Sibiatu

Compila il form per contattare


Risposte al Forum Create

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 17 totali)
  • Autore
    Articoli

  • Sibiatu
    Partecipante

    Mm, domanda da un milione di vecchie lire: e dove lo trovo un isolatore per vga ? No, il cavo che parte dal computer e va al mixer audio è lungo almeno tre metri di per sé e senza ulteriori giunzioni ma se lo sostituisco con uno corto il ronzio non cessa bensì s’attenua.


    Sibiatu
    Partecipante

    Ordunque, così come avevo esplicato nel messaggio principale: sì, se il computer (anche senza alimentazione) è collegato al mixer audio con cavo mini-jack/rca (con adattatori rca/jack) e se il cavo vga non è collegato dal succitato portatile al videoproiettore allora no, nessuna sorta di ronzio però appena inserisco il vga (ribadisco, sia che il laptop sia alimentato a batteria o meno) ecco che sorge il ronzio.


    Sibiatu
    Partecipante

    Buon giorno Diego, non penso ci sia bisogno di togliere la terra al computer poiché il ronzio si manifesta anche senza alimentarlo: il fastidio è dovuto al vga collegato però non ho ben compreso una cosa, che intendi significare con un isolatore ? Il dti che ho linkato sarebbe un doppio trasformatore e isolatore, non è indicato al mio caso ?


    Sibiatu
    Partecipante

    A tal proposito, pare che questa dti potrebbe fare al mio caso ? http://www.backline.it/dti-0?id=1403


    Sibiatu
    Partecipante

    Buon giorno Diego, quale idoneo dispositivo consigli per isolare il cavo di segnale ? No no, giammai isolerò la terra poiché è troppo pericoloso: comunque il videoproiettore non possiede un selettore ground lift.


    Sibiatu
    Partecipante

    Buon giorno Francesco, il videoproiettore e il mixer audio condividono la stessa medesima sorgente di corrente in due prese delle stessa ciabatta elettrica (per inciso, il proiettore è collegato direttamente alla ciabatta mentre il mixer audio a una seconda ciabatta interna al rack d’un’amplificazione a sua volta alimentata dalla prima ciabatta): comunque sì, utilizzo il tappetino del computer per comodità però l’aumento o la diminuzione del ronzio rispettivamente dovuta all’apertura o alla chiusura di cartelle, pagine e programmi non muta qualora jo tolga il dito dal trackpad. La direct injection box non ha la stessa funzione dell’isolatore di massa di cui s’accennava prima, qualche converrebbe usare tra le due e che marche consigliereste per il mio caso secondo voi ? Grazie.


    Sibiatu
    Partecipante

    No no: come spiegavo prima, il ronzio nel segnale audio è causato soltanto dal cavo vga che collega il computer al videoproiettore ma se stacco il vga di cui sopra l’interferenza cessa. Invece l’alimentazione elettrica del portatile non influisce in alcun modo, piuttosto ho notato che il disturbo aumenta oppure diminuisce a seconda se apro o chiudo cartelle, pagine o programmi sullo schermo del laptop: temo potrebbe trattarsi della frequenza nella scheda video, perciò ? O dell’alimentazione del proiettore provvista di messa a terra ? Perché allora non intuisco dove si generi il ground loop in questo caso, forse tra la terra del videoproiettore e quella del mixer audio ? Non mi pare una buona cosa isolare la terra con nastro isolante, potrebbe essere pericoloso in caso d’anomalie ? Solitamente, voi come sanate questo genere di problematiche ? Se con un isolatore di massa, ne conoscete una buona marca che s’occupi del mio caso ? Grazie ancora.

    in risposta a: Fusibile in dimmer coemar #50128

    Sibiatu
    Partecipante

    Aggiornamento: a che cosa servono i set adjust in fine ?

