Meyer Sound da record allo “Stade de France”

La nota rock band francese Les Insus, ha letteralmente riempito lo Stade de France di Parigi in un evento eccezionale di fronte ad oltre 60,000 persone.

Per la realizzazione di un impianto di diffusione ad elevato impatto sonoro, DUSHOW ha realizzato un enorme sistema composto da 312 speaker appartenenti alla famiglia LEO di Meyer Sound. Una volta settato e bilanciato, il sistema era in grado di esprimere una potenza sonora estremamente elevata con una qualità ed una trasparenza musicale di ottimo livello.

Meyer Sound LEO Les Inus Stade de France

Il FOH engineer Bob Coke, è rimasto colpito da tale potenza sonora e ha commentato “Non ho dubbi riguardo questo nuovo benchmark allo Stade de France. Dopo le prime due canzoni, ho cominciato a bypassare i canali EQ, compressori e gates e il sistema suonava benissimo senza correzioni. Il suono era trasparente con una incredibile restituzione.” Coke conferma anche i commenti ricevuti da altri esperti del settore. “Sono stato letteralmente assalito da molti feedback dopo il primo show, compresi i musicisti con cui ho lavorato, responsabili del tour e direttori di produzione. Tutti hanno confermato che si trattava del migliore suono mai ascoltato in questa location.”

L’uniformità e la risposta lineare sono le caratteristiche primarie della serie LEO “I sistemi LEO, LYON e LEOPARD hanno una compatibilità sonora vicino alla perfezione, e il design permette di indirizzare il suono solo nei posti dove è presente il pubblico. L’estrema coerenza mi permette di sapere che ciò che ascolto durante il mixing è esattamente quello che ognuno ascolta all’interno dello stadio. Gli speaker LEO sono inoltre potenti e permettono un ascolto semplice, esprimendo un suono potente a bassi livelli SPL”

Meyer Sound LEO Les Inus Stade de France

Coke ha inoltre apprezzato la professionalità e la precisione del system designer Aymeric Sorriaux e del tecnico Wilfried Mautret. “La loro conoscenza e competenza non temono confronti, e condivido con loro molti dei complimenti che ho ricevuto.”

Il setup era composto da quattro array principali più alcune torri di ritardo e un arco di delay a 270° formato da più stack sospesi per assicurare una copertura omogenea e di alto impatto sulle gradinate. In tutto avevamo 312 speaker LEO tra cui 156 LEO-M e 18 LYON™-M, 32 LYON-W, 22 LEOPARD™ e 84 1100-LFC. Il tutto è stato gestito da 24 Galileo® Callisto™ 616. Inoltre, otto UPJ-1P e sei UPQ-1P sono stati impiegati come riempimento near-field. DUSHOW ha fornito la maggior parte dei moduli, avvalendosi poi della rete Meyer Sound per noleggiare i i rimanenti sistemi da Skynight (Svizzera), Victory Tour Production (Danimarca) e Bright Group (Norvegia e Svezia).

Il system designer Aymeric Sorriaux ha commentato “Tutto è stato simulato con MAPP Online che, combinato con la nostra esperienza sulla famiglia di prodotti LEO, ha permesso di ottimizzare al meglio il sistema per dare a Bob [Coke] esattamente ciò che voleva. Abbiamo inoltre utilizzato 11 RMServer per monitorare le performance di ogni modulo.”Meyer Sound LEO Les Inus Stade de France

Eric Alvergnat, managing director e CEO di DUSHOW, ha aggiunto “È stato un lavoro incredibile, a partire da una squadra al topo guidata da Bob e Aymeric. Il suono era realmente qualcosa di perfetto per questa venue, anche perchè abbiamo avuto a disposizione tempo, budget, personale altamente professionale e la tecnologia data dai sistemi LEO. Siamo riusciti a fare in modo che ognuno dei fan non fosse troppo distante da una qualsiasi sorgente sonora. Il tutto si può definire come un progetto WYDIWYG — what you dreamed is what you get!”

L’installazione fatta allo Stade de France è stato il più grande mai realizzato utilizzando esclusivamente i sistemi Meyer Sound LEO.

Info: www.meyersound.com

Vai alla barra degli strumenti