Griven a Mosca per la Notte dei Musei 2016

L’evento “Notte dei Musei” è una iniziativa che si è svolta in tutto il mondo il 21 maggio 2016. A Mosca l’evento multi-sensoriale “Manege” ha attirato un vasto pubblico nella più grande struttura culturale della capitale russa e, in occasione del 199° anniversario, si è pensato di realizzare un’associazione metaforica tra presente e futuro attraverso l’utilizzo di teatro, danza e musica accentuati da un concetto di illuminazione dedicato. Per consentire di concentrarsi sulla percezione della sua essenza architettonica e artistica, la sala Manege è stata completamente svuotata e affidata come spazio aperto ad un gruppo di artisti per interpretare una varietà di generi di arti contemporanee in perfetta armonia con l’ambiente circostante. Laureati dell’Accademia del Balletto russo, ballerini della cooperativa Aysedorino, attori della Scuola Gogol e membri di un’associazione del compositore Vladimir Gorlinsky hanno instaurato una perfetta sinergia artistica in questa ambientazione informale.

201606300115_1

Il lighting designer Sergei Sizyi ha sviluppato e implementato un sistema di illuminazione incentrato sull’idea di mostrare la connessione tra passato e presente della sala Manege, fondendo attraverso la luce lo spazio interno con le pareti esterne, per creare uno scenario di interazione tra performance artistiche e architettoniche. Il concept estremamente minimalista della scenografia è stato supportato da un uso sapiente di luci e ombre, utilizzando come fonte principale di luce due apparecchi di illuminazione GRIVEN: Coral RGBW con ottica media e Diamond RGBW con ottica media in modalità bianco caldo.

I loro fasci di luce sono stati allineati diagonalmente alla linea principale di movimento degli attori per evidenziare i loro profili, evitando riflessi sullo sfondo. Per creare un forte contrasto, lo sfondo è stato poi colorato con luce blu satura e intensa proveniente da una serie di Parade S-RGBW-40 con ottica larga. Altre ombre e riflessi sono stati poi creati dagli attori stessi, che, muovendosi attorno al palco illuminato da diverse sorgenti luminose, vedevano duplicati i loro gesti attraverso un gioco di luci ed ombre che intensificava l’espressività delle loro prestazioni.

Una perfetta combinazione di arti visive, musica e luci ha reso questo straordinario evento artistico un vero successo.

Info: www.griven.it

Vai alla barra degli strumenti