    in risposta a: Compact disc incastrato #48509

    Sibiatu
    Partecipante

    Salve, signor Mauro: sì sì, sanai il dannato intoppo immantinente dacché prevenni problematiche a monte istallando un secondo lettore compact disk professionale d’emergenza e un computer portatile in regia prima del principio dello spettacolo. Confermo che lo slittamento dei due cd è stato causato da una loro piegata deformazione a braccetto con l’usura: furono consegnati così purtroppo.

    in risposta a: Fusibile in dimmer coemar #46885

    Sibiatu
    Partecipante

    Vi ringrazio di cuore, signor Mauro: ignoro le motivazioni le quali Vi destano sospetti di sussiego però Vi garantisco stiate elucubrando di fantasia dacché la mia era sete di conoscenza e non di burla da Voi rievocata. Talune argomentazioni potrebbero parere scontate a Voi ma non a noi comuni mortali ordunque mi reputo soddisfatto dall’usufrutto d’un forum in quanto tale in fine: da un tecnico coerente a uno civile.

    in risposta a: Fusibile in dimmer coemar #46801

    Sibiatu
    Partecipante

    Ergo il fusibile veloce (F) dev’essere sfruttato nei bassi amperaggi come quelli da 250mA o da 500mA nei control fuse mentre il ritardato (T) negli amperaggi maggiori come quelli da 10A nei canali: suppongo sia una coerenza applicabile nella gran parte dei dimmer delle marche più disparate. Signor Mauro, potrei chiederVi quale tipo di regolatore di potenza vantate per inserirci esclusivamente fusibili fast a priori ? Ringrazio.

    in risposta a: Fusibile in dimmer coemar #46722

    Sibiatu
    Partecipante

    Vox veritatis: “F sta per veloce e viene utilizzato nei bassi amperaggi specialmente a protezione di apparati elettronici perché l’intervento deve essere rapido in modo che nessun componente a valle possa essere danneggiato anche a causa di un minimo aumento di corrente di solito non sopportato. T sta per ritardato e viene usato su amperaggi maggiori: questo perché se la corrente dovesse sforare il limite a causa di lievi sbalzi permette di ritardare l’intervento e quindi di rientrare nei valori corretti senza causare disguidi non essendoci a valle carichi critici”.

    in risposta a: Fusibile in dimmer coemar #46654

    Sibiatu
    Partecipante

    Niuna perdita di tempo giacché chiedere è lecito mentre replicare una cortesia: desideravo solo sapere perché la Vostra pratica conoscenza concernente l’illuminotecnica differisca da consigli conferitimi altrove e vice versa. Qualsivoglia forum fabbisogna il sapere nonché lo scambio d’esperienze confluiscano tra differenti utenti d’altrettanto diverse estrazioni professionali e non sarebbe dispiaciutomi soddisfare la mia curiosità abbeverandomi alla fonte delle competenze Vostre: preaccenno che ho contattato coemar soltanto dopo aver letto la Vostra risposta apparentemente tanto sicura quanto scarna e mi sto limitando a domandarVi il perché della Vostra convinzione. V’illuminerò circa novelli aggiornamenti e non disdegno ulteriori pareri persino altrui: a presto.

    in risposta a: Fusibile in dimmer coemar #46646

    Sibiatu
    Partecipante

    Mm, strambo poiché l’assistenza della coimar m’ha scritto che i fusibili da 10A nei canali debbono essere retarded (T) mentre quelli da 250mA e da 500mA nei control fuse fast (F): perché ? Il voltaggio dev’essere sempre di 250V, sì ? Sapete dirmi a che cosa serva il set adjust infine ?

    in risposta a: Fusibile in dimmer coemar #46604

    Sibiatu
    Partecipante

    Aggiornamento: noto che taluni fusibili nel control fuse d’uno dei dimmer equivalgono a 500mA sì come nella sopraccitata immagine mentre i restanti a 250mA. Sempre F (veloci) ?

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 17 totali)
Vai alla barra degli strumenti