Crolla palco al concerto della Pausini

Questa mattina non potevamo credere alle nostre orecchie… Crolla il palco per il concerto di Laura Pausini… Non è possibile, non di nuovo, non così presto… E’ vero che è dimostrato che la storia non insegna nulla all’uomo, ma forse signori qualcuno deve veramente iniziare a pensare alla direzione che stiamo seguento…

Tolte queste poche considerazioni iniziali a caldo (che ci perdonerete senz’altro, ndr.), non ci sentiamo di esprimere ulteriori giudizi più approfonditi in merito, per rispetto dell’inchiesta che avrà luogo, per le persone coinvolte e per la professione giornalistica, che richiede una disamina attenta e possibilmente imparziale dei fatti, cosa al momento impossibile, perciò ci limitiamo esclusivamente a riportare la notizia come pubblicata dall’ANSA:


Crolla palco concerto Pausini Reggio Calabria, un morto
Operaio perde la vita, altri due restano feriti
05 marzo, 07:56

REGGIO CALABRIA – Un operaio e’ morto ed altri due sono rimasti feriti in modo non grave nel crollo di una struttura del palco in allestimento che stasera avrebbe dovuto ospitare il concerto di Laura Pausini al Palacalafiore di Reggio Calabria.

Un cedimento strutturale ha fatto crollare e ‘scivolare’ la struttura metallica sovrastante il palco, che si è abbattuta sulle gradinate e su alcuni operai, che erano intenti a fissare le illuminazioni aeree. La struttura ha colpito in pieno uno degli operai, che è morto sul colpo. Gli altri suoi colleghi, rimasti feriti in maniera non grave, sono stati portati in ospedale.

Aveva 31 anni ed era di Roma, l’operaio rimasto ucciso. L’operaio era impegnato a fissare le illuminazioni insieme ad alcuni colleghi quando la struttura, crollando, lo ha colpito, uccidendolo sul colpo.

[Fonte: www.ansa.it]

 

Entreremo nel merito quanto prima, quando si potrà analizzare l’accaduto con "serenità" ed obiettività. Ora vogliamo solo esprimere la nostra partecipazione alla famiglia e ai conoscenti della vittima, nella speranza che davvero sia l’ultima volta in cui dobbiamo sentire una notizia del genere…

La RedazioneZioGiorgio.it

 

© 2011 – 2012 NRG30 srl. All rights reserved

 

 

Vai alla barra degli strumenti