RCF al Palazzo delle Arti di Newcastle con il sistema HDL20-A

Il Palazzo delle Arti di NewCastle è stato equipaggiato con un sistema RCF HDL20-A appartenente alla serie D.

Il Birrificio Wylam ha spostato il suo quartier generale convertendo il monumento, utilizzato nel passato come museo della scienza e dei veicoli militari, in un birrificio pienamente operativo e in uno spazio eventi, dopo un periodo di quasi abbandono durato dieci anni.

La Sala Principale è la sede di numerosi eventi con musica dal vivo, eventi gastronomici, matrimoni ed eventi aziendali, con una capacità massima di 800 persone in piedi. Per questo motivo è stato richiesto un sistema audio all’avanguardia.

L’azienda Nitelites é stata coinvolta nel progetto dal direttore eventi Dave Stone, noto promoter locale. “Ci siamo affidati a loro per creare un’installazione adatta all’ampia gamma di eventi che ospiteremo” ha raccontato. Stone conosceva la qualità dei prodotti di RCF, avendo già avuto a che fare col produttore italiano in altri locali che aveva gestito in passato.

Il direttore di Nitelites e designer di sistemi audio Andy Magee ha subito affrontato le sfide poste dalla struttura con cupola vetrata, causa di un forte riverbero interno. “Inizialmente lo studio preliminare limitava considerevolmente il livello di pressione sonora, ma siamo riusciti a dimostrare la validità dell’HDL20-A e la nostra capacità di direzionare l’energia verso la pista, perciò è stato possibile innalzare il limite a 100 dBA”,  ha aggiunto. Un’ulteriore spinta è stata data dal modello virtuale dell’ambiente fatto con EASE Focus 3.

Magee ha scelto di installare sei elementi appesi per lato con un pattern di dispersione 100° x 15°. “Il ritorno sull’investimento è molto elevato ed è davvero facile e veloce da mettere in funzione e utilizzare” ha detto. Sotto l’avanscena sono stati collocati cinque subwoofer TTS36-A, con due woofer in neodimio da 18’’. Inoltre, sei RCF NX15-SMA sono utilizzati come stage monitor.

Andy Magee ha messo in luce anche altri attributi del sistema. “Il birrificio non assume un ingegnere del suono full time, ma si avvale di ingegneri freelance che in genere conoscono già il sistema. Il fatto che l’HDL20-A sia equipaggiato con diversi pulsanti per attivare strumenti di correzione permette loro di cambiare la frequenza bassa e il midrange come desiderano.”

Ha inoltre commentato che il soft touch filter e i controlli EQ sono facili da utilizzare. “Ci sono molte dinamiche nel sistema che permettono al cliente di fare fronte a una vasta gamma di eventi. Allo stesso tempo, siamo riusciti a mantenere la riflessione davvero al minimo.

Dave Stone conclude: “Non siamo stati in grado di trattare la stanza per migliorarne l’acustica, ma Nitelites ci ha visto davvero giusto col sistema RCF. Abbiamo ricevuto un ottimo feedback e il sistema è risultato molto adatto a diversi scenari e occasioni.”

Info: www.rcf.it

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti