Con Riedel al quartier generale della Toro Rosso

Riedel ha scelto come location per un open day dedicato ai clienti italiani il quatier generale della scuderia di F1 Toro Rosso a Faenza, in un caldo pomeriggio estivo.
La giornata ha visto la presentazione ad una rappresentanza di addetti ai lavori delle maggiori novità di Ridel in campo di gestione dei segnali e sistemi InterComm, campo in cui l’azienda tedesca è leader da anni e, come se non bastasse, ha previsto un’emozionante visita guidata alle officine della Toro Rosso, nello stabilimento che una volta era Minardi.

Nella sala riunioni, la stessa che viene utilizzata anche dal team, dopo una breve introduzione di Serkan Güner Marketing & Communication di Riedel che ha accolto i presenti, è intervenuto Raffaele Boschetti Head of IT per Scuderia Toro Rosso che ha immediatamente chiarito quanto le comunicazioni siano fondamentali in uno sport come al Formula 1.

…quanto le comunicazioni siano fondamentali in uno sport come al Formula 1.

Comunicazioni che non sono peraltro limitate ai giorni di prove e gare e nei circuiti ma anche tra le diversi sedi in altrettante parti del mondo. Ad esempio la scuderia Toro Rosso ha un team di ingegneri aerodinamici in Inghilterra e il team motoristico, che per la stagione 2019 è Honda, un Giappone. Questi reparti non solo devono dialogare continuamente tra di loro, ma lo devono fare con la possibilità di scambiare un grande numero di dati e con una sicurezza totale.

La sicurezza e la stabilità delle comunicazioni è ancora più importante, anzi essenziale, durante il periodo gara, dato che, giusto per fare un esempio limite, qualora si verificasse una interruzione della comunicazioni tra il team ed il pilota in corsa, l’auto verrebbe automaticamente fermata dalla Direzione Gara per evitare il rischio di mancate informazioni tra pista e box.

In questo scenario Riedel, che è partner della maggior parte dei team di F1, ha proposto nel tempo tecnologie sempre più evolute, efficaci e affidabili.
Oltre a queste citate caratteristiche, di non minore importanza sono la robustezza e la semplicità di utilizzo dei prodotti che, durante la stagione dei Gran Premi, devono essere spostati e sballottati in giro per il mondo.

La seconda parte dell’incontro è stata invece incentrata sulle novità prodotto recentemente introdotte dall’azienda tedesca ed in questo caso il compito di spiegare upgrade e nuove possibilità è stato di Adrian Lorenzo – System Consultant South Europe.

Prima di entrare nel vivo della presentazione abbiamo avuto l’opportunità di intervistare Giuseppe Angilello, Sales Manager Italy per Riedel.

ZioGiorgio.it: anzitutto presentati e descrivici il tuo ruolo e il tuo staff per il mercato italiano

Giuseppe Angilello: mi chiamo Giuseppe Angilello e dal 2018 ricopro la posizione di Sales Manager Italy per Riedel Communications. Nell’ottica di una forte espansione, Riedel Communications nel 2018 ha deciso di investire con una figura professionale locale e consolidare la sua presenza anche su territorio italiano. Abbiamo un pool di risorse altamente specializzate, da ingegneri a specialisti, a cui attingiamo da tutta Europa per il supporto, la consulenza e lo sviluppo dei progetti, garantendo SLA immediati di risposta, assistenza e risoluzione di eventuali criticità. A mio diretto supporto c’è il team del Sud Europa composto da Maribel Roman (General Manager South Europe) e Adrián Lorenzo (System Consultant South Europe). Da Giugno si e’ aggiunta una ulteriore risorsa su territorio italiano, Eugenio Menichella, che fa parte del team dei System Consultant e che presidia le attivita di PM e supporto alle vendite.

ZioGiorgio.it: quali sono le strategie commerciali dedicate al mercato italiano?

