360° 3D Mapping Projection for Rabarama

In questi ultimi mesi si è parlato molto delle proiezioni mappate, sia per quanto riguarda eventi culturali, sia nel viral marketing che nell’advertising mirato, spaziando dal settore della moda a quello dell’automobilismo o del cinema. Animazioni studiate per interagire con l’architettura, giochi di prospettiva ed effetti speciali mozzafiato sono il nuovo medium per comunicare un messaggio, lasciando sconvolti gli spettatori, in uno spettacolo di luci ed illusioni.

In Italia questo tipo di spettacolo è stato portato dallo studio padovano Drawlight (www.drawlight.net) che ora torna a far parlare di sé con una novità, un progetto tecnicamente inedito, ovvero una videoproiezione 3D a 360°. Questa volta non si tratta però di proiezioni monumentali, bensì di una scultura, il "bozzolo", celebre opera in bronzo realizzata dall’artista Rabarama, in occasione della mostra ANTICOnforme, a Firenze.

"E’ un’opera mai vista prima, dove arte e tecnologia si fondono in un tutt’uno: lo spettatore si trova disorientato nel tentativo di distinguere ciò che è reale da ciò che è virtuale." spiega Mick Odelli, titolare assieme a Lorenzo Beccaro dello studio.

L’effetto visivo è stupefacente: la scultura, a grandezza naturale, sembra prendere vita, mutare la sua pelle continuamente in un alternarsi continuo di codici, geroglifici, geometrie, puzzle e littering con cui l’artista tatua le sue figure asessuate. Lo spettatore è estasiato e assorto, disorientato e affascinato nel tentativo di distinguere realtà da virtualità.

Tutto ciò avviene all’interno di una struttura coperta, caratterizzata da 4 potenti proiettori in grado di lavorare in sincrono attraverso un software sviluppato ad hoc, che rende l’installazione completamente autonoma.

La scultura è parte della mostra ANTICOnforme di Rabarama, a Firenze, complesso Le Pagliere (via Machiavelli) ed è visitabile fino al 30 settembre 2011.


[Da sinistra: Lorenzo Beccaro, Mick Odelli, Rabarama]

COME FUNZIONA
La scultura è stata modellata nel dettaglio in ambiente 3D con l’ausilio di fotografie scattate da ogni angolazione. Durate questa fase, si è testata la corrispondenza del modello con la struttura reale montata in scala 1:1 e proiettando frontalmente, lateralmente e posteriormente, il modello 3D in prospettiva. La struttura temporanea è servita durante le varie fasi a testare la correttezza e la resa dei contenuti in generale.

Una volta definiti e realizzati i contenuti quali le animazioni relative ai materiali e agli effetti di luci in CGI, si è studiata la corretta prospettiva da simulare al fine di ottenere la stessa angolatura dei proiettori . I posizionamenti devono di fatto combaciare al millimetro tra punto di proiezione reale e quello 3D per evitare sovrapposizioni errate con la scultura reale ma anche fra i proiettori stessi.

Nella fase successiva, si è realizzato un software apposito per disporre in sincrono i quattro proiettori. La struttura sarà attiva per tre mesi e non può nel tempo perdere il sincrono; pertanto, il programma elabora in continuazione calcoli per correggere eventuali ritardi fra le proiezioni. Se uno dei proiettori si riavviasse, ripartirebbe esattamente dal punto corretto, senza rallentare e/o bloccare gli altri. Questo ha permesso di realizzare un’installazione che, sebbene complicata nella progettazione, sia semplice nel suo utilizzo e manutenzione.

Nel suo insieme, questa installazione ha numerosi vantaggi. E’ “portatile”, può essere ricreata in scala senza doverne riprodurre i contenuti, ed è realizzata in modo da non permettere al visitatore di creare ombre su di essa.

Il visitatore può vedere e toccare con mano un trucco illusionistico che non ha fine. E’ una piccola magia dove realtà e virtualità si scontrano in un binomio indissolubile. Altre proiezioni mappate dello studio sono visibili sul canale di youtube "drawlightnet".

CREDITS
Rabarama
– Scultura in bronzo
Mick Odelli / Lorenzo Beccaro
(DrawLight)
Federico Scarbini
– 3D Modeller
Yari Lazzaro
– Software Developer
Gallerie Vecchiato
– Commissioner
Targetdue
– Service Video

info: www.drawlight.net

Vai alla barra degli strumenti