Martin Professional illumina lo Sheikh Zayed Bridge

Lo Sheikh Zayed Bridge di Abu Dhabi è ora illuminato in modo spettacolare grazie ai proiettori cambiacolori di Martin Professional. Il ponte, che raggiunge un’altezza di 60 metri e che si estende per 842 metri, collega la terraferma di Dubai con l’isola di Abu Dhabi e funge da accesso per la città.

Le idee su come illuminare lo Sheikh Zayed Bridge iniziarono oltre dieci anni fa, quando l’illuminazione con il colore fu proposta da Nour Assafiri (CEO di Martin in Medio Oriente) al Comune di Abu Dhabi. L’idea fu apprezzata e fu chiesto al prestigioso architetto Zaha Hadid di considerare la cosa.
 
Il ponte prende il nome dell’ex presidente del Paese, lo sceicco Zayed bin Sultan Al Nahyan, ed è dotato ora di una illuminazione accattivante fatta di luci dinamiche: 204 Martin Exterior 600™ e 130 Martin Exterior 200™ come cambiacolori, così come 956 lampade fluorescenti lineari Martin Cyclo  01™.

La forma artistica del ponte consiste in un elemento lineare con una parte dorsale a forma di onda formata da tre archi principali. Gli archi sono illuminati dalle luci dinamiche di Martin che si estendono sia sopra che sotto il livello stradale.
Sotto la linea del ponte sono utilizzati i Cyclo per l’illuminazione con luci bianche.

Un sistema di controllo ridondante dell’illuminazione è costruito attorno ad una console luci Martin Maxxyz Compact™, che è stata utilizzata anche per la programmazione, ed un Martin M-PC utilizzato per il controllo delle scene luci giornaliere.

[Foto: courtesy of Christian Richters]

info: www.martin.com

Vai alla barra degli strumenti