Giuseppe Angilello: l’obiettivo che ci poniamo è quello di essere un supplier di riferimento nei mercati ove operiamo: Broadcast, Corporate, Eventi Live e progetti speciali. A differenza degli anni precedenti, vogliamo seguire e sviluppare il business nazionale con una particolare attenzione alle attività dirette con i clienti, puntando ad avere una presenza capillare.
Vogliamo che i clienti sappiano che Riedel Communications Investe circa il 50% delle proprie risorse economiche in Ricerca e Sviluppo e questo fa si che le evoluzioni tecnologiche siano per noi un elemento distintivo di grande impatto. Ne sono la prova gli ultimi sviluppi in tema di matrice IP, come ‘Artist 1024, una soluzione intercom ibrida che demanda in modo flessibile alla gestione software la tipologia di connessioni da interconnettere. O il nuovo sistema rivoluzionario wireless BOLERO, anche nella versione Stand-alone, che permette una integrazione totale delle comunicazioni wireless garantendo qualità e funzionalità assoluta, basata su standard di mercato AES67 (nativa).

ZioGiorgio.it: in quali tipologie di eventi Riedel è utile in Italia?

Giuseppe Angilello: ad oggi, giusto per citare alcuni esempi, le nostre soluzioni sono utilizzate in molte applicazioni di fama mondiale: dai sistemi di comunicazione per grandi eventi come Formula 1, Giochi Olimpici, Mondiale di calcio, Eurosong Contest Festival, Redbull Event ai sistemi di trasporto, processing e Routing dei segnali audio/video per regie, mezzi mobili, studi..etc.
Guardando al territorio nazionale non mancano i grandi eventi italiani come le Universiadi 2019 (Napoli) , il campionato di calcio di Serie A, l’edizione 2020/21 dell’America’s Cup (Sardegna) ,la collaborazione con i grandi club calcistici, i tour musicali di grandi artisti e le moltepilici produzioni televisive.

ZioGiorgio.it: avete altre iniziative in programma prossimamente?

Giuseppe Angilello: abbiamo in programma diversi eventi e iniziative a supporto dei clienti. Stiamo programmando delle giornate formative e dei seminari tecnici promossi da Riedel con cadenza mensile. Stiamo inoltre avviando l’iter per l’apertura di una filiale tutta italiana di Riedel Communications.

Proseguiamo con le novità che hanno toccato un po’ tutte e tre le famiglie prodotti di Riedel, ossia serie Artist e Bolero per il ramo Intercom Products, Mediornet per il media network e Rocknet per l’audio networking.

BOLERO Intercom Wireless

La nuova versione dell’ormai famoso sistema di intercomunale wireless Bolero è in grado ad oggi di supportare fino a 10 beltpacks per antenna e fino a 100 antenne in un unico sistema. E’ dotato di funzionalità ADR (Advanced DECT Receiver) e tecnologia multi-diversity e anti-riflesso RF per una maggiore sicurezza di trasmissione.
Disponibile adesso anche l’applicazione di Bolero che è basata su licenza e viene fornita con diverse funzionalità plug-and-play dove le antenne possono essere utilizzate singolarmente, in una struttura ad anello o in cascata, inoltre, è possibile integrare fino a 100 antenne e 100 beltpacks in un unico sistema.
Ogni antenna può essere posizionate a una distanza massima di 300 metri e fino a cinque possono essere alimentate tramite la rete CAT5. Il sistema è facilmente configurabile tramite la connessione IP. Infine, è possibile interfacciare Bolero con gli altri sistemi Intercom.
Il codec vocale Bolero ad alta chiarezza offre ora una maggiore intelligibilità del parlato ed un uso più efficiente dello spettro RF.

