Absen realizza il pavimento LED più grande al mondo in occasione della Fête des Vignerons

Absen, distribuito in Italia da Prase Media Technologies, ha realizzato il pavimento a LED più grande del mondo per la Fête des Vignerons, un evento unico nel suo genere che si tiene una volta ogni 20 anni lungo le rive del Lago di Ginevra.

Il festival, che comprende una vasta troupe di artisti che sfoggiano costumi elaborati, nonché animali e veicoli, si tiene ogni giorno per un mese per onorare i viticoltori della regione, che si estende da Lavaux a Chablais in Svizzera. Organizzato dalla Confraternita ufficiale dei Vignaioli (dal francese, la “Confrérie des Vignerons”), lo spettacolo rappresenta un anno della vita del vigneto attraverso 21 scene piene di azione. L’evento di quest’anno ha ricevuto una nuova spinta tecnologica grazie al gigantesco pavimento a LED di VISS Display, società controllata di Absen, fornito dalla società di noleggio Alabama.

Poiché sono trascorsi due decenni dall’ultima Fête, il team composto da 200 tecnici ha dovuto garantire che l’edizione 2019 fosse all’altezza delle aspettative, oltre a dimostrare il meglio dei progressi raggiunti negli ultimi 20 anni nella tecnologia degli eventi live. In quest’ottica, nella città svizzera di Vevey è stata costruita un’arena temporanea capace di accogliere 20.000 persone e in grado di ospitare oltre 5.500 artisti volontari e 900 fra cantanti e musicisti locali.

Dopo l’installazione dei primi elementi tecnici avvenuta a maggio 2019, il progetto si è evoluto molto sia per ragioni di budget sia da un punto di vista creativo, per garantire che tutto fosse in linea con la visione del direttore artistico, Daniele Finzi Pasca, mente anche delle cerimonie di apertura e chiusura dei Giochi Olimpici a Torino e Sochi e di alcune produzioni del Cirque du Soleil. Per consentire al team tecnico di comprendere i temi chiave e la narrazione del progetto, sono stati organizzati dei seminari che hanno coinvolto direttamente gli organizzatori dell’evento, la Confrérie des Vignerons.

Poiché si richiedevano spettacoli sia diurni che notturni, era necessaria una soluzione visiva più potente della proiezione video di fascia alta. Da qui il suggerimento di Mottier di incorporare un pavimento a LED.

“Ero già in contatto con lo specialista di eventi francese Alabama, quindi ho chiesto informazioni sui loro prodotti”, ha dichiarato il direttore tecnico dell’evento, François Mottier“Ci siamo dunque messi all’opera sull’idea del LED perché desideravamo usare un elemento nuovo e credevamo potesse regalare un forte impatto visivo allo spettacolo. Inoltre, con 800 mq, si sarebbe trattato del più grande pavimento a LED mai realizzato per un evento”.

Data la presenza di veicoli pesanti come i trattori, oltre che di mucche, cavalli, carri e capre condotti su tutta l’arena, era essenziale che il pavimento a LED da 3132 pannelli fosse sufficientemente robusto. Prima che il team optasse per i pannelli a pavimento LED LF7 Pro da 4500 nit di VISS Display, dal peso di 66 tonnellate cornici incluse, sono stati svolti test approfonditi ed estremi, come la resistenza alle alte temperature per garantire una perfetta performance anche dopo una prolungata esposizione ai raggi solari.

Il prodotto è stato sviluppato in collaborazione con Alabama, che ha fornito tutte le apparecchiature video per l’arena. Oltre a coprire quasi l’intera superficie del pavimento con LED per esterni, la società ha fornito 150 mq di schermi LED outdoor Absen AT5 Pro sotto forma di colonne nella parte superiore di quattro palchi, un sistema di controllo tecnico visivo basato sul sistema E2 di Barco e diversi server multimediali Smode, oltre a installare un sistema di telecamere e un sistema di monitoraggio del ritorno per garantire che tutti gli schermi offrissero uno spettacolo senza intoppi.

Guidato da Dominique Lassarat, CEO e project manager di Alabama per la Fête des Vignerons, il processo di sviluppo del prodotto ha visto la creazione di una tecnologia LED che garantisse la corretta visualizzazione delle immagini anche durante le performance sotto la luce del giorno, oltre a offrire un consumo di elettricità controllato.

La grande ventola installata in grado di spingere l’aria fredda dal lago sotto il pavimento ha aiutato a raffreddare la superficie tramite piccole micro particelle d’acqua che evaporano per ridurre il calore. Inoltre, sono state installate ventole aggiuntive al livello del suolo lungo il bordo del pavimento in modo da controllare la nebbia utilizzata nella produzione.

L’utilizzo del LED ha inoltre permesso al team di produzione di visualizzare indicatori per Finzi Pasca e i coreografi, segnalando la posizione di scena corretta di artisti e oggetti come i tappeti elastici. Per garantire il corretto funzionamento del pavimento nelle condizioni più difficili, ossia la luce solare diretta, i test sono stati effettuati in un teatro all’aperto utilizzando una versione da 3.000 nit del prodotto VISS.

A causa della distanza, il pubblico avrebbe visto il pavimento con un passo del pixel di 7,8 mm. “Più piccolo è il design, più fragile diventa e più è difficile ottenere livelli di luminosità e potenza elevati. Per questo motivo, abbiamo dovuto equilibrare questo aspetto”, ha aggiunto Lassarat.

Grazie a un pavimento composto da 13 milioni di LED, supportati da altri 5 milioni di LED lungo il bordo, il team ha potuto garantire uno spettacolo straordinario, anche durante il giorno. Se usato in combinazione con l’illuminazione, il pavimento potrebbe anche retro-illuminare gli artisti.

Lungo il perimetro dello stadio, 200 pannelli della serie Altair AT5 (LED touring ultraleggeri Absen da 5,5 mm, 4500 nit) hanno mostrato contenuti che integravano o riflettevano le immagini sul pavimento o il primo piano degli artisti. La scelta del prodotto è stata in parte dovuto alla tecnologia a catodo comune che richiede bassa potenza, offre una dissipazione del calore ridotta, alte frequenze di aggiornamento e riduce gli errori dei pixel. Alabama ha lavorato nuovamente a fianco di Absen nelle fasi di ricerca e sviluppo per garantire che il prodotto fosse resistente e leggero, oltre a consentire di sviluppare un telaio posteriore in grado di accelerare le manovre di montaggio.

Nella torre di controllo, il media server Smode ha garantito una gestione avanzata e una regolazione semplice della luminosità dei contenuti del pavimento a LED e dei pannelli di delimitazione durante gli spettacoli diurni e notturni.

Mottier ha concluso dicendo: “L’evento è oggi paragonabile a una cerimonia di apertura o chiusura, ma è forse ancora più vasto di quanto si pensi in quanto tutto questo avviene ormai ogni singolo giorno da quasi un mese. Negli ultimi 20 anni i progressi della tecnologia a fibre ottiche, dei LED e delle funzionalità del suono rendono il lavoro in uno spazio come questo davvero incredibile”.

Info: Prase.it

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti