SIB 08: le novità

Con questo secondo e ultimo appuntamento su SIB 2008 vi proponiamo una carrellata su alcune delle novità più importanti viste in fiera.
Come già detto precedentemente il 2008 è stato senza dubbio un anno molto ricco di fiere ed eventi e gran parte dei nuovi prodotti visti al SIB erano già stati presentati in altre kermesse, così che la nostra Redazione ha deciso di approfondire, con la solita cura e con gli ormai abituali video a compendio, solo alcune di esse.

This text will be replaced

Ecco le più importanti news direttamente dallo stand “delle Arance” come è stato simpaticamente chiamato lo stand di Gmep-Molpass che, dobbiamo dirlo, non mancava certo di colore e allegria.
A proposito di arance, andate a dare un’occhiata la nuovo sito di Molpass…

Medianumerics

RockNet di Medianumerics è una soluzione modulabile, dal costo interessante concepito e ottimizzato per la gestione di audio e dati per il suono live. E’ stato progettato per collegare fino a 99 dispositivi in un’unica rete. Uno qualsiasi dei 160 canali audio può essere portato a un massimo di 768 uscite in rete bidirezionale, senza limiti.

Una mancata connessione tra due dispositivi non pregiudica la trasmissione audio o l’integrità del sistema, questo grazie alla ridondanza inclusa.
Tutte le funzioni possono essere configurate senza l’uso di un computer. RockNet, opzionalmente, può essere controllato in remoto utilizzando il RockWorks software per PC tramite l’interfaccia USB.

Pandoras Box V.4.0

E’ un sistema (hardware e software) di “composizione grafica/video 3D a più livelli (Layer) e di rendering in real-time” il quale unisce il concetto di mediaserver (lighting world) e di timeline (video world).

Alcune delle principali caratteristiche del sistema PandorasBox:

– 2x DVI/VGA Output
– Risoluzione per singolo Output 2048×1536 Pixel
– Opzioni live input – 4x composito / 1x XGA / 1x SD SDI / 1x HD SDI (2 frame delay)
– 24 tracce audio 3D
– Fino a 48 Layers (16video / 32grafici) in ambiente 3D
– Softedge / Blending su 4 lati
– Centinaia di effetti di transizione, colore e video
– Controllo via Medianet, RS232/422, SMPTE, Artnet, DMX512, TCP/IP, GPI
– 1 ,2 ,8 o multiple Timeline disponibili in base al sistema
– Gestione diretta di luci convenzionali, motorizzati e LED RGB tramite DMX

SSS – Schnick Schanck System

Sistemi modulari LED RGB a controllo DMX512, Artnet e Video per scenografie e strutture.
Disponibili in pannelli da 100x100cm e 100x20cm, in tubi 25mm da 100cm e 200cm, mattonelle 50x50mm e strisce da 25cm x 13 mm.

Alcune caratteristiche:

– unico LED RGB tecnologia “Nichia” per ogni tipo di dispositivo

– controllo via DMX, Artnet e Video (tramite media server)
– assenza di sfarfallio durante la parzializzazione intensità
– plug & play
– apertura fascio luminoso di 120°
– calibrazione ogni singolo LED per colori omogenei

Even Led

Gli Even LED sono Pannelli LED RGB ad alta luminosità per fondali, ciclorama e chroma key in retroproiezione a controllo DMX512. Ottima soluzione per studi televisivi, teatri ed architetture.

Alcune caratteristiche:

– massima copertura luminosa in altezza 12mt, larghezza illimitata
– ridotto consumo energetico e di calore dissipato (150W per pannello, LED singolo 6W)
– minima distanza di proiezione (250-500mm dal fondale)
– diffusione luminosa e di colore omogenea
– controllo indipendente di ogni singolo LED
– dissolvenza in/out estremamente morbida esente da “sfarfallio” (DMX512 a 16Bit)
– no ricambio lampade!

This text will be replaced

Nello stand AGmultivision abbiamo potuto conoscere un sistema intercom – anche se parlare di solo intercom è piuttosto limitativo come potremo vedere – piuttosto interessante. Il progettista viene da anni di esperienza sul campo e, per questo, il prodotto è stato concepito in maniera molto attenta alle esigenze reali dei tecnici e degli operatori dello spettacolo.

