Il Natale da nord a sud con Goboservice

Dalle più prestigiose piazze d’Italia ai piccoli borghi di periferia, da nord a sud, Goboservice ha festeggiato un Natale particolarmente luminoso e affascinante che vale davvero la pena raccontare.  Il 2017 si è chiuso con una impressionante e particolare attenzione alla luce da parte di molte amministrazioni italiane, e anche Goboservice è stata chiamata a realizzare scenografie architetturali nei contesti più diversi per decorare vie, piazze, edifici religiosi, centri commerciali e perfino la torre di un impianto chimico.

“Accendiamo il Natale” di Pinerolo

La versatilità dei gobos predisposti per riprodurre qualunque tipo di immagine o slogan insieme agli appositi effetti dinamici sono stati la risposta più efficace alle evolute esigenze di decoro urbano che ormai supera il vetusto concetto di classica luminaria natalizia. Sulla scorta di sempre più diffuse esperienze realizzate da amministrazioni pubbliche e aziende private lungo tutto lo Stivale, è maturata fra i cittadini l’aspettativa verso sistemi luminosi capaci di trasmettere messaggi culturali ed emozioni visive come sfondi sui quali lanciare specifici eventi celebrativi o attività ricreative prolungate.

Installazione luminosa a Orvieto

Ciò ha comportato per i responsabili dei progetti la necessità di creare e offrire soluzioni innovative e performanti facendo i conti con budget risicati, vincoli di risparmio energetico e tempi rapidi di allestimento. Altro aspetto non marginale, la necessità diffusa di garantire la salvaguardia e l’integrità dei monumenti e delle opere d’arte, elementi architettonici spesso presenti nelle scenografie da valorizzare che necessitano di decorazioni non invasive, facili da installare e rapide da smontare. I fasci di luce generati dai proiettori Goboservice sono stati gli strumenti più adatti ad esaltare e valorizzare la peculiarità artistica dei più diversi manufatti rispettandone la composizione e le fragilità.

Cosmometrie dell’artista Mario Airò in piazza Carignano a Torino

L’affidabilità dei proiettori Golux e Golive ha superato inoltre la prova meteorologica nelle più diverse condizioni invernali dimostrando sul campo la validità delle scelte tecnologiche adottate per le diverse componenti, dal ballast elettronico allo zoom passando per le lampade e i sistemi di protezione appositamente concepiti per la permanenza prolungata in esterna.

Quali i risultati sul campo? Proviamo a fare una rapida carrellata – non esaustiva – di alcune delle più belle istallazioni realizzate durante le festività natalizie appena trascorse.

Piazza del Duomo a Milano

Partiamo dal Piemonte dove a Torino i gobos commissionati dalla Fondazione Teatro Regio, sono serviti per realizzare le Cosmometrie dell’artista Mario Airò in piazza Carignano, con un suggestivo tappeto di luce. Spostandoci di pochi chilometri arriviamo a Pinerolo dove invece l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Luca Salvai e dalla sua vice con delega al turismo, Francesca Costarelli, ha dato vita alla manifestazione “accendiamo il Natale”. L’originalità della manifestazione è consistita nella scelta dei soggetti che Goboservice ha riprodotto: opere degli impressionisti Kandinsky, Mirò e Mondrian per una decorazione originalissima del salotto cittadino realizzato in collaborazione con il partner “Onelectric”.

“Il Natale dei popoli” a Rovereto

Dal Piemonte alla Lombardia dove Goboservice è stata chiamata a misurarsi con la piazza per antonomasia. Gli scenografi Sebastiano Romano e Mariella Di Rao si sono avvalsi del know how Goboservice per stendere un suggestivo effetto dinamico sui palazzi che delimitano piazza Duomo a Milano. La gigantografia luminosa è stata ulteriormente impreziosita da richiami natalizi tratti da cartoline storiche conservate nella civica raccolta delle stampe Achille Bertarelli.

Giochi di Luce ad Armo – Reggio Calabria

In parallelo andavano in scena le proiezioni Goboservice nell’ambito della manifestazione “Un Natale di Luci a Legnano” con riproduzioni religiose e artistiche di grande impatto che hanno fatto da sfondo coreografico all’esibizione di sbandieratori, giochi tradizionali, mercatini, corsi gospel insieme a una imponente tombola verticale realizzata in piazza.

“Un Natale di Luci” a Legnano

Restiamo al nord e precisamente in Trentino Alto Adige dove, a Rovereto si è svolto “Il Natale dei popoli”. Gli effetti dinamici e la rotazione delle immagini proiettate sugli edifici hanno avvolto in un caldo abbraccio luminoso le casette in legno del curatissimo mercatino in cui sono state organizzate le diverse manifestazioni natalizie.
Spostandoci al Centro Italia troviamo le istallazioni realizzate dal partner “All Events Solution” per illuminare la facciata dell’antica Badia delle Sante Flora e Lucilla risalente al tredicesimo secolo ad Arezzo e la modernissima torre di raffreddamento dell’impianto Solvay a Rosignano (Li). Un po’ più giù nella città Umbra di Orvieto i palazzi storici, le mura e la torre dell’orologio si sono rivestiti di luce con giochi prospettici e decorativi di grande impatto visivo.

“Christmas Light” di Alberobello

Al sud è stato l’allestimento originale dei “Trulli viventi”, l’architettura originale di Alberobello –patrimonio dell’Umanità tutelato dall’Unesco – fregiata di stelle e motivi natalizi in occasione del Christmas Light a suggestionare gli ospiti del piccolo centro pugliese. Sull’altro versante un modernissimo centro commerciale Auchan a Mugnano di Napoli ha scintillato con le decorazioni luminose a tema realizzate dalla “Fratelli Pizza Srl” con l’ausilio di 14 proiettori Golux.

Limpianto Solvay a Rosignano (Livorno)

E saltando oltre mare sbarchiamo in Sardegna in provincia di Sassari. Il Comune di Illorai si è avvalso dei proiettori Goboservice per allietare il Natale dei suo cittadini. Concludiamo questo giro di luce ad Armo, una piccola frazione del Comune di Reggio Calabria, dove proiettori e gobos hanno dato vita ai “Cammini di luce” con i quali la comunità parrocchiale locale ha voluto celebrare in modo originale le festività religiose. Dal maestoso palcoscenico meneghino al sagrato con affaccio sullo Stretto di Messina, l’impegno, la professionalità e la passione Goboservice sono stati rivolti allo stesso obiettivo: “dare luce all’immagine” dei Territori.

Info: www.goboservice.com

Vai alla barra degli strumenti