jordy

Compila il form per contattare


Risposte al Forum Create

Stai vedendo 6 articoli - dal 1 a 6 (di 6 totali)
  • Autore
    Articoli
  • in risposta a: casse attive teatro #70339

    jordy
    Partecipante

    Devi aiutarmi a capire come faccio a distinguere un prodotto economico da uno di fascia media a parità di marchio. Continuo a insistere che non me ne intendo, ma cercando in rete nei principali siti dell’usato, ad esempio RCF art 300A (550€ la coppia usate), Montarbo T15A(500W rms di cui 150Wrms hf a 800€ usate); FBT FBT ProMaxX 10 A (usate 750€) non mi sembrano malvagie.. voi che dite?

    in risposta a: casse attive teatro #70327

    jordy
    Partecipante

    Grazie Diego della risposta, non credo di orientare la scelta su modelli nuovi da 3mila euro che hanno il sub per sfruttarlo (poco) principalmente sui medio bassi. Non ho dubbi che nel complesso possa essere la scelta migliore e senza dubbio più completa, ma non riesco ad accettare il fatto di utilizzare un sub perché la parte a colonna fa “principalmente” alti. Se scartassi l’acquisto del sistema a colonna, fra le casse attive a 2 vie tradizionali(woofer da 12/15 pollici + driver alte frequenze) cosa ritieni possa essere suggeribile? considerando che la parte del relativa al driver alte frequenze dovrebbe avere buone caratteristiche e performances… Grazie

    in risposta a: casse attive teatro #70319

    jordy
    Partecipante

    Tutto chiaro, ma dovendo utilizzare solo la voce, ha senso andare a tagliare i bassi e poi concentrarsi sull acquisto di un sistema che ha un sub quindi una bomba qui bassi? Non spenderei soldi inutilmente? I 200w rms sugli alti del modello suggerito mi entusiasmano, ma il sub per noi serve davvero? Non sarebbe preferibile prendere 2 buone casse attive ben prestanti sui medio alti evitando il sub?

    in risposta a: casse attive teatro #70297

    jordy
    Partecipante

    Ciao Andrea, grazie del tuo contributo. Non me ne intendo ma cercando in rete il termine “array” mi escono immagini di casse disposte una sopra l’altra. Mmh.. no. Non è il nostro caso, devo stare molto più easy. L’idea è quella di acquistare e disporre 2 casse attive (una a dx e una a sx) ad inizio pubblico e collegare a cascata altre 2 casse attive a metà pubblico per rafforzare il tutto.
    Detto che penso di tenere le mie attuali,
    Prima domanda: si possono collegare tranquillamente 2 o più casse attive (diverse tra loro) e non c’è nessun parametro da tenere in considerazione (impedenza, altre caratteristiche) o c’è da stare ben attenti a qualcosa che possa influire in prestazioni?
    Seconda domanda: che casse attive mi consigliate, marchi e modelli, tenendo presente che lavoriamo di voce, quindi alti più che bassi.

    in risposta a: casse attive teatro #70294

    jordy
    Partecipante

    Bella risposta Diego e grazie, tieni presente che per quanto mi riguarda non essendo del settore, termini troppo tecnici o abbreviazioni faccio un po’ fatica a comprenderle anche cercando in rete. Comunque sia mi è abbastanza chiaro il tuo esempio, è il classico nostro caso, mi verrebbe da dire che capita sempre di disporre così i 2 o 3 microfoni a seconda della larghezza del palco, catturano tutti la stessa sorgente (voce) ovviamente da distanze diverse, li collego al mixer (PA?) e dal mixer gestisco il pan girando leggermente a sx la rotellina del pan del microfono posizionato a sx sul palco e stessa cosa a dx (è questo che vuoi dire con il discorso 10 e 15?). Lascio centrale (mono?) la rotellina dell’ eventuale terzo microfono posizionato al centro del palco. Di solito faccio così: è corretto?
    Corretto il fatto che le nostre casse sono in ABS, plastica, mi consigli di rivestrirle esternamente con qualcosa? Il discorso budget vorrei non fosse un problema, nel senso elimina ogni consiglio che riguarda la bassa qualità (abbia già delle casse “semplici”), perciò se dovessi fare l’acquisto lo fare solamente al fine di avere un notevole miglioramento rispetto all’attuale, con fortuna e pazienza optando sull’usato, quindi per i tuoi consigli tieni in considerazione casse di media e alta “qualità”, non siamo professionisti, quindi evita pure impianti da PRO specie sul nuovo. In questo caso il discorso budget sarebbe un problema.

    in risposta a: casse attive teatro #70284

    jordy
    Partecipante

    Ciao Diego, grazie per la pronta risposta. Non abbiamo un posto fisso dove recitiamo, diciamo che capita per il 50% dei casi di recitare all’aperto (piazze, parchi, ecc..) ed il restante 50% dei casi al chiuso (a volte teatri, raramente teatri con balconate sopraelevate, generalmente teatri di piccola media capacità; patronati, sale ricreative, ecc..). Quando accenni al fatto che i microfoni tendono a rientrare perchè hanno molta emissione anche dietro, ti riferisci al fatto che interferisca il microfono con la cassa? La mia sensazione è che il problema sia il non poter aumentare a dovere il gain dei microfoni perché è come se i microfoni interferissero fra loro (microfono-microfono più che microfono-cassa).
    L’idea mia era quella di acquistare 2 buone casse da mettere subito davanti in terza quarta fila e magari a metà pubblico piazzarci le altre 2 casse che già ho per rafforzare “di volume” (o viceversa insomma). Ma che casse?

Stai vedendo 6 articoli - dal 1 a 6 (di 6 totali)
Vai alla barra degli strumenti