Debutto europeo per Roland M-5000

Roland ha esposto ad ISE 2015 il nuovo M-5000, un sistema di mixing innovativo ed originale basato sulla tecnologia OHRCA che si basa su tre concetti chiave: è un sistema “aperto”, ad alta risoluzione e dotato di architettura configurabile.

M5000E_1031_S

Grazie ad OHRCA (Open High Resolution Configurable Architecture), Roland fornisce ai fonici la possibilità di personalizzare l’architettura del mixer sulla base delle proprie esigenze in modo semplice e veloce, con un sistema operativo proprietario, non basato su OS di terze parti ed in grado di garantire prestazioni veloci e stabilità.

RolandM500RearGestisce una qualità audio fino a 24-bit/96KHz con capacità di summing a 72-bit lineari e floating point ottimizzato per lavorare con audio a 96KHz. E’ composto da 28 fader assegnabili in varie configurazioni e layer, 24 DCA, 12 gruppi di link, 8 mute groups, 128 audio patch definibili semplicemente e in qualsiasi momento in fase di Mixing ed è in grado di gestire fino a 300 input e 296 output a 96KHz o 460 input e 456 output a 48KHz gestibili in patch-bay separate. Controlla 3 input per canale per un backup istantaneo delle linee microfoniche e può gestire 32 equalizzatori grafici e parametrici simultanei oltre ad 8 multieffetti stereo.

Oltre alle due porte REAC (Roland Ethernet Audio Communication), M-5000 ha due slot di espansione per protocolli Dante™, MADI, Waves SoundGrid® e altri. Nel pannello posteriore sono presenti 16×16 I/O analogici, 4×4 AES/EBU, interfaccia audio USB 16×16, connessione per controllo remoto via iPad, connessione wireless e altre porte di controllo GP I/O, RS-232C e MIDI. In questo modo la console può gestire fino a 300 input e 296 output, tutti a 96kHz.

info: www.roland.it

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti