iz1kbp

Compila il form per contattare


Risposte al Forum Create

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 38 totali)
  • Autore
    Articoli
  • in risposta a: Problemi con Magic 3D #68232

    iz1kbp
    Partecipante

    la compatibilita di alcuni programmi (ultime versioni) con i vecchi sistemi operativi puo essere molto critica causa DLL/OCX modificate/aggiorate/rinominate o addirittura non piu fornibili o compatibili.
    Per esperienza ti posso dire che difficilmente un programma attualmente in sviluppo viene testato su tutti i sistemi operativi per cui è dichiarato OK, dato che si tiene per buono che “nulla è cambiato rispetto a prima”.
    Non è una regola…è un modo di fare.
    Io personalmente non lo uso, ma uso altri programmi di altra natura che appunto mi avevano dato problemi del tuo tipo ,problemi risolti con ricompilazione del sorgente in ambiente di sviluppo ad hoc…ma non penso che sia il tuo caso.
    Prova a postare la tua domanda sul forum di freestyler, penso che qualche sviluppatore possa darti delle dritte.

    GL

    Mario

    in risposta a: Software Timecode HELP! #66852

    iz1kbp
    Partecipante

    Ciao…
    Non saprei…io uso soft audio e luci auto costruiti.
    Prova a dare un occhio a freestyler…mi pare che tu possa creare show luci basandoti su una traccia audio ….cosi non devi pensare a vari problemi di sicronismo.
    In questo modo hai un pacchetto unico e soprattutto gratis.
    Comunque puoi sempre pensare di avere non un pacchetto unico ma per esempio due cose separate ma sincornizzate via Midi Time Code Smpte.
    A tempi usavo CakeW..k e un programmino che non ricordo piu , sincronizzati via midi.

    Ciao

    mario

    in risposta a: Software Timecode HELP! #66846

    iz1kbp
    Partecipante

    Ciao…si chiama anche “sincronizzazione timecode”.
    Ci sono parecchi soft in versione trial con cui puoi provare (in bianco) e così ,prima ti fai una certa “esperienza” …poi capisci dove in effetti puoi spendere o non spendere i soldi.
    Cerca nei vari forum dei programmi ,argomenti di quel tipo.
    Dire che un programma è meglio dell’altro è solo frutto di esperienze e gusti personali:
    Per uno il programma X è una schifezza, per l’atro il programma X è il massimo.
    Tutto dipende da cosa vuoi ricavare ed in che termini.

    Ciao

    Mario


    iz1kbp
    Partecipante

    Ciao…
    come ti dicevo, dipende tutto da softche gestisce il time code in ingresso.
    MTC non è altro che un’informazione temporale (HH:mm:ss:frm) a questi ci aggiungi in comandi MIDI che possono essere if FF,RV pausa ,play,midi ON,OFF, valore …
    Se il soft dell’apparecchio ricevente ti permette di legare una propria caratteristica (es canale dmx, oppure scena, oppure etc etc) all’accadere di un determinato evento temporale , allora il gioco è fatto, puoi mettere in sincro tutto (o quasi) quello che vuoi.
    Per capire cosa puoi fare devi dare un’occhiata alla tabella di implementazione MIDI dell’apparato , per capire se è in grado di ricevere e leggere l’MTC e ,soprattutto, in che formato.
    Io tempo fa usavo un registratore R8 fostex con registrato il codice temporato su una traccia (SMPTE) e comdava via MTC/SMPTE un softAUDio (cakewalk) e di conseguenza un soft luci (fatto da me).
    Ora ho abbandonato l’LTC e vado a tramettere e gestire tutto via LAN (tutto il soft l’ho creato io) mettendo in sincro audio, midi e luci.
    Ovvio…non è un lavoro che è stato fatto in 5 minuti ma frutto di anni di “prova e riprova” perchè comunque non esiste una guida specifica su come fare ed ogni dispositivo è fatto in maniera differente dall’altro.
    Mario


    iz1kbp
    Partecipante

    Ciao , il mio è un discorso generale non conoscendo ne il programma ne la console che usi.
    Se usi il MIDI , andrai ad usare il MIDITIMECODE (MTC), se andrai ad usare un segnale audio usarai il Longitudinal Time Code (LTC).
    Sono le stesse cose (piu o meno) solo che uno sfrutta l’interfaccia MIDI l’altro sfrutta una traccia Audio.
    In ambe due i casi , se i dispositivi parlano la stessa lingua (MIDI<>MIDI oppure LTC<>LTC) l’unica limitazione è l’implementazione software dei dispositivi : se accettano i comamdi MTC/LTC e se riescono a gestirli.
    Io,negli anni, ho usato ambe due le situazioni differenti e devo dire che orami sincronizzo al beat l’eseguizione Audio/Luci/Midi tra dispositivi audio/luci
    All’inizio è magari un po complicato…ma una volta capito il “trucco” , è uno spettacolo…in tutti i sensi!

    Mario

    in risposta a: Collegare due dimmer #65188

    iz1kbp
    Partecipante

    Esatto:dimmer 1 canale di partenza “1”…dimmer 2 canale di parteza “7” e cosi..via!
    Unica cosa puo esser che alle volte alcuni sistemi (sia chi trasmette ma anche chi riceve) partano con la numerazione da “0” anziche “1”…ma poco importa.Setti il dimmer come partenza dal canale 1 e da consol piloti il canale 2. Se tutto corrisponde, cioè slider2 attiva canale 2,vale il discorso iniziale..se ragioni partendo da zero.Comunque tranquillo…. è una eccezione capitatami in 30 anni di “giochi” con le luci!
    Come dicevo…una volta che sai la regola puoi “giocare” come e quanto vuoi!
    Buon lavoro!

