Medaglia d’oro per la ROBE e la Casa Olimpica Ceca

In occasione delle Olimpiadi di Londra 2012, l’intero edificio Business Design Centre di Islington si è trasformato nella “Casa Olimpica” della Repubblica Ceca, divenendo il punto d’incontro per tutti gli appassionati di sport tifosi della squadra nazionale ceca.

E’ stata la Provider AV Media a vincere l’appalto per coordinare l’allestimento di questo grande padiglione che, per l’occasione, è stato illuminato da una notevole quantità di nuovi prodotti ROBE e Anolis, la maggior parte di questi tutti a LED. 

Qui si è tenuta, infatti, la diretta televisiva dei giochi olimpici della Repubblica Ceca… tra cibo, bibite, vino e digestivi, scacchi, streetball e altri svaghi, prodotti di merchandising della squadra e una serie d’intrattenimenti vari con band dal vivo e DJs, facendo del divertimento la parola d’ordine del giorno.

Non essendo dotato di aria condizionata, per assicurare relax e piacere a tutti gli ospiti,  è stato fondamentale illuminare la sede avvalendosi di prodotti che avessero un’emissione di calore molto bassa. Per questo è stata scelta una vasta gamma di luci Robe, molte delle quali già presenti nell’inventario della AV Media. 

“Robe non ci piace solo perché è ceca”, scherza Klein, il Project Manager dell’azienda, “ma perché è affidabile e di una qualità veramente unica”. Tutto il kit di prodotti è stato installato lavorando duramente quattordici ore al giorno per due settimane, con risultati veramente sorprendenti.

I nuovi acquisti sono stati una selezione degli ultimi prodotti della serie ROBIN: 20 Robin 1200LED Wash, 6 MMX Spot e 8 Robin 600E Beam, tutti utilizzati insieme a una gamma già esistente di ColorSpot e Wash 700E AT e ColorSpot 2500E AT.

Oltre a questo, è stata utilizzata una scenografia mozzafiato composta da cinque strutture ricurve che hanno suddiviso lo spazio in cinque aree. Grazie ad una varietà di prodotti Anolis, tutti gli ambienti sono stati illuminati con i colori della divisa della squadra ceca, la cui ideazione è ispirata alle opere astratte del famoso pittore ceco František Kupka.

Un mix di 60 Anolis ArcLine 80MC dai bianchi delicati e di ArcLine Outdoor Optic 80 MC ha garantito un effetto strabiliante! L’illuminazione ambientale è stata poi ulteriormente rafforzata con Xtremes CitySkape e CityFlex 48, distribuiti su tutte le aree.
La maggior parte delle luci mobili erano appese su una serie di trussbar installate nel tetto del Business Design Centre, utilizzate per illuminare le varie aree e controllate con due Console GrandMa2.

“Oltre al basso consumo e alla minima emissione di calore dei prodotti Robe e Anolis, l’intero impianto è stato in grado di illuminare le diverse aree con la massima flessibilità possibile, adattandosi alla varietà di eventi e di situazioni che si svolgevano all’interno del padiglione.”

La fornitura dei prodotti è stata coordinata da Petr Kolmacka, che afferma “Siamo veramente orgogliosi si essere coinvolti nel progetto della “Casa  Olimpica Ceca” e di sostenere la nostra squadra alle Olimpiadi. La AV Media ha presentato un lavoro davvero straordinario, garantendo uno spazio visivamente interessante, funky e, soprattutto, un luogo esperienziale unico.”

La “Casa Olimpica Ceca” è stata molto apprezzata attirando fino 4.000 visitatori al giorno, che si sono goduti intere ore beneficiando dell’ospitalità ceca e  di tutto ciò che vi era all’interno del padiglione come svaghi e giochi vari, sempre seguendo e applaudendo le sfide della squadra ceca.

Come se non bastasse, all’esterno del padiglione non poteva passare inosservata la controversa installazione “London Booster” dello scultore ceco  David Cerný – famoso per la sua capacità di stupire e allo stesso tempo “scuotere” il pubblico. Si tratta di un vero e proprio autobus rosso di Londra datato 1957, modernizzato e dotato di bracci meccanici dalla forma umana che gli permettono di svolgere quello che, secondo l’artista, è un esercizio fisico comune a tutti gli atleti del mondo: le flessioni! Trattandosi di un’installazione, le immagini riprodotte in esso e i suoni che ne fuoriuscivano erano in grado di far provare vere sensazioni di affaticamento per chi lo guardava.

Un’altra soddisfazione arriva dal giornalista Jill Lawless che, tra i suoi commenti sulle Case Olimpiche dice  “Finora la medaglia d’oro va alla Casa Ceca (…) per aver trasformato un centro congressuale a Nord di Londra (…) in un vero e proprio box  esperienziale di divertimento.”

Di seguito la citazione: www.wsbtv.com/ap/ap/entertainment/olympic-houses-turn-london-into-global-party/nP8kW/

info: www.robe.cz

Vai alla barra degli strumenti