Ciao Guido…

Ieri, a 69 anni, se n’è andato Guido Elmi, nome associato indissolubilmente a quello del più famoso rocker italiano, Vasco, per cui è stato produttore e manager fin dai primi anni ’80 e per cui ha forgiato alcune delle canzoni che hanno rivoluzionato il rock nel nostro paese come “Colpa d’Alfredo” e “Bollicine“.
Il loro sodalizio si era interrotto solo nell”88-’89 quando con la Steve Rogers Band, la band che accompagnava il cantautore di Zocca, aveva cercato di sfondare in modo indipendente. Poi, però, fino ad arrivare ad oggi, il binomio Elmi-Rossi non si era mai più sciolto ed ha traghettato il fenomeno Vasco attraverso gli alti e bassi di una fenomenale carriera.

Proprio Vasco lo saluta così ora: “Guido se ne è andato improvvisamente… era molto stanco. Io sono molto triste. Una consolazione è che ha fatto in tempo a partecipare, vivere e vedere la grande festa di Modena Park! Viva Guido!”.
Modena Park sembra essere stato, pur involontariamente, il miglior saluto per un amico malato da tempo, il coronamento di una vita di musica e sempre alla ricerca di un altro traguardo più ambizioso da raggiungere.

Ironia della sorte anche noi abbiamo ampiamente celebrato, giusto stamane, il concerto di Modena Park e, nel nostro piccolo, vogliamo dedicare questo speciale proprio a Guido, che avevamo visto ed incontrato in regia FoH proprio un mese fa, attento e concentrato sulla musica…

Da musicista, da produttore e manager, il segreto di Guido Elmi, come lui stesso diceva ricordando prima di tutto di sentirsi musicista, è stata la grande professionalità ed il lavoro continuo sulle cose fino al minimo dettaglio. Nella foto sopra lo vediamo ritratto insieme al fonico Andrea Corsellini nella regia a Modena Park: concerto appena iniziato e Guido con lo sguardo attento al palco ed orecchio teso alla musica…

 

Ciao Guido…

 

Articolo ripreso da ZioMusic.it – di Luca Rossi

Vai alla barra degli strumenti