Proel al PL+S con Axiom SW36XFA e lo stage monitor CX15A.

Allo stand Proel la novità più visibile era che tutti i prodotti della linea “top” dedicati al Sound Reinforcement professionale per la prima volta non portavano più il logo Proel ma solamente Axiom. Di fatto, come ci hanno prontamente spiegato, si è voluto in qualche modo differenziare una line professionale che che diventa quindi un brand ben identificato e già conosciuto dal resto della produzione Proel.

proel

Il line Array è certamente uno dei prodotti di maggior successo e in questa direzione la novità in fatto di prodotto era il nuovo sub “Flyable” (termine orrendo ma che non ha una degna traduzione italiana ndr) SW36XFA. Nato con l’obbiettivo di offrire agli users Axiom un sub potente e abbastanza compatto da essere montato in array, ovviamente con un peso non gravoso. Si è quindi optato per un doppio 18’’ con altoparlanti in grado di garantire lunga escursione e bassa distorsione armonica e con materiali – il cui cono è rinforzato con fibra di vetro – pensati per offrire maggior resistenza alle intemperie.
Amplificato con un amplificatore D-Class (anche in questo caso marchiato Axiom) da 4000 Watt e processato grazie ad un processore 96 Khz/40 bit a virgola mobile completamente controllabile e remotabile col software Pronet di Proel. Finiture e rigging di qualità e realizzati senza dubbio da chi di casse ne ha montate parecchie nella sua vita…

CX15A invece è un monitor da palco coassiale attivo progettato specificamente per musica dal vivo e disegnato per essere compatto e dal profilo basso così da poter essere utilizzato anche in contesto teatrale e televisivo. Anche in questo caso sono presenti le porte per il network più ovviamente le connessioni sia IN che LINK per il segnale audio e speakon IN e OUT per la alimentazione.

proel_SW36XFA

ED23P, tra gli altri prodotti della linea ED, ci ha colpito per un ingegnoso espediente nella costruzione dello Shape. Come si può vedere dalla foto la forma è pensata per permettere al piccolo diffusore di essere appoggiato a terra (o incastrato in una scenografia) mantenendo un corretto posizionamento, senza ricorrere alla falegnameria per soluzioni di fortuna…
Anche i connettori per lo Speakon nella parte posteriori permettono al connettore di non uscire mai dell’ingombro totale della cassa stessa, ottimizzando lo spazio e semplificando l’alloggiamento.

Info: www.proel.com

ZioGiorgio Staff
© 2001 – 2015 NRG30 srl. All rights reserved

Vai alla barra degli strumenti