    Mario

    in risposta a: Collegare due dimmer #65185

    iz1kbp
    Partecipante

    Gli indirizzi dmx con i dip SWitch sono combinazioni di numero binari.
    Per semplicita e conoscenza tua cerca su internet “dip switch dmx” cosi capisci come funziona e poi puoi cambiare come vuoi tu…indipendentemente da “cosa” ci attachi
    Ciao e buon proseguimento

    Mario

    in risposta a: Struttura file FIXTURE di dispositivo DMX #64816

    iz1kbp
    Partecipante

    Come immaginavo..peccato!

    grazie Vicus 😉

    in risposta a: DIMMER CON SEGNALE ANALOGICO > DMX #64717

    iz1kbp
    Partecipante

    La soluzione di Vicus mi sembra una buona idea:
    Il mixer BeH è una buona apparecchiatura e nel caso puo fare da ponte tra le due generazioni di apparati.
    Se poi un giorno dedicessi di abbandonare lo standar 0-10 e passare a DMX, il mixer è gia opertativo per lo santadar attuale.
    Ps un perito elettronico per metterci mano deve essere a conoscenza di cosa stai parlando.Il protocollo DMX, a differenza del mondo analogico, non è fatto solo da “3 fili” ma ci sono regole ben precise di livelli, timing, lunghezza dati,ampiezza di segnali etc etc… da seguire e ti assicuro che la documentazione da leggere è tanta ed una volta letta, al 90% dei casi ,di primo spunto non ci capisci molto !

    Mario

    in risposta a: DIMMER CON SEGNALE ANALOGICO > DMX #64658

    iz1kbp
    Partecipante

    si…facile che costi piu il convertitore.
    Sta a te valutare.
    Buon proseguimento
    Mario

    in risposta a: cerco un dimmer usato #64650

    iz1kbp
    Partecipante

    Ciao …
    consiglio spassionato…punta alla tecnologia LED…per tantissimi motivi ma fra tutti…
    1>Non tutti hanno a disposizione tanta potenza elettrica da darti (dimmer) mentre i led si accontentano anche di impianti civili.
    2>I dimmer al 90% vanno con il trifase (difficile da trovare se non in teatri o cose simili) i led vanno con un comunissimo 220.
    3> con tre fari led fai tutti i colori che vuoi a differnza degli alogeni che hai un faro per colore..

    Contro > devi aver un controller adatto a pilotare il dispositivo LED
    Contro > constano un po di piu

    Comunque devi fare una valutazione tua sui costi ed effetivo uso

    ciao

    Mario

    in risposta a: DIMMER CON SEGNALE ANALOGICO > DMX #64649

    iz1kbp
    Partecipante

    ADB è/era una marca TOP nel campo LUCI PRO negli anni 90,primi 2000
    Probabilmente il tuo dimmer è un vecchio tipo con 6 canali comandati con segnale 0-10v:
    6 fili per il porare i 6 segnali analogici ai 6 canali dimmer, piu un filo di massa.
    Ai tempi c’erano pure dei controlli dimmer in corrente ma se non ricordo male usavano due fili per ogno canale e quindi non mi sembra il tuo caso.
    Per comandarlo con una centralina DMX dovresti cercare convertitore DMX>0-10v
    Qualcosa ai tempi del cambio standard avevo visto avendo avuto il tuo stesso problema…ma ti aprlo di circa 10 anni fa.
    Spero di esserti stato utile
    Mario

    in risposta a: Problema output DMX USB #64597

    iz1kbp
    Partecipante

    ok…allora se prima funzionava tutto e ora non funziona nulla…che variabili sono cambiate?
    mi par di capire solo l’interfaccia DMX ed il software.
    Il fatto che un’interfaccia venga vista o meno da un software è solamente metà del lavoro.
    Avete fatto delle prove che vi dimostrano se effettivamente il segnale DMX esce?
    L’interfaccia può anche essere vista dal software…ma da li a dire che effettivamante venga pilotata ne passa parecchio.
    Munitevi di un oscilloscopio e verificate le uscite.
    Se il segnale DMX non esce o esce ma non corretto (magari polarità invertita) , potete seguire tutti i tutorial di questo mondo , ma resterete sempre fermi al palo.
    Un segnale DMX in uscita non corretto è capace di bloccare tutto…senza dire nulla!!
    Mario

    Ps…IP, nel caso non usi protocolli NET,in ambito dmx non centra nulla.

    in risposta a: Problema output DMX USB #64549

    iz1kbp
    Partecipante

    …”purtroppo continua a non funzionare” non vuol dire molto e serve a poco…
    Occorre sapere le prove che hai fatto (ad esempio quelle suggerite) ed i risultati che hai ottenuto
    mario

    in risposta a: Problema output DMX USB #64076

    iz1kbp
    Partecipante

    Ciao…
    Non conosco i prodotti, il mio è un discorso generale
    prima proverei a verificare se il segnale DMX effettivamente esce dall’interfaccia.
    se cerchi in rete TESTER DMX trovi parecchio materiale…comunque, per il piu semplice, bastano due semplici led.
    poi…Controllo la polarità dei cavi dmx
    poi…Una volta che sei sicuro che il segnale esce, dovresti provare a verificare l’effettiva compatibilita dei due prodotti.
    poi…verifica che i canali partano da 0 o da 1…e di conseguenza ragiona
    poi…i dispositivi multi canale alle volte lavorano con piu opzioni sullo stesso canale…ergo…verifica
    buon lavoro

    Mario

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 38 totali)
Vai alla barra degli strumenti