Wysiwyg, strumento utile al Super Bowl

Milioni di spettatori con gli occhi puntati sul MetLife Stadium – New Jersey, sabato 2 Febbraio per assistere alla finale del XLVIII Super Bowl tra Denver Broncos e Seattle Seahawks. Sicuramente ciò che è accaduto durante l’intervallo tra primo e secondo tempo è stato il momento più eccitante della giornata. Questa finale è stata seguita da 111.5 milioni di spettatore, stabilendo così il record di ascolti nella storia del Super Bowl.

Il setup dello show è avvenuto di fronte ad uno stadio gremito, in condizioni atmosferiche vicino al congelamento e in tempi strettissimi. Con queste condizioni, la pre-produzione è stata una necessità.
Con un load-in così complesso, la necessità di non sbagliare può essere assicurata solo una pre-visualizzazione precisa. Per questo Wysiwyg è stato uno strumento utilissimo allo scopo negli ultimi 5 anni.

Il Lighting Designer Robert Barnhart della Full Flood ha preparato un halftime show molto eccitante, con la presenza di Bruno Mars e dei Red Hot Chili Peppers. Ha lavorato con Tom Thompson di Prelite per quanto riguarda la pre-visualizzazione. Hanno utilizzato Wysiwyg R32 per realizzare l’idea di Barnhars. Un’area di 119 metri con 1000 fixtures e 609 metri di LED, oltre a un drum set mobile, 4 elevatori, video e 80.000 cappelli PixMob per il pubblico.

rsz_superbowl2

Thompson e il Lighting Director Pete Radice hanno realizzato la pre-programmazione presso PRG agli inizi di Gennaio, per essere poi in grado di continuare la programmazione presso la location con il setup luci reale.

Radice ci spiega, “Abbiamo continuato ad utilizzare wysiwyg mentre eravamo nel New Jersey. Abbiamo assemblato il tutto man mano che scendeva dai camion. Così, appena arrivati allo stadio avevamo buona parte delle strutture sul posto, ma non eravamo ancora in possesso della traccia in time-code. Appena ricevuta, sono stato in grado di lavorare su di essa, grazie al nostro sistema di pre-visualizzazione, mentre la crew lavorava al freddo e sotto la neve. Ho continuato ad usare la pre-visualizzazione anche al termine del setup così da lasciare il tempo alla crew di testare il sistema”.

Tom è stato bravo a gestire il tutto. Mi ha fornito anche il controllo della fase degli elevatori, per vedere l’effetto dei Color Blocks e degli alberi di Par-46 installati su di essi. Direi che ne è valsa la pena preparare il tutto con wysiwyg. Siamo arrivati allo stadio con il patch dell’intero sistema pronto e i puntamenti preparati. Non molto tempo fa tutto questo non sarebbe stato possibile“.

Le luci dalle gradinate dietro al palco sono state posizionate su 4 livelli – livello terra e 3 livelli sulle gradinate. Gli Sharpy sono stati posizionati sia sulle gradinate che alle spalle dei pannelli LED dietro gli artisti. 220 Magic Panels sono stati messi lungo le estremità del palco in cluster con 12 Clay Paky B-Eye posizionati ai lati del palco. Gli spot PRG 4000 sono stati posizionati lungo la passerella superiore ed inferiore del palco. I Magic Panels riproducevano i contenuti video elaborati da Jason Rudolph mentre i movimenti di pan e tilt erano seguiti da Radice. Le informazioni venivano convogliate in una interfaccia PRG per permettere la visualizzazione su wysiwyg.
Gli 80.000 PixMob sono stati utilizzati per visualizzare gli effetti video, usando le persone come singoli pixel. Mentre i PixMob venivano gestiti da un loro simulatore video, Randolph ha eseguito il contenuto attraverso wysiwyg mentre gestiva il video con una console GrandMa per permettere la sincronizzazione con le luci.

Barnhart ha dichiarato “Lavorare con Prelite e wysiwyg è stato utile. I Magic Panels occupavano molti canali, che sommati agli schermi gestiti da MA occupavano su wysiwyg oltre 160 universi. Il lavoro con Prelite ci ha aiutato a gestire molte problematiche prima di arrivare sul palco, che potevano provocare un costo eccessivo.

rsz_superbowl1

Thompson ha detto “CAST è stato molto utile per la verifica dei fixture file come quelli del Clay Paky B-EYE. Ci hanno fornito un nuovo file eseguibile per la copertura di 200 universi. Abbiamo chiesto a CAST dei file per la gestione di fixture che richiedevano oltre i 100 canali, e loro ci hanno risposto velocemente, inviandoci una nuova versione due giorni dopo. Un buon servizio da CAST

Peter Debreceni, responsabile delle librerie di CAST, ci ha spiegato l’aggiunta della fixture B-EYE nella libreria di wysiwyg: “B-Eye ha un sistema rotativo delle lenti che è completamente nuovo per noi, e ci stavamo lavorando per la nuova R33. Per l’evento del Super Bowl è stata utilizzata una versione preliminare che simulava solo gli effetti base. Abbiamo ricevuto dall’utente una richiesta riguardo ad una fixture per wysiwyg nuova e inusuale, e abbiamo fatto del nostro meglio per creare ciò di cui aveva bisogno nel minor tempo possibile. Infatti, il B-EYE è appena uscito e non è ancora in circolazione, ma ACT Lighting ha provveduto ad inviarcene uno per effettuare il test presso la nostra sede.

Lo spettacolo durante l’intervallo aumenta di livello ogni anno, e a giudicare dai risultati spettacolari di quest’anno, possiamo aspettarci di vedere cose ancora più sorprendenti nel 2015 – speriamo anche per quanto riguarda la partita. O, come ci dice Bernhart divertito, “La partita non era bella, ma meglio per Bruno Mars, dato che è ciò di cui tutti parlano!”.

Bob Barnhart – designer/lighting director
Tom Thompson – Prelite previsualization
Bruce Rodgers – set designer
Pete Radice – lighting programmer
Jason Rudolph – video programmer/director

info: www.cast-soft.com
info: www.linkitaly.com

 

Vai alla barra degli strumenti