DPA: Sting e la serie di microfoni 4099

Howard Page, ingegnere del suono FOH di Sting, usa una gran numero di microfoni a condensatore 4099 DPA per l’intera sezione archi del tour Simphonicity nel quale Sting presenta, accompaganto da un’orchestra sinfonica, materiale inedito e i suoi più grandi successi con nuovi arrangiamenti.
 
Page, ingegnere anziano con responsabiblità dirigenziali alla Clair Brothers, è stato scelto per gestire l’amplificazione verso il pubblico grazie alla sua lunga esperienza nella gestione delle orchestre. Vista la sua familiarità con i microfoni DPA, che risale ai concerti di Sting tenutisi lo scorso inverno in alcune cattedrali, Page ha molto apprezzato il fatto che la scelta della Ciair Brothers per questo tour sia caduta sui microfoni 4099. L’intera sezione archi – nove primi violini, sette secondi violini, sette viole, cinque violoncelli e tre contrabbassi – viene regolarmente mixata e amplificata grazie ai 4099, ai quali se ne aggiungono molti altri su radiotrasmettitori, per la ripresa di clarinetti e trombe solisti.

Page si è volutamente allontanato dal tradizionale modo di amplificare un’orchestra, nel quale i microfoni sono condivisi tra sue sedie o due leggii. "Il problema è che quando si aggiunge ad un orchestra sinfonica un gruppo anche ‘semi-rock’, le dinamiche inerenti tra i due (gruppi di strumenti) sono totalmente sbilanciate;  il volume naturale di emissione di un violino è così incredibilmente diverso da quello di una chitarra o di una batteria" spiega Page.  "I microfoni DPA sono i migliori che io abbia mai, mai trovato – e ne ho provati molti nella mia lunga esperienza con orchestre. Mi danno un’assoluta separazione: quando accendo un DPA 4099 sul violino, ottengo il violino e quasi nient’altro, e questo mi da un’incredibile rapporto segnale/rumore.  Ottengo anche un intervallo dinamico dalla sezione archi nel complesso maggiore di quanto io abbia mai ottenuto in un’orchestra;  tradizionalmente, si lotta contro la soglia del feedback e lo show viene compromesso dal volume che si riesce ad ottenere.  Ma i DPA sono così immediati che in certe canzoni, con un uso intelligente del reverbero, posso spostare in avanti intere sezioni in modo da ottenere una maggiore presenza, oppure ottenere un reverbero più naturale sull’intero insieme".

Nel tempo, lo show è diventato più ritmico. "Sting ha chiesto alle percussioni di suonare in modo molto più presente e, se non avessi avuto i DPA, francamente sarei annegato" dice Page. "Abbiamo coperto ogni sorta di palco, incluse situazioni con un pubblico di 40.000 persone, la notoriamente difficilissima Albert Hall e la risonante Metropolitan Opera, che non è non è stata costruita per l’uso dei microfoni;  non avrei potuto farcela con la ripresa microfonica a sezioni, non avrebbe funzionato. La cosa bella di usare i DPA 4099 è che alzi il volume e senti il suono di un violino. I vecchi microfoni a contatto non ti davano la trama del suono del violino, ma un suono tagliente e stridulo che bisognava ammazzare con l’EQ.  Metto i 4099 su una delle F del piano armonico, li apro senza EQ e suonano esattamente come quando ascolti direttamente lo strumento.  Così, una delle sfide più difficili di questo tipo di lavoro è eliminata all’istante".

Page è convinto che la serie di microfoni per strumenti 4099 DPA rivoluzionerà la ripresa microfonica delle orchestre. "Le notizie sui 4099 DPA, credetemi, si stanno diffondendo," dice. "In questo show, sono tutti impressionati dal suono degli archi e tutte le recensioni citano la ricchezza del suono dell’orchestra".
Nelle immagini, vediamo Page davanti alla Royal Albert Hall.

info: www.casalebauer.com

info: www.dpamicrophones.com

Vai alla barra degli strumenti