GE Lighting celebra il 50° anniversario del LED

Cinquanta anni fa, lo scienziato GE Dr. Nick Holonyak Jr all’età di 33 anni inventò  il primo diodo a emissione luminosa nello spettro del visibile, noto come LED, un dispositivo che i colleghi GE chiamarono "magico" perché la sua luce, a differenza del laser a infrarossi, era visibile all’occhio umano.

In un’intervista con GE Lighting, condotta nel laboratorio dell’Università dell’Illinois il 19 settembre scorso, Holonyak oggi 83nne ha ripercorso gli obiettivi che si era posto fino ad ottenere una scoperta di così grande importanza, mentre lavorava in GE: “Se gli altri possono costruire un laser, io posso farne uno migliore grazie al materiale utilizzato che genera un’emissione rossa, visibile all’occhio umano. Così facendo posso osservarne il comportamento mentre gli altri miei colleghi sono limitati dal fatto di utilizzare gli infrarossi (che sono invisibili ndr)."

50 ° Anniversario del LED: il percorso della scoperta di Holonyak
Quando Holonyak si unì al team di ricercatori di GE nel 1957, gli scienziati e gli ingegneri di GE stavano già studiando applicazioni di semiconduttori, stavano cioè costruendo i precursori degli attuali diodi, chiamati tiristori (o SCR ndr) e raddrizzatori.

Mentre lo scienziato di GE Dottor Robert N. Hall lavorava per realizzare un laser a semiconduttore GaAs (arseniuro di gallio), Holonyak puntava a realizzarne uno nel  visibile con il GaAsP (fosfuro arseniuro di gallio). Per massimizzare l’efficienza degli specchi laser Hall usava una tecnica di lucidatura, mentre Holonyak provo quella della scissione. Il 9 ottobre 1962, sotto lo sguardo dei colleghi, Holonyak fu il primo a realizzare un laser a semiconduttore che lavorava nel visibile, il dispositivo che diede vita al primo LED a radiazione visibile.

A 50 anni dall’invenzione di Holonyak, sono stati sviluppati nel tempo nuovi LED, robusti, e a lunga durata, utilizzati per innumerevoli applicazioni che vanno dalle illuminazioni più semplici a quelle molto complesse.

"I LED sono letteralmente ovunque", osserva Mary Beth Gotti, direttrice del GE Lighting Institute, la scuola all’interno della centenaria sede di GE Lighting, situata a Nela Park, East Cleveland, Ohio. "I LED forniscono luce ad una grande varietà di dispositivi elettronici e di indicatori tra cui i tasti degli ascensori, la segnaletica direzionale, i cellulari, I display per gli smartphone, i moderni TV,  i PC, i tablet, le insegne commerciali, gli schermi video full motion degli impianti sportivi, microscopi chirurgici, i passaggi a livello e le indicazioni per le corsie dei taxi in aeroporto. Oggi il LED sta coprendo anche il mercato delle applicazioni di illuminazione tradizionale come le aree dei parcheggi, le strade, l’illuminazione d’accento, quella generale e altro ancora."

Aziende come Starbucks, Wal-Mart, Target e Marriott credono nella forza dell’invenzione di Holonyak. Hanno capito che i sistemi a LED restituiscono valore non soltanto in termini di risparmio sui costi energetici ma anche sui costi di manutenzione. Il LED dura, infatti, più a lungo rispetto a qualsiasi altra sorgente luminosa esistente. Il valore aggiunto del LED non è riservato solo ai giganti del retail che contano migliaia di sedi; i piccoli negozi alimentari e altre catene di vendita al dettaglio, come ad esempio Food City e Wawa, si stanno attrezzando per sostituire i vecchi sistemi di illuminazione con quelli LED. Una delle applicazioni LED cresciute più rapidamente è quella dell’illuminazione stradale, diventata oggi una scelta indispensabile per grandi e piccole città come Las Vegas e Superior nel Nebraska (2000 abitanti).

Holonyak, nell’intervista GE, ricorda di essersi sentito vicino a qualcosa di veramente grande quando “magico” si illuminò per la prima volta: "So di essere solo all’inizio  ma so che questo risultato è davvero importante… non c’è dubbio sul fatto che questa scoperta avrà uno sviluppo di gran lunga superiore rispetto a quanto stiamo assistendo ora".

Holonyak definì il LED la "la lampada definitiva" perché "la corrente stessa fa da luce."

Come funziona
I LED sono piccole sorgenti luminose, minuscoli chip che si illuminano grazie ad un flusso di elettroni che scorre attraverso un materiale semiconduttore. Oggi i LED sono disponibili in diverse colorazioni comprese le versioni a luce bianca brillante per soddisfare i desideri e le esigenze dei consumatori nell’ambito dell’illuminazione domestica. I LED consumano fino al 75% in meno rispetto alle altre sorgenti a incandescenza, durano fino a 25 volte di più rispetto a lampadine a incandescenza o alogene e fino a 3 volte di più rispetto alla maggior parte delle lampadine fluorescenti compatte. Si accendono immediatamente e la forma compatta si adatta anche ai piccoli apparecchi di illuminazione e agli spazi ristretti.

info: www.gelighting.com

Vai alla barra degli strumenti