Radiohead a LED

I Radiohead sono il primo gruppo che utilizza un innovativo software che genera nuovi effetti visuali per apparecchiature LED. Il concetto del progetto luci è disegnato specificamente per i spettacoli del gruppo ed è stato usato anche per la loro performance del Glastonbury Festival di quest’anno.

L’incredibile concerto dei Radiohead e stato visto da migliaia di spettatori presenti al Glastonbury Festival e poteva anche essere seguito in televisione grazie all’annuale trasmissione della BBC.
La disposizione del palco, che è stato inaugurato in alcune date in america all’inizio dell’anno, verrà utilizzata anche per il resto del tour europeo per promovere il loro nuovo disco “Hail to the thief”.


I Radiohead sono conosciuti per la loro inventiva sia per la parte visuale che musicale durante lo show e anche le luci di questo tour disegnate dal LD Andi Watson non fanno eccezione.

Indirizzati dal disegno luci di Andi, tutto l’equipment del palco e stato fornito dal service Bandit Lites, già in passato Global Lighting Supplier e Touring Rental company dei Radiohead.
Per poter realizzare l’innovativo progetto luci con le apparecchiature LED, Bandit Lites Touring Manager Mark Powell ha chiesto aiuto ai progettisti di A.C. Lighting, distributore di tecnologia per il mondo dello spettacolo, che con le loro nozioni speciali nel campo LED hanno contribuito a sviluppare e fornire la soluzione ideale per lo spettacolo.

L’apparecchiatura fornita consiste in 48x 1.2m Thomas Pixeline™ 1044, barre LED di alta luminosità, con 24x 2.5m strip vertical towers e montati in intervalli di 1m sul fondo del palco.
Le barre vengono controllate dalla nuova versione Beta del High End System’s Catalyst™ Software (che uscirà fra poco), che include adesso anche il controllo di apparecchiature LED oltre che a tutte le altre funzioni.

I Radiohead hanno avuto per primi la possibilità di utilizzare questa nuova versione di software per il loro spettacolo luci. Il risultato sono sbalorditive sequenze video che possono essere mandate in azione attraverso apparecchiature LED.

LD Andi Watson: “I Thomas Pixellines sono delle meravigliose apparecchiature, i colori saturati che vengono prodotti sono incredibilmente intensi e la potenza della luce è fantastico. La possibilità di controllare cosi tante cellule LED individualmente e stato un fattore importante nella mia scelta di usarli in tour. Il mio unico problema poi era trovare la miglior soluzione di controllo. Richard Bleasdale mi ha procurato questa versione del Catalyst, che mi permette di controllare le apparecchiature LED in un modo bello ed organico. Solo usando questo software è stato possibile trattare il complesso apparato LED come un’unica “entità”, cosi mi sono stati risparmiati ore ed ore di schiacciamento di bottoni. Unire uno strumento luci cosi fantastico con un unico e facilmente utilizzabile software mi ha permesso di concentrarmi del tutto su quello che volevo vedere e non su quello che dovevo programmare.”

Info: www.aclighting.com

Vai alla barra degli strumenti