TheatreCue si utilizza fondamentalmente per connettere un direttore tecnico di scena con diverse unità remote, ognuna delle
quali funziona come un segnalatore luminoso o come un controllo diretto delle attrezzature di scena.

Ogni unità
master controlla fino a 14 unità remote (outstation) ed il sistema è progettato in modo che si possano collegare tra
loro fino a 8 unità master, fornendo così la possibilità di controllare fino a 112 unità remote. Il sistema funziona con
l’utilizzo di cavi XLR (Canon) standard e permette qualsiasi combinazione di configurazione in cascata, a stella o a
margherita.
I tecnici di scena possono programmare il sistema molto velocemente e assegnare le stazioni remote nell’ordine
preferito. E’ anche possibile impostare due gruppi di comandi simultanei per le segnalazioni. Il direttore di scena
può inviare comandi di “stand by” (attesa) e gli operatori alle unità remote possono confermare prima che il
direttore dia il segnale di “go” per entrare in scena.
TheatreCue può essere controllato via RS232 da computer ed è in grado di inviare numerosi avvisi di errore: ad
esempio per effettuare una rapida diagnosi dei cavi nel caso di problemi alle connessioni.
Interessante notare come i ricevitori siano costruiti con materiali molto robusti e con un design che impedisce di azionare per errore comandi e tasti, particolari molti apprezzati nella vita “on the road”…

Caratteristiche principali:

– Set-up semplice utilizzando cavi XLR standard (Canon)
– Sono possibili connessioni in cascata, a stella o a
margherita
– Le unità remote possono confermare i segnali di
“stand by”
– Controllo diretto delle attrezzature di scena tramite
l’utilizzo di unità remote affidabili
– Le unità remote possono emettere segnali sonori
– E’ possibile programmare segnalazioni simultanee a
più gruppi di unità remote
– Possibile collegamento di 14 unità remote
– Possibilità di collegare fino a 8 unità di controllo master
– Controllabile via RS232

Al SIB, in un bellissimo stand rinnovato nei colori e nella grafica, era possibile ammirare anche tutta (o quasi) la collezione dei microfoni Audio Technica distribuiti da qualche settimana da Prase Engineering S.r.l.

Con Ennio Prase (nella foto in alto ndr) abbiamo avuto modo di parlare di questo marchio che sta riscuotendo sempre più successo anche in ambito live, ormai gli AT4040 sono considerati un “classico” sui cabinet per chitarra elettrica e non solo.
In quest’ottica abbiamo ipotizzato una serie di prove microfono di cui a breve vi sapremo dire di più…

This text will be replaced

Al SIB 08 Sixtema ha presentato alcuni nuovi prodotti che abbiamo avuto modo di vedere e filmare presso lo stand, in un vero e proprio “showcase” presentato dal Sig. Sergio Cazzolaro in esclusiva per ZioGiorgio Network.
La gamma Arena si è aggiornata di diagonali che permettono ora di costruire un sistema “multidirezionale” in alluminio così che torri e muri del tipo “layher” diventano realizzabili.
I nuovi carrelli per le torri dei modelli Vario-Tower e Mega-tower sono corredati di una piastra polivalente che ha la particolarità di essere predisposta per accogliere “tutti” i modelli di americane e con qualsiasi aggancio delle marche esistenti sul mercato.

Assieme ad altre soluzioni, studiate appositamente, questo rende le torri della Sixtema tra le più versatili ora sul mercato.

“Per la linea Bravo, che rappresenta un’innovazione molto importante nel mondo delle pedane a quattro gambe, si segnala un significativo successo nelle prenotazioni. Il pubblico comincia ad apprezzare il sistema di aggancio dei moduli, sistema che permette di evitare l’utilizzo di 4 gambe per pedana e che accelera i tempi di montaggio. Nello stesso tempo garantisce la messa in piano automatica dei moduli stessi”, dice il Sig. Sergio Cazzolaro.

