Al Flog di Firenze per ascoltare il sistema Cobra Systems di Dynacord

Una recente e quasi improvvisata visita allo storico Auditorium Flog di Firenze, si è rivelata un’occasione interessante per fare un approfondimento sull’installazione audio del locale che per la diffusione audio si avvale di un sistema magari non recentissimo, ma comunque molto valido: il Cobra Systems di Dynacord.

resized_flog-12

A farci da guida i ragazzi di Omikron, in particolare Marcello Amore che ci ha spiegato utilizzo e peculiarità del sistema installato. Da anni infatti si occupa delle installazioni audio e luci all’interno dell’auditorium, quindi nessuno meglio di lui può guidarci nei vari aspetti legati a questo setup. Ed è proprio dalla viva voce di Marcello che cominciamo la nostra indagine.

ZioGiorgio.it: Marcello, raccontaci come è avvenuta la scelta di questo sistema.

Marcello Amore: guarda, prima di parlarti del materiale audio, voglio spendere due parole per mettere a fuoco il contesto di questa installazione. Flog è un Auditorium storico, con un pubblico molto variegato ed esigente. Come puoi vedere non è il massimo da un punto di vista acustico, ci sono molte superfici riflettenti e soprattutto il tetto in acciaio crea non pochi problemi di riflessione. Unisci a questo il fatto che la sala ha uno sviluppo orizzontale rispetto al palco ed il quadro è chiaro…
Diciamo pure che non è proprio il luogo più semplice da sonorizzare!

ZioGiorgio.it: quindi anche l’impianto montato suppongo che tenga conto di queste situazioni.

Marcello Amore: esatto. Come puoi vedere, i quattro satelliti che abbiamo sospeso dalla copertura sono montati il più in alto possibile con un forte angolo verticale sul pubblico, questo per cercare di minimizzare al massimo le dispersioni verso le superfici laterali riflettenti. Abbiamo poi dei front-fill appoggiati direttamente sui sub che ci permettono di coprire le prime fila senza però esagerare con il volume. In questo modo riusciamo ad avere un buon impatto sonoro generale anche a breve distanza, senza forzare mai il sistema a livello di volumi perché comunque ben dimensionato per il lavoro che deve svolgere.

flog-2

ZioGiorgio.it: infatti 4 satelliti con quattro sub per lato non sono proprio un impianto che potremmo definire… “piccolo”!

Marcello Amore: può sembrarti sovradimensionato, in realtà per alcuni generi che vengono eseguiti l’impianto non è poi così esagerato. Diciamo che in questo modo è possibile avere anche pressioni sonore importanti senza però dover “tirare” il sistema oltre modo, mantenendo quindi una qualità ed una pulizia generale sempre molto elevata.

ZioGiorgio.it: come è gestito ed installato il sistema?

Marcello Amore: come dicevamo prima, ci sono 4 satelliti Dynacord Cobra-Top con quattro sub Cobra-Sub per lato, il tutto pilotato da due rack con processori DSP244 ed amplificatori L 2400, sempre Dynacord. Il sistema, a parte i processori di segnale, è completamente analogico, quindi anche tutti i cablaggi ed i vari segnali viaggiano rigorosamente in analogico. Non sono proprio i materiali più leggeri del mondo, però il risultato generale è molto buono ed affidabile e per ora abbiamo deciso di non modificare questo setup.

Ringraziamo quindi Marcello e ci prepariamo ad ascoltare il sistema in azione. Sul palco non ci sarà una rock band scatenata, bensì un trio di musicisti d’eccezione quali Petra Magoni, Ferruccio Spinetti e Fabrizio Bosso.

resized_flog-7

La prima impressione, grazie anche al lavoro veramente eccellente di Alessio Lotti, tecnico FOH della formazione, è quella di un suono naturale e dinamico. Il sistema non fatica a seguire le estreme escursioni dinamiche dei musicisti, risultando sempre a fuoco e con un sound molto “confidenziale”, quasi come se i musicisti ti suonassero accanto.
Di sicuro il tipo di musica proposto si adatta più facilmente ad un luogo acusticamente non troppo felice, in cui la pressione sonora generale e la saturazione dell’ambiente ricoprono un ruolo molto importante sulla resa generale del concerto.

resized_flog-6

Forse non sarà stato certo questa la situazione in cui mostrare i muscoli, ma di sicuro il sistema è funzionale e può ancora dire la sua! Il suono ha reso comunque giusto merito alla performance dei grandissimi musicisti presenti sul palco questa sera!

Diego Caratelli – main tester
ZioGiorgio Staff

© 2001 – 2016 NRG30 srl. All rights reserved

Vai alla barra degli strumenti