione con Meyer Sound è importante per l’esperienza Sonic Mapping”

Fontana, che utilizza da tempo la tecnologia Meyer Sound, ha lavorato con Scott George di Autograph Sound per creare il paesaggio sonoro con due potenti strumenti creativi messi a disposizione da Meyer Sound: SpaceMap, in grado di fornire al progettista uno strumento flessibile per la gestione del suono nello spazio e la piattaforma audio digitale D-Mitri, che permette l’elaborazione del segnale e la distribuzione dello stesso. Fontana ha inoltre utilizzato altoparlanti autoalimentati MM-4XP per garantire una diffusione chiara e di impatto.

Oltre a Sonic Mapping, i sistemi Meyer Sound sono stati impiegati per le intallazioni degli artisti Philippe Rahm e Justin Bennett, che hanno richiesto 82 altoparlanti MM-4XP per le loro esposizioni. L’artista italiano Francesco Fonassi invece ha fatto uso di otto altoparlanti UPM-1P e due subwoofer RSU-1P forniti da Carlo Volpe di Fox Sound Service e Linear Sound.

g_maxxi_exhibits_002

Bill Fontana è un artista di fama internazionale capace di realizzare sculture sonore che hanno cambiato la percezione di spazi visivi e architettonici in tutto il mondo. Meyer Sound ha svolto un ruolo centrale in molti dei suoi progetti, tra le cui mostre presso il Tate Modern di Londra, SFMOMA in California, Madison Square Park a New York City e l’Imperial War Museum nel Regno Unito. Ha realizzato anche grandi progetti audio per la BBC, European Broadcast Union, Australian Broadcasting Corporation, National Public Radio, West German Radio (WDR), Swedish Radio, Radio France, e Austrian State Radio.

info: www.linearsound.it

Vai alla barra degli strumenti