Il beltpack dispone di sei pulsanti per sei canali interfonici o per comunicazioni punto a punto, oltre a un pulsante “Rispondi” separato che facilita facilmente una risposta all’ultima persona che ha chiamato. Il display a luce solare e dimmerabile di Bolero risulta leggibile in qualsiasi orientamento e con qualsiasi illuminazione. Inoltre, per la prima volta, può essere utilizzato senza un auricolare come una radio walkie-talkie che utilizza un microfono e un altoparlante integrato.
I beltpacks Bolero supportano il Bluetooth 4.1, consentendo la connessione di un auricolare Bluetooth o di uno smartphone.
Basato sulla vasta esperienza di noleggio di Riedel, è costruito utilizzando una combinazione di materiali di alta qualità, tra cui plastica ad alto impatto e sovrastampe in gomma che lo rendono resistente e comodo da usare in qualsiasi situazione.

CARATTERISTICHE

  • Banda DECT digitale di nuova generazione da 1,9 GHz
  • Tecnologia di ricezione ADR esclusiva di Riedel per risolvere i problemi di multipath
  • Codec vocale moderno ed efficiente a risparmio di energia – prolungando la durata della batteria
  • Completamente integrato con Artist per comunicazioni point-to-point e facilità d’uso
  • Fino a sei canali full duplex più comodo pulsante RISPONDI all’ultimo chiamante
  • Tecnologia Bluetooth integrata per cuffie wireless
  • Sigillatura ambientale IP-65
  • FPGA completamente riprogrammabile per gestire qualunque rete.

MediorNet

Che si tratti di studi o stadi, sale da concerto o navi da crociera, ormai le reti multimediali sono indispensabili per il trasporto di segnali video, audio e dati in tempo reale. MediorNet di Riedel è una rete decentralizzata affidabile e completamente ridondante che offre una topologia flessibile con un ampio spettro di opzioni di elaborazione e routing.

MediorNet combina trasporto, routing, elaborazione e conversione del segnale in una rete ridondante in tempo reale. Invece di un router centrale, la rete si basa su una matrice di dispositivi di rete decentralizzati e nodi intelligenti che consentono il posizionamento di I / O fisici, aumentando la flessibilità delle installazione e riducendo significativamente i tempi di cablaggio e di setup. Con funzionalità integrate come frame, store/frame, sync e embedders/de-embedders, MediorNet minimizza anche la necessità di apparecchiature esterne.

La famiglia MediorNet comprende le interfacce di segnale flessibili MicroN, Compact e Modular, nonché il router core MetroN. Insieme formano un sistema completamente modulare e scalabile adatto ad ogni tipo di utilizzo.

La Serie MediorNet si divide in:

MicroN

  • Link MediorNet 10G (compatibile con 4.25)
  • 12 ingressi 3G / HD / SD-SDI + 12 uscite 3G / HD / SD-SDI
  • 2x audio MADI
  • Gigabit Ethernet
  • Sincronizzazione (Black Burst, Tri-level, Word Clock)
  • Alimentatori CA ridondanti ad ampio raggio

 

MetroN

  • Mainframe MetroN da 19 “di dimensioni rack con dimensione 2 RU
  • Alimentatori e moduli ventole ridondanti
  • Montaggio su rack in varie posizioni (connettori frontali / connettori posteriori / a incasso per consentire il cablaggio dalla parte anteriore)
  • 64 porte (porta 1 … 32 in grado di 10 G / porta 33 … 64 in grado di 4,25 G)
  • Rilevamento automatico di tutte le porte (4.25G / 10G)
  • 2 porte Ethernet più 1 porta di configurazione
  • 1 Sync Input / 2 Sync Output
  • Doppio alimentatore

 

Compact

  • Design compatto 3RU per applicazioni rack e stand-alone
  • Router video, audio e dati integrato
  • Slot per schede opzionali
  • Gestisce più riferimenti di sincronizzazione ridondanti (acquisizione senza soluzione di continuità)
  • Riferimento di sincronizzazione backup integrato
  • Generatore VITC integrato (PAL, NTSC, NTSC-DF)
  • Lunghezza della fibra integrata e misurazione della potenza ottica
  • Ampia gamma di alimentatori CA selezionabili anteriori o posteriori
  • Ingresso CC 12V per alimentatore ridondante
  • Monitoraggio della temperatura e controllo adattivo della ventola
  • Display OLED a colori da 160 x 49 px

