Meyer Sound da 30 anni al fianco del Montreux Jazz Festival

Il Montreux Jazz Festival è terminato lo scorso 13 luglio con 16 giorni di produzioni musicali di altissimo livello e un totale di quasi 250.000 partecipanti distribuiti lungo le pittoresche sponde del Lago Lemano. Per il 33° anno consecutivo, Meyer Sound è stato selezionato come Official Sound Provider del festival, ed ha messo in scena gli array della linea LEO® Family appesi in tutte e tre le location principali e i sistemi compatti ULTRA-X40, per i palchi più piccoli.

Montreux Jazz Festival Meyer Sound ULTRA-X40

Presenti all’interno del festival anche i co-fondatori di Meyer Sound, il presidente e CEO John Meyer e il vicepresidente esecutivo Helen Meyer, che hanno celebrato il debutto di ULTRA-X40, affiancato per la prima volta ai principali sistemi di insonorizzazione.

“Ogni anno abbiamo la possibilità di portare a Montreux le novità introdotte di recente”, afferma Helen Meyer, “I prodotti che realizziamo consentono di creare il suono ideale ad elevare l’esperienza del pubblico in qualsiasi ambiente. E quello che abbiamo sentito finora dell’ULTRA-X40 è qualcosa di incredibile”.

I sistemi ULTRA-X40 sono serviti da base per le due location più piccole del festival, La Coupole alla House of Jazz e Terrasse ibis MUSIC. “Con la sua risoluzione molto fine e precisa nella gamma media e nella gamma media superiore, ULTRA-X40 mantiene un’eccezionale intelligibilità e consente una chiara distinzione dei vari strumenti”, afferma Mika DeRose, ingegnere FOH presso Terrasse ibis MUSIC.

Montreux Jazz Festival Meyer Sound ULTRA-X40

La Coupole ha ospitato numerose jam session notturne, con partecipanti di livello come Janelle Monáe, Rag’nBone Man, Lizzo e Jon Batiste. Il controllo preciso della copertura è stato fondamentale, soprattutto dall’1:00 alle 5:00. “La presenza di ULTRA-X40, con la sua risposta in frequenza estesa e la gamma dinamica unita alla possibilità di appendimento orizzontale, ci ha permesso di ridurre il SPL di 5 dB rispetto allo scorso anno, senza intaccare la qualità.”, afferma l’ingegnere FOH Fanny Gaudin.

ULTRA-X40 è stato anche impiegato come riempimento all’Auditorium Stravinski e al Montreux Jazz Lab. Il sistema principale dell’Auditorium Stravinski, basato sugli altoparlanti line array LYON ™, ha ospitato le esibizioni memorabili di Quincy Jones, Janet Jackson, Bon Iver e Joan Baez.

“Nel 2019, abbiamo nuovamente avuto il privilegio di lavorare con il sistema line array LYON all’Auditorium Stravinski”, afferma il direttore di produzione Marco Güntensperger. “Data la vasta gamma di artisti e generi molto diversi, LYON si è rivelata la combinazione perfetta per MJF. La maggior parte delle esibizioni in tournée arrivano con i loro tecnici del suono FOH che hanno elogiato il set-up e la dinamica del nostro sistema. Da Tom Jones ai Chemical Brothers, il sistema ha dimostrato di saper gestire al meglio tutti i tipi di suoni. La collaborazione con il team Meyer Sound è stata un altro privilegio per il team audio dello Stravinski.”

Montreux Jazz Festival Meyer Sound ULTRA-X40

I diffusori line array LEOPARD ™ di Meyer Sound hanno invece accompagnato artisti del calibro di Ibeyi, Koba LaD, JKJ, Rita Ora e altri maestri del pop e hip-hop all’avanguardia. Nell’accogliente Montreux Jazz Club, un sistema line array LINA ™ più piccolo ma potente ha invece amplificato le esibizioni di Joe Jackson, Bobby McFerrin, Chilly Gonzales e molti altri.

Fondato dal defunto Claude Nobs e da due associati nel 1967 con l’assistenza della Atlantic Records, il Montreux Jazz Festival è diventato il punto focale europeo per le migliori esibizioni in tutti i generi musicali. La sede originale del festival, il Casinò di Montreux, fu distrutta da un incendio nel 1971, come ricordato in “Smoke on the Water” dei Deep Purple.

Info: www.meyersound.com

Vai alla barra degli strumenti