Intervista a Fulvio Gaddi di BIdAS

ZioGiorgio.it: ben trovato Fulvio. allora, BIdAS è acronimo di "Borsa italiana d’arte e spettacolo". Partiamo proprio da questa dicitura per spiegare ai nostri lettori di che cosa tratta BIdAS.

Fulvio: BIdAS tratta di spettacolo, lo spettacolo vista dalla parte della produzione e per produzione intendiamo tutti coloro che pensano come fare uno spettacolo e producono tutti i componenti per un’ottima riuscita. La filiera parte proprio dai Produttori di attrezzature per lo spettacolo: impianti audio, luci, video, palchi, americane, motori necessari alla loro movimentazione ai produttori di strumenti musicali e alle Agenzie di produzione ovvero quelle strutture alle quali gli Artisti si rivolgono per realizzare una loro produzione artistica per poi promuoverla e proporla al mercato. Quindi ci troviamo a ospitare, quest’anno a Monza nella splendida cornice dell’Autodromo Nazionale, parecchie Aziende che hanno reso possibile conoscere, vedere, amare tanti Artisti.

ZioGiorgio.it: quali sono i punti di forza di BIdAS e, se ci sono, quelli che pensi possano essere di debolezza?

Fulvio: Parto subito rispondendoti alla seconda domanda. La debolezza di BIdAS, tangibile adesso, è che è alla Prima Edizione e le grandi Aziende, nazionali e internazionali, sono diffidenti perché sembra sia esplosa la mania di fare fiere e moltissime si sono arenate proprio dopo la prima. Qui voglio però aprire una parentesi. Noi non la riconosciamo come fiera bensì come Borsa e come Meeting, senza nulla togliere alle fiere. Un punto d’incontro dove presentare al mercato la propria Azienda, la propria Brand senza però il baccano, la confusione e il volere fare spettacolo a tutti i costi. Riprendendo il discorso sulla Prima edizione ti confermo che io e il mio gruppo di lavoro non partiamo dall’obiettivo di fare Business ma di realizzare per l’Italia un progetto con un’apertura internazionale anche perché parlare di Italia adesso che siamo Europa è molto riduttivo. Crediamoci, crediamo al potenziale italiano, a quello che ha saputo dare e fare in tutto il mondo, siamo un popolo che non si spaventa troppo facilmente ma che ha i piedi ben piantati in terra.
Ecco il punto di forza di BIdAS.
Pensare europeo riportando in auge, parola obsoleta, il mercato italiano. Se ho usato un termine obsoleto è proprio per dire che quello che è stato fatto dai nostri Avi era cosa vera, sincera e soprattutto duratura e mi piacerebbe riprendere in mano questo modo di essere.

ZioGiorgio.it: nella pagine dove illustri il progetto leggo: "Quattro giorni di divertimento e intrattenimento ma anche un’occasione di vendita diretta di Artisti, Produzioni, Eventi e Manifestazioni". In che modo pensi sia possibile far convivere – ed attirare – in un solo evento delle realtà che, pur lavorando nello stesso settore, sono spesso distanti per interessi e specificità?

Fulvio: La convivenza oggi sembra molto difficile ovunque ma credo che dovremmo fare un passo indietro e rivalutarci tutti per capire che ognuno di noi ha bisogno dell’altro per stare bene. Nel caso di BIdAS, vuol dire portare a conoscenza della Produzione alcune necessità degli Artisti e sviluppare soluzioni che mirino a colmare quelle lacune. In una sola realtà tutto il mondo dell’Entertainment a confronto proprio per conoscersi meglio. Le fiere di settore identificano i problemi di quel settore specifico ma se il tuo lavoro si interfaccia con altri e vive proprio grazie ad altri, credo sia fondamentale convivere. Convivenza uguale a comprensione e conoscenza dell’altro.

ZioGiorgio.it: interessante il discorso legato alla possibilità della vendita diretta e dello scambio. Puoi parlarci meglio di questo aspetto?

