Avolites protagonista al Junior Eurovision Song Contest

La sezione illuminotecnica della recente edizione di Junior Eurovision Song Contest (JESC), la versione “per giovani” del noto festival internazionale, è stata ideata dal lighting designer Anton Borg Olivier il quale ha scelto di affidare architettura, controllo e dimming ai prodotti Avolites.


Ospitato a La Valletta, Malta JESC ’16 è stato visto da 3.9 milioni di spettatori in tutto il mondo. Anton ha scelto di utilizzare le funzionalità del Timecode Avolites per permettere al direttore creativo Ismael Portelli di gestire lo show senza ostacoli.

“Il timecode di Avolites Titan 10 è estremamente semplice da utilizzare” ha dichiarato Anton. “dopo aver assegnato ad ogni canzone un tempo di attacco differente, tutto ciò che dovevo fare era di scegliere la pagina contenente i playback fader, mentre il banco ha fatto tutto il resto. Quando necessario potevo bypassare il Timecode premendo un semplice tasto. Il software è estremamente intuitivo, facilita la programmazione, ed offre una infinità di feature con cui ho subito preso confidenza. In particolare ho apprezzato il Pixel Mapper e il Key Frame Shapes per creare scene complesse ed efficaci.”

L’intero network era composto da 2 console Sapphire Touch (one di backup), 2 Sapphire Touch Wing, 2 processori Titan Network e 2 Switch Titan Network. Il tutto è stato fornito da Nexos Lighting and Vision di Malta. All’interno del setup erano presenti inoltre 5 dimmer ART2000 T4 48 e splitter Avolites forniti dal rental italiano AGORA.

“Siamo stati in grado di creare un sistema di controllo composto unicamente da prodotti Avolites” continua Anton. “Il setup ci ha permesso di ottenere la ridondanza di cui avevamo bisogno e la possibilità di utilizzare le console in modalità multiuser. Inoltre Sapphire Touch è stata scelta come console primaria perchè provvista di fader motorizzati e di un’ampia superficie di controllo. I dimmer packs di Avolites sono i miei preferiti in quanto ormai rappresentano uno standard, oltre ad essere robusti e versatili”

Per quanto riguarda l’allestimento della “green room”, dove erano presenti la passerella e le postazioni degli artisti con le proprie delegazioni, Anton ha scelto di utilizzare una console Avolites Arena con una Tiger Touch II di backup, Titan Network Processor, un dimmer pack ART2000 T4 48 e gli Splitters DMX Avolite.

“Come per la Sapphire Touch, la console Arena è veloce, intuitiva e offre le stesse funzionalità multiuser, oltre ad una superficie di controllo ampia” prosegue Anton. “Avolites offre ottimi prodotti ed un sistema di supporto e assistenza incredibile. Pete Budd è volato qui per offrire l’assistenza tecnica, ed è stata una figura fondamentale all’interno del lighting team di JESC’16”.

Info: www.avolites.com

Vai alla barra degli strumenti