Flex Array alla WMC di Miami Beach

Giunta al suo 25° anno consecutivo di svolgimento (che coincide con lo stesso anniversario di Turbosound), la Winter Music Conference costituisce una delle kermesse musicali più pubblicizzate al mondo. Anche quest’anno l’attesissima manifestazione, che ha previsto oltre 500 eventi in programma nel corso di cinque giorni dello scorso marzo in un gran numero di locali di Miami Beach, ha mandato in fibrillazione i partecipanti – se non altro, per la presenza di Turbosound con un impianto di diffusione Flex Array ad alta definizione. 
 

Tutti gli occhi erano puntati sullo Shore Club di Miami Beach dove è stato installato un impianto Flex Array completo che, per citare la guida della WMC “10 Winter Music Conference Survival Tips”, aveva il preciso intento di “far balzare dalla sedia“ il pubblico.

James Reed di Audio Video Lighting Innovations e Brad Stephens di American Music and Sound, distributore americano di Turbosound, si sono occupati della configurazione dell‘impianto principale della piscina che comprendeva sei Flex Array TFA-600H a tre vie medio/alti sospesi ai lati, sei sub folded horn TSW-218 con doppi 18” scelti per l’alto grado di definizione ed incisività e per  la risposta estesa alle basse frequenze richiesta dalla particolare energia della musica dance contemporanea.
 

Il controllo dell’impianto era assicurato da processori Turbosound LMS-D26 2-in/6-out. I diffusori amplificati digitali NuQ-10DP a due vie e i sub B-18DP sono stati impiegati come delay per garantire che tutti i partecipanti all’evento (la capacità massima è di 1500 persone) potessero godere appieno dell’altissimo livello di pressione sonora e dell’energia, senza che queste si trasferissero alle aree adiacenti.

Altri due ambienti del locale, caratterizzati da un livello sonoro inferiore, hanno richiesto un approccio più moderato: l’impianto installato nel patio era composto da due Aspect TA-500DP amplificati e due sub TSW-218DP, mentre per il salottino sono stati utilizzati due NuQ-15DP amplificati e due sub Flex Array TFA-600LDP.
Negli impianti della piscina e del patio, a fungere da monitor DJ, c’erano i nuovissimi diffusori amplificati portatili della serie Milan di Turbosound; a far bella mostra di sé, anche i classici mixer Xone 92 DJ di Allen & Heath.
 

La serie Flex Array è stata ha garantito una performance di alta qualità, un elevato livello di pressione sonora in un ambiente altamente controllato, con minimo sconfinamento al di fuori del locale; sono queste le caratteristiche che hanno reso Flex Array la scelta più naturale per la Winter Music Conference, secondo Brad Stephens: "Questo impianto, pur avendo peso e dimensioni contenute, ha offerto prestazioni straordinarie e si è adattato bene alle limitazioni poste da questo ambiente in termini di spazio e possibilità di sospensione. Flex ha offerto tutti i vantaggi di un PA in un contenitore leggero e compatto".

La Winter Music Conference del 2010 è stata un successo, con le esibizioni di circa 2000 DJ e artisti e la presenza di oltre 70.000 persone che si sono scatenate nei vari eventi della settimana.

 
Vai alla barra degli strumenti