Radial: JDX Direct-Drive, chitarristi senza ampli

Il Radial JDX Direct-Drive è un dispositivo che fonde i concetti di DI e amplificatore per chitarra. Diversamente dalle solite direct box, che semplicemente trasferiscono il segnale trasformandolo da sbilanciato a bilanciato, questa novità Radial simula il suono e comportamento di un ampli.
In poche parole potete portare con voi la pedaliera e questa ‘scatoletta’ ed evitare di portarvi l’ampli, che per chi viaggia molto, specialmente in aereo, non è una cosa da poco.

Radial - JDX-Direct-Drive-on-floor-by-pedalboard-hirez-6x10800

La JDX Direct-Drive parte da un input per chitarra tradizionale da 1/4″ con un thru-put passivo se si vuole anche andare ad un ampli sul palco o in studio. C’è una comoda uscita per un accordatore isolata. Il segnale della chitarra è passato attraverso una serie di filtri appositamente accordati che creano il suono del JDX Radial, che a sua volta emula un microfono Shure SM57 davanti ad un cabinet Marshall 4×12″. Ci sono poi due opzioni di voicing per dare un timbro Marshall valvolare vintage oppure un suono tipicamente Fender Twin. Questi due suoni possono essere resi più brillanti con uno switch che ne aumenta la presenza.

Radial - JDX-Direct-Drive 2

Il segnale esce attraverso un output da 1/4″ guitar-level oppure via XLR bilanciato. Essendo Radial, non può mancare lo switch per l’inversione della polarità per allineare meglio i monitor sul palco con l’eventuale cassa, quindi abbiamo anche un ground lift switch per eliminare rumori di terra.

 

Info: www.radialeng.com

Info: www.ekomusicgroup.com

 

Luca “Luker” Rossi
Redazione ZioMusic.it

Vai alla barra degli strumenti