Fulvio: La tecnologia oggi ci fa vivere, a volte anche meglio, ma ci ha fatto scordare le facce di ognuno dei nostri amici, colleghi o semplici conoscenti. Ci vediamo attraverso dei profili che quasi sempre falsano la realtà. Tutto sembra passare solo da internet, dalle e-mail e dai messaggini che però non esprimono lo stato d’animo nostro in quel momento. E’ tutto molto piatto come ascoltare la musica su un CD, o addirittura in un file mp3, invece che da un favoloso e palpabile LP in vinile.
Riprendendo la domanda ti rispondo che in pochi sanno realmente dove alloggia, artisticamente, un Artista. Troviamo la stessa faccia su tantissimi siti internet senza sapere chi veramente lo produce e lo distribuisce questo comporta che il cachet stabilito dall’Artista e dal Suo Produttore lievita in maniera esponenziale e in maniera differente a secondo se ti trovi al centro, al sud o al nord. Cosa vuol dire questo, che certi spettacoli e certi Artisti fanno fatica a decollare proprio perché gli acquirenti si trovano a dover affrontare cachet insostenibili quando in realtà possono non esserlo. In BIdAS presentiamo la produzione e quindi il diretto produttore di un determinato Artista o di una precisa Produzione Artistica conoscendo così non solo i costi ma anche le necessità tecniche richieste, cosa non da poco per un’ottima riuscita dello show.
Non è sempre vero che basta vendere, bisogna conoscere benissimo il prodotto prima di posizionarlo sul mercato. Ne va oltre che del prodotto anche dell’immagine di chi lo ha realizzato.
E’ molto impegnativo, economicamente costoso produrre bene ed è sconfortante sapere che quando vai in scena devi arrampicarti sui muri per portare a casa la pelle perché quello che ti serve, la famosa e tanto misteriosa scheda tecnica, non te l’hanno messo a disposizione.
Questo non succede invece, per la produzione di attrezzature per lo spettacolo, lì è tutto molto più coordinato.

ZioGiorgio.it: Fulvio, fai un appello ai lettori di ZioGiorgio e convincili in poche righe che BIdAS è una manifestazione che merita di essere visitata!

Fulvio: Convincere che una tua creazione meriti è sempre difficile, le componenti sono diverse per ognuno di noi.
Intanto ringrazio Voi di Zio Giorgio per avermi ascoltato e intervistato e questo è già importante, vuol dire che per lo meno ho suscitato un briciolo di curiosità e poi dico ai Vostri Lettori che sono parecchi anni che ho in testa questo evento, finalmente sono riuscito a realizzarlo.
BIdAS sarà un grande salotto dove tutto è confortevole, delicato, ben curato e, come dicevo prima, con l’obiettivo di dimostrare al resto d’Europa che noi ITALIANI siamo fortissimi, che non molliamo mai nei momenti di difficoltà, che il divertimento e lo spettacolo sono una caratteristica fondamentale del vivere bene.
Troverete un ambiente raffinato che Vi darà la possibilità di conoscere nuovi mercati e di presentare le Vostre Produzioni al mercato confusionale del Web.
Ci ritroveremo a Monza in tantissimi e con toni pacati in un’atmosfera di gioia, potremmo fare Business e Show-Business.
Anche qui qualcuno mi ha ascoltato: i miei collaboratori in primis, gli Sponsor, gli Espositori, Regione Lombardia – Cultura, Provincia di Monza e della Brianza e Camera di Commercio di Monza e della Brianza.
Io personalmente sono a disposizione di tutti, tutti quelli che vogliono con noi affrontare la crisi e dimostrare che lo Spettacolo è VIVO oltre che attento, non dimentichiamo che quando si parla di beneficienza i primi a mettersi in gioco sono sempre gli Artisti e tutta la filiera.

info: www.bidas.tv

Vai alla barra degli strumenti