Yamaha e Rupert Neve: nuovi modelli virtuali

Yamaha ha annunciato di aver stretto un accordo strategico con Rupert Neve Design basato sul convolgimento di entrambi i marchi per lo sviluppo di tecnologie di modeling virtuale.

A sinistra Mr.Kunimoto, a destra Rupert Neve.

VCM (Virtual Circuitry Modelling ) è una tecnologia brevettata da Yamaha che permette agli ingegneri di realizzare modelli digitali di singoli componenti che andranno poi a contribuire al suono finale dei circuiti analogici. Questa tecnologia ricrea infatti il suono e le caratteristiche di unità di compressione, equalizzazione e tape-machine soprattutto degli anni ’70, ora disponibili su molti mixer digitali Yamaha. Fu sviluppata da Mr.Kunimoto, ingegnere che per primo realizzò i primi synth a modelli fisici, il VL1 e VP1.

Rupert Neve ora collaborerà per sviluppare ulteriormente la VCM per digitalizzare per la prima volta il suo suono derivante da circuiti analogici. Questa approvazione, che arriva da uno dei guru dell’audio, rafforza la convinzione, e la missione di Yamaha di portare l’audio digitale a suonare come o meglio dell’analogico.

Tra i primi hardware che andranno sotto lo scanner virtuale ci saranno i moduli Rupert Neve Design Portico.

info: www.yamahacommercialaudio.com

info: www.rupertneve.com

Vai alla barra degli strumenti