 

Modular

  • 1 x slot per la scheda di elaborazione
  • 6 slot per schede ad alta velocità (quattro con 2x 4,25 Gbit / se due con una connessione 4x 4,25 Gbit / s al backplane, progettati per segnali ad alta velocità di trasmissione dati come segnali video o schede di collegamento CWDM)
  • 2 x slot per schede a bassa velocità (ognuno con connessione 2x 125 Mbit / s al backplane, progettato per segnali a bassa velocità di trasmissione dati come segnali audio)

 

Artist

Ultima novità, ma sicuramente non meno importante, è il sistema Artist.

Artist è una rete di intercom digitale decentralizzata e scalabile che fornisce comunicazioni affidabili e distribuzione del segnale audio per qualsiasi applicazione audio.Un sistema Artist può essere composto da un singolo frame ad una vasta rete di nodi basata su fibra e collegata in remoto. Ogni nodo modulare contiene schede client che accettano e distribuiscono diversi tipi di segnali tra cui SMPTE 2110-30 / 31 (AES67), VoIP, DANTE, AVB, MADI, AES3 e audio analogico. Al momento, Artist è l’unica piattaforma che “parla” tutti gli standard audio e la sua architettura modulare permette di essere aggiornata ai futuri standard.

Artist si adatta facilmente a qualsiasi applicazione, dai piccoli teatri ai furgoni OB, ai centri di trasmissione multinazionali e agli eventi globali. Il sistema può essere espanso da 8×8 a 1024×1024 porte. Il ridimensionamento di un sistema Artist è semplice come aggiungere nuove schede client a un nodo esistente o aggiungere nodi aggiuntivi (Artist-32, Artist-64, Artist-128, Artist-1024). Questa flessibilità e modularità rendono le soluzioni Artist a prova di futuro e consentono al sistema di adattarsi alle esigenze di qualsiasi progetto.

La Serie Artist si divide in:

Artist-1024

  • Frame 2RU con fino a 1024 porte
  • Schede di interfaccia universale (UIC) ad alta densità con un massimo di 128 porte per scheda
  • Le UIC definite dal software possono alternare tra SMPTE 2110-30 / 31 (AES67), MADI o router / processore / fibra dell’artista
  • Nuovi schemi di ridondanza 2022-7 e N + 1
  • Più domini di sincronizzazione indipendenti per nodo
  • Sistema di licenze flessibile
  • Design avanzato del telaio con raffreddamento reversibile dalla parte anteriore a quella posteriore

 

Artist-128

  • Dimensione massima della matrice: 1024 x 1024
  • Hot swap di tutti i moduli
  • Alimentatori ridondanti
  • Controller di nodo ridondante
  • Max. porte per frame: 128
  • Max. numero di schede controller / client / GPI per frame: 2/16/2
  • 19 “/ 6 RU

 

Artist-64

  • Dimensione massima della matrice: 1024 x 1024
  • Hot swap di tutti i moduli
  • Alimentatori ridondanti
  • Controller di nodo ridondante
  • Max. porte per frame: 64
  • Max. numero di controller / client / schede GPI per frame: 2/8/1 *
  • 19 “/ 3 RU
  • * Installazione tipica con uno slot per scheda controller o uno slot per scheda client utilizzato per una scheda GPI.

 

Artist-32

  • Dimensione massima della matrice: 1024 x 1024
  • Hot swap di tutti i moduli
  • Alimentatori ridondanti
  • Controller di nodo ridondante
  • Max. porte per frame: 32
  • Max. numero di schede controller / client / GPI per frame: 2/4/1 *
  • 19 “/ 2 RU

Info: riedel.net (Bolero)

Info: riedel.net (MediorNet)

Info: riedel.net (Artist)

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti