1° Maggio 2010 Roma: Prova del fuoco per i monitor LSS

Per l’evento più complesso ed importante del broadcasting musicale italiano, il Concerto del 1° Maggio a Roma, quest’anno il palco è stato sonorizzato per la parte wedge monitor con  gli LSS WM4.
La decisione è stata presa direttamente dal senior veterano stage manager di questa manifestazione Toni Soddu, con l’approvazione del Service audio Madema, fornitore di tutto il sistema PA.

Una scelta semplicemente tecnica. Le esigenze inerenti all’ascolto sul palcoscenico circolare di questa manifestazione sono considerate tra le più complesse per la varietà dei generi musicali rappresentati ed estreme in termini di velocità nell’esecuzione da parte degli operatori pressati da cambi palco rapidi (in media 12 minuti ognuno) per rispettare la tempistica televisiva della messa in onda in diretta su RaiTre per circa otto ore.

La pressione sonora da esercitare deve essere tale da equiparare quella del sistema audio FOH, dimensionato per servire un audience che anche quest’anno ha affollato Piazza San Giovanni con ben  500.000 presenze.

Il Concerto del PrimoMaggio 2010 è stata la dura prova del fuoco per tutto il materiale messo in uso e senza ombra di dubbio è stata superata egregiamente dai prodotti LSS.
Su ciascuno dei due palchi, che ormai tutti sanno essere montati su una piattaforma circolare girevole del diametro di 16 mt, sono stati usati i seguenti prodotti:

  • Monitors principali, fronte palco:
    4 WM4 LSS due vie a basso profilo 2 x 12" più guida d’onda asimmetrica con driver da 3", pilotati in full range da un 2 finali Crown VZ 5002
  • Monitors linea posteriore palco:
    4 WM3 LSS due vie coassiale da 15" con driver da 3" e tromba ruotabile 60°X 40°, pilotati in full range da 2 finali Crown VZ 5002

  • Drum Fill:
    1 Sub Octo21, 21" attivo con modulo digitale da 2000W e una cassa SF15DC 2 vie con woofer 15" più driver da 3" accoppiato ad una tromba a direttività costante 60°X 40°, attiva Bi-Amp con modulo digitale da 1000W totali.

Le impressioni di Toni Soddu: "Nella consueta giostra del Concertone, composta da 45 minuti di prove audio nei giorni 29 e 30 aprile e nei 12 minuti disponibili in media per i cambi palco della diretta televisiva su RaiTre, i monitor LSS WM4 e WM3 hanno efficacemente supportato con potenza e dettaglio del suono la maggior parte dei 21 set di artisti intervenuti quest’anno per questo assai difficile ed importante avvenimento per la musica dal vivo italiana. Una corretta sonorizzazione molto controllata sulle frequenze utili da utilizzare nel monitoraggio, unita ad un suono equilibrato e presente, hanno fatto sì che i monitor LSS WM4 e WM3 abbiano portano a casa una conferma importante per la casa LSS Advanced Speaker Systems, alfiere fin dai tempi della sua costituzione del buon suono riprodotto con cura artigianale e professionalità a carattere industriale".

info: www.lss.it

Vai alla barra degli strumenti