PL+S 2016: lighting controller

In questo articolo illustreremo quelle che a nostro avviso sono state le novità più importanti per quanto riguarda i controller luci, analizzando sia il lato tecnico sia le tendenze di mercato che emergono dall’ultima edizione del ProLight + Sound di Francoforte.

L’edizione precedente del Prolight+Sound è stata ricordata sicuramente per l’entrata in scena della dot2 di Ma Lighting, che per molti ha rappresentato una chiara attenzione da parte dell’azienda tedesca verso il mercato medio-piccolo, con una console di alta qualità, estremamente semplice da utilizzare e ad un prezzo di gran lunga inferiore rispetto alla serie GrandMa.
La scelta di MA pare abbia creato una tendenza che è stata seguita da molte altre aziende durante l’edizione di quest’anno, con una serie di console più attente al mercato dei piccoli eventi a prezzi contenuti e a “prova di fonico”. Un esempio su tutti parte da casa nostra con Quiver, introdotta in anteprima da Sagitter. Si tratta di una console compatta e modulare che offre un’interfaccia grafica intuitiva pensata anche per gli utilizzatori meno esperti che hanno bisogno di una flessibilità operativa maggiore, grazie ad un display a colori touch-screen LCD da 7 pollici che, combinato ai 4 comodi touch-fader di ultima generazione permette un controllo immediato e simultaneo di 2 o più parametri utilizzando solo 2 o più dita di una mano. Questa funzione accorcia i tempi di programmazione offrendo possibilità d’intervento rapido nella gestione manuale di uno show.

wp-1460025059780.jpg

Tornando a dot2 è stata introdotta da MA Lighting la nuova versione 1.2, ricca di nuove feature e ancora più intuitiva grazie alla possibilità di customizzare le varie viste, la funzione multi-patch, la possibilità di assegnazione delle porte DMX, il backup automatico, l’inserimento della lingua italiana, nuovi effetti e altro ancora.

Anche ETC ha dato un segnale verso questa tipologia di mercato con la serie ColourSource, concepite per i piccoli teatri e presenti in quattro versioni: ColourSource 20 con 1 universo, ColourSource 40 con 2 universi e le rispettive versioni A/V per il controllo combinato di luci video e audio con tanto di I/O Audio, HDMI e generatore effetti sempre dedicato alle piccole realtà.

img_5319.jpg

Tra i precursori dell’ “easy-mode” non poteva mancare Chamsys che conferma il successo della MQ80 già presentata l’anno scorso e notevolmente migliorata grazie ai vari upgrade software che permettono un utilizzo professionale con funzioni sempre più complesse mantenendo però un’interfaccia user-friendly che permette un utilizzo semplice ed intuitivo.

Avolite ha presentato invece la versione 10 di Titan dotata di molte importanti funzioni come la possibilità di selezionare più fixture contemporaneamente ed associare loro un parametro con un semplice passaggio. E’ stata implementata la possibilità di effettuare il resize di qualsiasi finestra, è stata aggiunta la funzione undo con la possibilità di selezionare dalla finestra history lo step a cui si vuole tornare ed è stato incluso il visualizzatore 3D Capture all’interno della console. Particolari la funzione Key Frame Shapes già introdotta nella v.9 che ora è in grado di gestire la direzione dell’effetto è l’aggiunta dell’intensity view che permette di visualizzare e modificare in un’unica finestra le intensità delle varie fixture.

unnamed (2)

Anche HighEnd Systems ha presentato una nuova versione del software Hog OS, la 3.4 frutto dei feedback dei numerosi operatori presenti in tutto il mondo. Tra le novità più importanti una migliore gestione dei colori per individuare facilmente e velocemente le varie funzioni, la gestione di luminosità, contrasto, gamma e trasparenza nel pixel mapping, l’auto-patch con sistemi Arkaos Media Server e l’aumento delle prestazioni del software in termini di velocità di elaborazione e precisione.

product-pics-flx-1Infine Zero88 ha introdotto all’interno della famiglia FLX la nuova console FLX8 in grado di gestire 8 universi, insieme alla nuova release 7.9 del software ZerOS e alla nuova app per il controllo e monitoraggio remoto Alphapack 3. La serie FLX è stata nominata all’interno del Pipa Award come console innovativa dotata di un touchscreen a colori che semplifica ed accelera la fase di programmazione.

In definitiva non si è vista una vera e propria offerta all’insegna dell’innovazione, bensì una serie di evoluzioni a livello software al fine di rendere semplice, veloce ed intuitiva la fase di programmazione ed esecuzione di uno show luci. Netta è invece la volontà da parte di molte aziende di rivolgersi al mercato dell’evento medio piccolo e dell’installazione con console sempre più compatte e di semplice utilizzo.
La speranza è che queste scelte non portino ad un calo di professionalità per quanto riguarda aziende e professionisti e ad un calo di qualità da parte degli organizzatori spesso tentati dal motto “basta che si veda”.

Walter Lutzu
ZioGiorgio team

© 2001 – 2016 NRG30 srl. All rights reserved

Vai alla barra degli strumenti