Chris Liebing e Outline GTO insieme a Firenze

Nato nel 2006, Nextech Festival è un noto appuntamento EDM e visual art italiano che si svolge ogni anno a Firenze, in grado di attirare migliaia di fan della musica elettronica da tutta europa ed offrire loro della buona musica all’interno delle location più suggestive del capoluogo toscano. Le ultime due edizioni del festival si sono svolte all’interno del padiglione Cavaniglia, situato nella suggestiva Fortezza da Basso, mentre l’headliner per la scorsa edizione era il tedesco Chris Liebing.

Liebing ha dedicato gli ultimi 25 anni della sua carriera alla produzione e distribuzione della musica Techno a livello mondiale,  esibendosi nelle location più prestigiose sparse per il mondo. Ha prodotto molti artisti e ottenuto numerosi riconoscimenti fino a fondare l’etichetta CLR (Chris Liebing Recordings, trasformata poi in “Create Learn Realize”) e la sub-etichetta CLRX, creata in occasione del lancio dell’album “Man Made Machine”, con la collaborazione di artisti di calibro internazionale come Martin L. Gore (Depeche Mode), Douglas McCarthy (Nitzer Ebb) e Gary Numan. Dal 2012 si è dedicato al lancio di nuovi artisti fino al 2015, anno in cui ha deciso di ritornare sulla scena internazionale con lunghe tournè e lo sviluppo di nuove idee presso il suo “sonic laboratory” di Francoforte.

In occasione della data fiorentina, gli organizzatori hanno scelto il rental Emporio On Stage per la fornitura dei sistemi di amplificazione Outline GTO.
“Il P.A. principale era composto da sei moduli Outline GTO per lato e da due ulteriori array composti ognuno da tre moduli GTO utilizzati come in-fill. Abbiamo poi installato 8 sub Outline DBS 18-2 e 4+4 infra-sub Outline LAB 21 HS, mentre e a metà della sala abbiamo aggiunto altri 4+4 sub DBS 18-2” ha spiegato Angelo Catoni, proprietario di Emporio On Stage.

Per quanto riguarda la messa a punto del sistema, Catoni ha commentato “Gli organizzatori hanno immediatamente realizzato che il sistema GTO ha un’ottima copertura e che a 100 mt di distanza il suono risultava perfettamente in fase e ben definito sia per le alte che per le basse frequenze.”

Anche Chris Liebing era soddisfatto del sistema. “A metà del sound-check ha abbandonato la console e si è messo a passeggiare attraverso la location dichiarando che per la prima volta ha notato un suono incredibilmente uniforme anche lontano dal palco.” racconta Catoni.

Outline era presente anche sul palco con i suoi monitor Vegas 15 CX. “Abbiamo proposto un sistema di monitoraggio differente rispetto ai modelli indicati sul rider tecnico e ancora una volta Liebing è stato colpito dalla definizione del suono e dalla potenza erogata dai Vegas 15 insieme ai sub Outline DBS 18-2”.

Info: www.outline.it

Vai alla barra degli strumenti