Da RCF il nuovo VSA II

I diffusori a colonna digital steering sono sempre più diffusi in molti settori, soprattutto nelle applicazioni in cui è importante gestire la direttività del suono. Ci sono infatti casi dove la posizione dei diffusori è obbligata sia per motivi architettonici, sia per la tutela di immobili storici e esistono casi dove il riverbero ambientale non è abbattibile con il trattamento acustico. Per questi motivi è importante dirigere la pressione acustica verso il pubblico e non verso le superfici riflettenti.

Un diffusore a colonna convenzionale è composto da vari altoparlanti connessi in serie e parallelo per raggiungere il valore di impedenza desiderato e dove le caratteristiche polari sono date dagli altoparlanti stessi e dai parametri costruttivi del diffusore, e non possono essere modificati.
Gli altoparlanti di un diffusore a colonna digital steering sono pilotati da un singolo amplificatore e tutti gli amplificatori sono gestiti da un processore DSP a bordo. Giocando sui ritardi tra i vari altoparlanti è possibile variare in maniera sostanziale la direttività del diffusore, e di fatto dirigendo l’emissione acustica dove è necessaria.

RCF produce da tempo diffusori basati su questa tecnologia e ha introdotto di recente la nuova VSA serie II, proposta in tre modelli da 20, 12 e 8 driver, tutti caratterizzati da una dispersione orizzontale pari a 130° e una dispersione verticale variabile tra 10 e 20°, con possibilità di dirigere il fascio tra 0 e -40° rispetto all’asse fisico. Il potente DSP multicanale controlla ciascuno dei 20, 12 o 8  amplificatori in classe D da 50 W cadauno, dotati di diverse protezioni e controlli per operare in modalità sicura. Il modulo di alimentazione in modalità switching è collegato alla scheda principale DSP per controllare i dati relativi a tensione, corrente e temperatura.

Alimentabili sia a rete 230 V che in corrente continua a 24 V per garantire operatività in assenza di rete elettrica, sono adatte alla costruzione di sistemi Voice Alarm grazie al completo sistema di monitoraggio previsto dalle norme EN 60849.

Il cabinet in alluminio si integra perfettamente in qualsiasi ambiente  grazie ai colori personalizzati disponibili su richiesta in luogo del colore standard bianco RAL 9003.

Infine, la completa gestione remota con il pacchetto software RDNet di RCF consente controllo e monitoraggio a distanza, funzione molto apprezzata quando i diffusori sono installati in zone non visivamente facili da controllare e che consente una diagnosi rapida e selettiva di eventuali malfunzionamenti.

Info: www.rcf.it

Vai alla barra degli strumenti