Yamaha: scheda per la cancellazione acustica dell’eco

Grazie alla flessibilità di elaborazione DSP e all’elevata capacità I/O, la serie di processori di missaggio digitale Yamaha DME vanta un’eccellente reputazione in diversi settori di mercato, inclusi teatri, broadcast, installazioni commerciali ed eventi dal vivo.
Oggi l’azienda sta ampliando ulteriormente il potenziale dell’elaborazione DME introducendo la scheda per la cancellazione dell’eco MY4-AEC che offre suono ad alta definizione e flessibilità per i mercati delle conferenze audio e video.

 

I sistemi per conferenze remote consentono una notevole riduzione dei tempi e dei costi di viaggio, promuovendo l’implementazione di politiche ecologiche e migliorando la produttività. Con l’introduzione in questo campo della trasmissione video ad alta definizione (HD), i sistemi DME di Yamaha si stanno affermando come strumenti in grado di migliorare la qualità dell’audio delle conferenze.
La cancellazione dell’eco consente di eliminare l’eco prodotta da un microfono quando riceve l’audio di un altoparlante presente nella stessa stanza. Con la diffusione dei sistemi DME in installazioni quali sale conferenze e sale riunioni, dove è richiesto un complesso sistema di elaborazione e di distribuzione di elevata qualità, Yamaha ha ricevuto numerose richieste di un processore dedicato per risolvere il complicato problema della cancellazione dell’eco. Queste richieste sono state soddisfatte con l’introduzione di MY4-AEC.

Ideale per l’impiego in sale conferenze vaste e per riunioni da più sedi, la scheda è dotata di quattro canali per la cancellazione adattativa dell’eco (AEC, Adaptive Echo Cancelling), che calcola automaticamente le migliori impostazioni in base all’ambiente e all’apparecchiatura utilizzata. È dotata anche di un avanzato algoritmo per la riduzione dei disturbi, consentendo l’attenuazione di qualsiasi rumore costante, ad esempio, ventole o condizionatori.

Per rispondere alle esigenze tipiche degli spazi ampi, dove vengono utilizzati microfoni con sistema di altoparlanti per l’amplificazione acustica, il soppressore di feedback a quattro canali della scheda MY4-AEC utilizza 42 filtri passa banda per canale. Ogni canale dispone anche di parametri di ampiezza e profondità che possono essere regolati per raggiungere un intervento ottimale. Grazie alla capacità di ritardi molto lunghi, la scheda può rimuovere ritardi fino a un massimo di 400 ms, garantendo un suono chiaro anche quando viene utilizzata in stanze molto ampie o per conferenze a lunga distanza.

La scheda MY4-AEC vanta numerose altre caratteristiche che consentono di migliorare ulteriormente la qualità audio, ad esempio, la frequenza di campionamento a 48 kHz. La scheda può essere utilizzata anche in sistemi a 96 kHz riducendo la capacità da quattro a due canali. Inoltre, la qualità delle conferenze remote basate sul Web può essere notevolmente migliorata grazie alla ampia risposta in frequenza della scheda (da 20 Hz a 20 kHz) che garantisce una conversazione dotata di audio molto naturale.
Per semplificare l’utilizzo di altre apparecchiature digitali, la scheda MY4-AEC è dotata di quattro canali di I/O AES/EBU. Le porte I/O includono convertitori di frequenza di campionamento che garantiscono la facilità di collegamento ad apparecchiature con frequenze di campionamento diverse.
Infine, con il software DME Designer Yamaha è possibile ottimizzare le prestazioni di tutti i parametri AEC (sono richiesti DME Designer V4.0 e hardware compatibile).

"Con la crescita del mercato delle conferenze remote, è aumentata anche la richiesta di sistemi per la cancellazione dell’eco per la serie DME. Disponendo delle tecnologie necessarie, abbiamo prodotto la scheda MY4-AEC per soddisfare questa richiesta", afferma Nick Cook, European Marketing Director, Commercial Audio. "Siamo molto lieti di poter offrire questa nuova soluzione agli utenti Yamaha DME".

info: www.yamahacommercialaudio.com

Vai alla barra degli strumenti