Molto interessante, a nostro avviso, è il sistema di “sgancio rapido” delle spine che servono ad ancorare le diagonali con le strutture.
Come si può vedere chiaramente dal video l’aggancio-sgancio è possibile con la sola pressione delle dita, evitando martelli e utensili affini…

Il Sig. Cazzolaro ci regala anche qualche considerazione sulla fiera che riportiamo di seguito. “La fiera ha fatto qualche passo verso i visitatori e noi espositori, anche se non è ancora sufficiente…
Con tutta onestà credo che ci voglia ben altro per riportare a Rimini i successi delle passate edizioni, ma devo dire che siamo sulla buona strada…”

Un momento che ha attirato l’attenzione degli addetti ai lavori (e i giornalisti invitati all’evento) è stata la conferenza stampa indetta da Proel (nel video spezzoni della conferenza stampa ndr).
Oltre al titolare Fabrizio Sorbi di Proel era presente una “new entry”, se così possiamo dire, Gabriele Paoloni di Eurosell SPA.
In effetti la notizia più importante era quella dell’acquisizione da parte di Proel di Eurosell azienda che, attraverso queste righe di “comunicato ufficiale” che seguono andremo a conoscere meglio…

This text will be replaced

Eurosell SPA , nata all’interno del Videosel Group S.p.A, nell’ottobre 2007 è diventata una Proel Group Company unendosi così, di fatto, al gruppo Proel.
Alla nascita Eurosell poteva contare sulla distribuzione in esclusiva dei videoproiettori EIKI e di una gamma inizialmente ristretta di schermi e accessori.
Negli anni la scelta di ampliare la gamma si è rivelata vincente, introducendo nuovi importanti brand come Panasonic, Nec, Benq, Extron, Canon, Casio e nuove tipologie di prodotto come i plasma display, i display LCD, le videocamere, le soluzioni per il Digital Signage, e per la videoconferenza.

Oggi Eurosell è un partner importante per circa 4.000 clienti che rendono Eurosell il distributore leader nel mercato dell’audio-video professionale.

Pur rimanendo fortemente focalizzati sul core business nella distribuzione AV, Eurosell ha sviluppato ed aumentato costantemente la presenza nelle tecnologie “convergenti”, con una particolare attenzione alle soluzioni più innovative come il promettente settore del Digital Signage, i LED Architetturali e le soluzioni audio professionali.
Il tutto sempre nell’ottica di aumentare, da una parte, la “quota di cliente” e, dall’altra, la penetrazione in nuovi mercati, quelli emergenti, e continuando a crescere nei settori del noleggio, dell’installazione, dell’informatica, del broadcast, del medicale, anche grazie ad una competente e capillare rete commerciale.

Con un’attenta gestione della relazione con il cliente e attivando strategie di Customer Relationship Management, sfruttando adeguatamente i supporti informatici per migliorare il flusso delle informazioni e delle operazioni (anche di vendita), Eurosell è oggi in grado di diversificare le attività sui clienti identificandoli anche in base all’utente finale al quale si rivolgono, ed alla tipologia di servizi e prodotti offerti.

Oggi la gamma di prodotti ha un’ampiezza tale da servire al meglio la base clienti, riducendo anche il rischio e rendendo l’azienda meno vulnerabile alle dinamiche del mercato o alle azioni di uno o più vendor, offrendo la miglior selezione di prodotti disponibili attualmente sul mercato, nelle seguenti categorie:

• videoproiettori
• plasma display, LCD display, anche per esterno
• Videocamere professionali
• Monitor architetturali
• Schermi
• Elettroniche per sistemi, interfacce, distributori, convertitori di segnale
• Lavagne interattive e sistemi multifunzione, streaming audio-video
• Software per il Digital Signage
• Prodotti per la domotica
• Soluzioni per la videoconferenza

A seguire sono state date altre due notizie degne di nota, la nascita del marchio ACRONN, che si occuperà di lanciare sul mercato prodotti basati sui tecnologia Led e la nuova distribuzione dei prodotti della tedesca CurveLed.
Come dice Gabriele Paoloni stesso ”nel settore video è ormai chiaro che il LED sta diventando l’attore di punta..” e, in quest’ottica ACRONN si pone come brand di punta per prodotti led del gruppo Proel.

Per CurveLed proprio a SIB è stato presentato un nuovo prodotto.

CurveLED Modular LED SYSTEM

Il prodotto consente una trasparenza del 75%, il materiale in policarbonato è particolarmente resistente agli urti ed agli effetti dell’esposizione a luce/calore solare. La modularità di questa soluzione è il suo vero punto di forza, perché possono essere create facilmente onde e curve utilizzando i vari moduli componendo superfici con ampiezze sino ad ora inimmaginabili.

