RAI sceglie i sistemi Lawo V__pro8

La RAI, da molti anni utilizzatore di prodotti e soluzioni Lawo, ha di recente acquistato 37 Lawo V__pro8, il noto toolkit per video processing a 8 canali. Il nuovo equipaggiamento farà parte di un aggiornamento tecnico nazionale che comprende studi televisivi e OB Van situati in tutta la penisola. Il Sytem Integrator e partner Lawo ARET Video and Audio Engineering, con sede a Milano, ha ottenuto l’appalto dopo aver partecipato a una sessione di test che ha esaminato la capacità di elaborazione dei segnali video in ambito televisivo da parte di alcuni noti brand specializzati.

Alessandro Asti, responsabile vendite di ARET ha commentato: “Le caratteristiche e la flessibilità di V__pro8 – la possibilità di sincronizzare, convertire, eseguire funzioni di embed/de-embed e applicare un delay ai segnali audio e video, così come la capacità di monitorare otto canali per volta – hanno permesso di ottenere un punteggio elevato durante le procedure di valutazione. V__Pro8, è lo strumento ideale per il monitoring dei segnali per gli studi RAI e gli OB van.”

Il progetto RAI rappresenta l’ultimo di tanti successi ottenuti dalla partnership tra ARET e Lawo. Un altra esperienza degna di nota è stata quella relativa all’allestimento degli OB4 OB Van della casa di produzione italiana, tramite l’utilizzo di una coppia di console Lawo mc²56, un router Nova e interfacce DALLIS, il tutto gestito dal sistema VSM (Virtual Studio Manager).

V__pro8 è un video processor digitale compatto (1RU) e completo di tutte le feature necessarie per la gestione di produzioni broadcast. Lavora come un sistema flessibile che, grazie alle matrici video 8 x 8 e audio 384 x 384, permette di eseguire lo switch di qualsiasi segnale. La moderna interfaccia grafica basata su HTML5 consente un utilizzo intuitivo per svolgere in maniera rapida il lavoro quotidiano. V__pro8 permette inoltre di connettere tra loro formati video differenti, grazie alla conversione di formato ad alta qualità, la correzione del colore e la possibilità di eseguire l’embedding e il de-embedding degli stream audio. La connessione MADI ad alta densità agevola il bridging audio-video all’interno dello studio, garantendo la massima efficienza in termini operativi e riducendo in modo significativo il numero di connessioni fisiche, lo spazio occupato e i costi.

Info: www.lawo.com
Info: www.aret-engineering.com

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti