Il Catalina Jazz Club di Hollywood sceglie QSC

Quando il Catalina Bar & Grill fu inaugurato nel 1987, l’obiettivo era di far rivivere la scena jazz di Los Angeles attirando artisti internazionali e promuovendo i talenti locali.

Dopo trent’anni di attività l’impianto audio necessitava di un aggiornamento, e verso la fine del 2017 è stato deciso di rivolgersi a QSC, che ha fornito un sistema passivo realizzato con la E Series E12 da 12 pollici con i subwoofer E18SW, il tutto gestito dai finali di potenza digitali PLD4.5.

“Mi esibisco regolarmente nel club e sapevo che il sistema aveva bisogno di una revisione seria”, ha affermato J. Wayne Linsey, musicista e da sempre utilizzatore dei prodotti QSC “Mi piacciono la chiarezza e l’impronta dei loro prodotti. Pensavo che QSC potesse avere qualcosa che si adattava alle esigenze del club, quindi li ho messi in contatto. “

Il fonico residente Jeffrey “Woody” Woodruff, ha fornito al team di progettazione di QSC le planimetrie e le posizioni del sistema precedentemente installato.

QSC ha così proposto una coppia di diffusori in sospensione ai lati del palco e 3 diffusori per la sonorizzazione del resto della sala a forma di “L” e due subwoofer E18SW da 18 pollici, posizionati negli angoli sinistro e destro del palcoscenico.

“Le E18 non potrebbero essere migliori e  la transizione tra gli E12 e i subwoofer E18 è molto fluida: la combinazione è ottima” continua Woodruff, “tutti stanno notando la chiarezza del sistema QSC e non ho dovuto inserire alcuna equalizzazione generale, solo la ovvia correzione dei singoli strumenti”

Fin dalla sua inaugurazione, quando Dizzy Gillespie e la sua band hanno attratto un pubblico che, a quanto riferito, comprendeva anche i musicisti Miles Davis, Benny Carter e Cedar Walton, il Catalina Jazz Club ha lasciato un’impronta indelebile sulla scena musicale jazz.

Il batterista Dave Weckl, che come Linsey utilizza QSC come parte del suo setup, ha suonato al Catalina molte volte e ha subito notato il miglioramento quando si esibì con il Mike Stern Quartet a dicembre. “Siamo rimasti tutti molto contenti del nuovo sistema. È una differenza dal giorno alla notte rispetto a quello che c’era prima e la stanza a forma di L di Catalina è impegnativa per qualsiasi sistema audio o mix”, continua Weckl, “Specialmente l’area bar al lato della band. Ma ci è stato detto da persone sedute lì che era la prima volta che sentivano un buon suono dal sistema, e che era un mix piacevole. Attendo con ansia di potermi nuovamente esisbire al Catalina. “

Info: www.qsc.com
Info: www.exhibo.it

Vai alla barra degli strumenti