L’essere composto da cannule da cm.56 di lunghezza, facilmente agganciabili tra loro, permette inoltre al prodotto di essere riposto velocemente e comodamente in un flight case di piccole dimensioni, semplificando così anche le operazioni di trasporto. Ogni cannula pesa solo 200 grammi, ed anche la connessione al modulo di controllo è molto semplice, pochi secondi e un unico click e l’aggancio è fatto! Il modulo di controllo può sostenere un peso massimo di 40 Kg. per fascia e può agganciare fino a 8 fasce diverse di cannule.

Per ogni coppia trasmittente/ricevente, la possibilità massima di composizione della parete a LED è di mt.7,84 di altezza per mt.41 di lunghezza. CurveLed funziona con una connessione DVI da PC, con distanza massima di 15 km. (se cablato con fibra ottica). La durata stimata dei LED è di circa 50.000 ore. Grazie ad una corsia applicabile al supporto “americana” (accessorio opzionale), si può creare l’effetto tenda rendendo mobile la composizione CurveLED.
Presto sarà disponibile la versione outdoor.

Una delle novità ACRONN presentata al SIB 2008 è LD2010, un modulo per installazione fissa 1280x960mm RGB, outdoor/indoor, passo 20 mm, virtual 10, il 10 millimetri virtuale più versatile per ogni tipo di applicazione outdoor e indoor. Il modulo di dimensioni e pesi ridottissimi è facile da installare e trasportare. Studiato per il rental consente ad un solo operatore una veloce installazione.
E’ progettato per resistere alle più severe condizioni atmosferiche. La velocità di refresh e la tecnologia di cui è dotato lo rendono adatto alle riprese televisive e applicazioni in studio. Particolarmente curati i dettagli per una semplice e rapida manutenzione.
Non pone limiti alle dimensioni da installare. Una serie di accessori per il cablaggio ed il fissaggio lo rendono adatto ai più diffusi sistemi trussing e staging. È disponibile la versione da installazione fissa.

Nello stand Le Grandi Immagini Group, distributore europeo dei prodotti giapponesi prodotti da Komaden, è stata presentata una installazione scenografica formata da uno schermo a led Image Mesh, uno schermo a led Kapas dotato di sistema di movimentazione ed un secondo schermo a led Kapas in posizione curva.
I visitatori hanno avuto modo di visionare personalmente l’ultimissimo modello di schermo a led Image Mesh V3 (sotto alcune foto dello stand, con un’immagine sempre molto d’impatto…ndr).

La versione V2, precedentemente utilizzata con successo da Le Grandi Immagini srl per la realizzazione dei concerti di Luciano Ligabue, Tiziano Ferro, Pink ed Eros Ramazzotti è stata migliorata nella luminosità, leggerezza, velocità di montaggio e di installazione, garantendo una maggiore versatilità nell’impiego.

Le soddisfazioni non sono mancate per Joint Rent durante il SIB 2008 di Rimini.
Le novità presentate hanno ottenuto un ottimo riscontro da parte dei numerosi visitatori dello stand, primi fra tutti i banchi digitali e la nuova scheda effetti Innovason (una postazione era predisposta come demo nello stand stesso ndr), rappresentata in Italia appunto da Joint Rent e le ultime novità Nexo, di cui la ditta italiana è distributrice e centro autorizzato ricambi e riparazione.

La consistente affluenza allo stand e la richiesta costante da parte dei clienti, di vecchia data e nuovi, ha spinto Joint Rent a continuare la serie di seminari e demo presso la propria sede: sarete infatti presto aggiornati sullo sviluppo delle attività e sugli argomenti protagonisti dei prossimi incontri.

