Trasformare un mic radio/wireless in mic con cavo/wired

Home Forum Audio Basic Trasformare un mic radio/wireless in mic con cavo/wired

Questo argomento contiene 8 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da  ziotont 5 mesi, 3 settimane fa.

Stai vedendo 9 articoli - dal 1 a 9 (di 9 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #64066

    ziotont
    Partecipante

    Ciao
    Sono nuovo del forum. Le mie conoscenze tecniche sono sul “sufficiente” rispetto a…..
    Complimenti per il sito e per il forum.
    Ho alcuni radiomicrofoni a gelato senza il loro rispettivo ricevitore. Vorrei trasformarli in microfoni con cavo. Essendo dei “vecchi” radiomicrofoni è difficile reperire i ricevitori che lavorano sulle frequenze proprie di ciascun microfono. Allora o qualcuno mi suggerisce come fare per modificare la frequenza di un ricevitore della stessa marca e modello in modo che il microfono si “agganci”, oppure se è possibile trasformare un radiomicrofono in microfono con cavo.
    Grazie

    #64070

    vicus
    Partecipante

    La soluzione più semplice è collegare la capsula al cavo di segnale e la massa del cavo alla massa del microfono che però probabilmente è in plastica e quindi niente massa.

    Se vuoi un consiglio lascia perdere perché suppongo che le capsule non siano di gran qualità.

    #64071
    Audio Clinic
    Audio Clinic
    Partecipante

    Faresti solo, come dice Vicus, un grande accrocchio, si presume siano microfoni” eco” quindi avresti poi problemi con l’attacco xlr che non sapresti come fissarlo al micro, ronze ecc ecc, calcola che se i microfoni che hai non sono top con pochi euro comperi kit completi e magari su una frequanza di lavoro molto meno congestionata come il VHF ( se sono datati saranno lì )
    non per deluderti ma tutto in elettronica ha il suo tempo… bisogna solo rendersene conto … e avere il coraggio di passare oltre

    buon lavoro

    mauro

    #64072
    Audio Clinic
    Audio Clinic
    Partecipante

    Faresti solo, come dice Vicus, un grande accrocchio, si presume siano microfoni” eco” quindi avresti poi problemi con l’attacco xlr che non sapresti come fissarlo al micro, ronze ecc ecc, calcola che se i microfoni che hai non sono top con pochi euro comperi kit completi e magari su una frequanza di lavoro molto meno congestionata come il VHF ( se sono datati saranno lì )
    non per deluderti ma tutto in elettronica ha il suo tempo… bisogna solo rendersene conto … e avere il coraggio di passare oltre…

    buon lavoro

    mauro

    #64105

    ziotont
    Partecipante

    Grazie per le risposte.
    Uno dei microfoni che vorrei “trasformare” è il atw-t22 dell’audio technica. Va bene, non sarà il massimo, e nemmeno di qualità media, ma non è neanche una ciofeca. Gli altri radiomicrofoni a gelato sono:
    Nady Ht-10
    Nady Ht-st
    Lem L2000-Htx
    Recuperare le capsule per “sperimentarle” su altri microfoni non mi dispiace.

    #64106
    Audio Clinic
    Audio Clinic
    Partecipante

    che dire ? facci sapere ciao

    #64452

    apollo1
    Partecipante

    se vuoi, in cambio dei radio microfoni specialmente nady ht-10 ti dò microfoni con cavi o altro
    email [email protected]

    #64454

    ziotont
    Partecipante

    Ciao
    purtroppo il nady nt-10 l’ho già smontato recuparata capsula e alcuni componenti: il resto l’ho buttato… mi dispiace.

    #64467

    ziotont
    Partecipante

    Ciao
    fatto piccolo esperimento
    assemblato microfono con
    – Capsula del radiomicrofono Nady nt-10
    – “Parte elettrica” del veccho microfono ElectroVoice N/D 757
    – “Parte meccanica” del più recente EV PL80C (non più funzionante)
    Risultato
    Il microfono funziona senza rumore di fondo e con una buona sensibilità
    Chi volesse aggiungere una parte teorica è il benvenuto. Grazie!

    Ora mi ritrovo con un buon microfono targato EV-Nady ma con una capsula al Neodymium del PL80C che vorrei utilizzare ma non so dove prendere la parte elettrica.

Stai vedendo 9 articoli - dal 1 a 9 (di 9 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

Vai alla barra degli strumenti