Anche dallo stand di Grisby, importante distributore che non avevamo visto alla fiera di Bergamo, abbiamo qualche cosa da segnalare…

iDR0 MixRack in anteprima al SIB, l’ultimo nato nella famiglia iDR, è un mix-brain che contiene
in 1U rack da 19” l’iDR64 DSP, CPU e i componenti audio remoti dell’iDR10 MixRack. Al posto dei
tradizionali I/O analogici, riceve audio da una connessione EtherSound, E’ possibile quindi usarlo
per mixare audio da un network EtherSound, o, ad es., è possibile usarlo splittando digitalmente
64 canali dalla porta EtherSound B di un sistema iLive FOH all’iDR0, controllato da una seconda
superficie iLive, per il mix monitor sul palco.
iDR0 è però anche una risorsa potentissima in installazioni di una certa complessità essendo
fornito di connessione PL-Anet per tutti i controlli remoti della serie PL di Allen&Heath.
In corso di ultimazione il software ‘System Manager’ per il suo controllo remoto da PC.

ISA One mic pre-amplifier è il classico preamplificatore vintage del modulo ISA110 originale,
inclusi il trasformatore Lundahl L1538 ed il famoso ‘zobel network’, incassato in uno chassis di
elegante e robusto design con maniglia vintage per la sua portabilità.

ISA One è anche un canale D.I. flessibile, per i musicisti e fonici più esigenti, con controllo
di guadagno indipendente, uscita per il collegamento
ad un ampli e uscita XLR indipendente sul retro. 4
impostazioni di impedenza selezionabili; scheda
opzionale A/D a 24bit/192kHz con gamma dinamica
di 119dB; punto di Insert tra il pre o la DI ed il
convertitore; phantom, inversione di fase e filtro HP
(75Hz – 18 dB/oct) sul pannello; VU meter a
calibrazione variabile per entrambi gli ingressi, 2
peak meter a 6 led; uscita cuffie con controllo di
volume anche per cue mix stereo esterno. ISA One è
fornito con robusto flight case custom e certificato di
qualità ed autenticità Focusrite.

Per concludere una terza novità da Grisby (in realtà i prodotti “nuovi” erano molti, ma come detto già ampiamente trattati nella nostra abituale newsletter e negli articoli di approfondimento sulle fiere nel mondo ai quali vi rimandiamo…ndr) è relativa ad una nuova distribuzione.

Avant Electronics è una ditta Californiana che propone un
amplissimo catalogo di microfoni con l’ambizione di confrontarsi, per design e performance, ad
alcuni dei microfoni di maggior prestigio presenti sul mercato, ma ad una frazione del loro costo.

Il catalogo, oltre ad un interessante rapporto qualità-prezzo, si segnala per la grande accuratezza delle
confezioni e la ricchezza degli accessori.
Dotazione comune, per
quasi tutti i modelli, è un astuccio in legno per il microfono ed
un’ampia valigia in alluminio per i robusti supporti con
sospensione elastica e, dove previsto, l’unità di alimentazione e lo
splitter (microfoni stereo).

Ogni microfono è accompagnato da
esauriente manuale, comprensivo di diagrammi di risposta in
frequenza, elastici di ricambio e adattatore per il supporto
microfonico sull’asta. Tutti i modelli sono forniti di pad attenuatore
-10dB e filtro HPF a 80Hz 6dB/oct. Caratterizzati da un
gradevolissimo look vintage, con il corpo in colore rosso ‘cabernet’
e le finiture, la griglia e i connettori in nickel-cromato, i microfoni
Avant vengono realizzati presso complessi industriali in Oriente e
nell’Est Europeo, ma la progettazione ed il controllo di qualità, con
test individuali certificati, sono esclusivamente made in USA.

Queste le famiglie di microfoni proposti:
RIBBON MICS / FET MICS / TUBE MICS / USB MICS / DRUM MICS.
Tra gli altri: CK-7 versatilissimo microfono a FET multipattern (omni, cardio, figure 8); CR-14
microfono a nastro di notevole sensibilità e morbidezza sulle medie e basse frequenze, ideale per
la voce anche in doppiaggio e broadcast; CV-12 mic valvolare multipattern fornito con 2 ulteriori
tubi termoionici per una più ampia sperimentazione sonora; CU-2 cardioide a capsula grande
(35mm), interessante soluzione all-in-one con a bordo convertitore 24bit/96kHz ed interfaccia USB
con supporto per piattaforme Windows e MacOS; AK-Type VII microfono di misura con risposta in
frequenza 10Hz~40kHz e range dinamico di 125dB (max SPL 160dB!)

Alla prossima fiera!

Aldo “hucchio” Chiappini
ZioGiorgio Network

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti