Bose Professional protagonista dei concerti estivi alla Cava del Sole

A pochi km da Matera, Cava del Sole è una nota location in cui durante l’estate si svolgono eventi live, performance teatrali ed eventi aziendali. Situata all’interno di una cava di tufo, ha dato vita as un ambiente artistico perfetto di circa 5.000 metri quadrati e capace di ospitare fino a 7000 spettatori in piedi o 4.000 seduti, oltre a un’area VIP per un massimo di 70 persone.

Numerose e diverse sono state le performance che hanno deliziato il pubblico ed hanno messo alla prova ShowMatch, dalla musica rock elettronica dei Subsonica alle sinfonie di Beethoven, dal pianoforte e mandolino di Stefano Bollani ed Hamilton De Holanda fino alle atmosfere ambientali di Apollo Soundtrack. Per la celebrazione del 50 ° anniversario dell’esplorazione dello spazio da parte dell’uomo, la performance live Apollo Soundtrack ha guidato 2.500 spettatori in un viaggio spaziale e introspettivo attraverso la musica di Brian Eno, Roger Eno e Daniel Lanois. Il viaggio musicale è stato accompagnato da immagini dell’atterraggio sulla luna del 1969 proiettato lungo le imponenti pareti della cava. La musica è stata eseguita dalla band britannica Icebreaker con B.J. Cole e Roger Eno ed ha incluso un’apparizione della straordinaria violoncellista islandese, Gyda Valtysdottir.

L’intera esperienza dei concerti di Cava del Sole è stata offerta ai partecipanti attraverso una varietà di spettacoli grazie ai talenti di FOH engineer tra cui Marco “Cipo” Calliari, Taketo Gohara e Martyn Hall, la cui carriera comprende la collaborazione con talenti iconici come Paul Young e T’Pau insieme ad artisti emergenti come Black Orchid Empire e The Bottom Line, e che ha mixato la performance live Apollo Soundtrack. Calliari ha invece trascorso gli ultimi 25 anni con la band Subsonica, dove ha perfezionato le sue conoscenze attraverso una varietà di sistemi PA e mixer per offrire il suono distintivo della band. Gohara è un produttore / sound designer e FOH engineer che ha collaborato con numerosi artisti e compositori italiani come Vinicio Capossela, Elisa, Verdena e Afterhours, ha anche mixato “Primo Amore” di Matteo Garrone e Gomorra, la serie TV.

Hall, colpito dalla performance di ShowMatch ha condiviso la sua esperienza spiegando come il sistema abbia semplificato il suo lavoro: “Cerco sempre un suono caldo, rotondo, cristallino con un sacco di punch definito nella gamma bassa. Questo è esattamente ciò che ho trovato in ShowMatch. Non ho davvero avuto bisogno di alcun equalizzatore di sistema, la copertura è stata super e davvero impressionante. Durante il soundcheck, ho camminato su e giù per la platea ed il suono è stato coerente senza punti morti.”. Quando gli è stato chiesto cosa pensassero gli artisti, ha affermato:  “Nel backstage ho parlato con gli artisti – come il chitarrista su lap steel guitar B.J. Cole – ed erano tutti molto contenti del suono; e l’artista di supporto Gyda Valtysdottir, che ha avuto più tempo per ascoltare, ha detto che è rimasta colpita dalla qualità del suono “.

Calliari aggiunge descrivendo il valore che ShowMatch ha fornito alla performance dei Subsonica alla Cava del Sole condividendo:  “Nonostante abbia vacillato tra curiosità e reticenza verso questo nuovo impianto mai sentito né provato ShowMatch mi ha piacevolmente stupito. A dispetto delle sue ridotte dimensioni, ha un buon punch sulle basse frequenze, una ottima spinta e chiara definizione. Credo che le sue prestazioni vadano anche oltre ciò per cui è stato progettato/costruito perché effettivamente è stato molto dignitoso in una situazione forse al limite delle sue possibilità. Per tutta la serata non ho avuto difficoltà a gestire il mio mix per la band. E questo si ottiene solo con un buon sistema audio e un PA manager che capisca di cosa ha bisogno il FOH engineer. Se il sistema sarà lo stesso il prossimo anno, sarò felice”.

Gohara, che ha mixato il live per Vinicio Capossela, completa la condivisione dell’esperienza dei FOH engineer affermando che: “ShowMatch ha le qualità necessarie per essere un ottimo PA: garantisce una riproduzione dettagliata e diffusione omogenea in tutto lo spazio. Il sistema offre un suono pieno, senza carenza su alcuna frequenza ed ha una grande potenza nonostante le ridotte dimensioni. Nonostante abbia provato questo PA per la prima volta l’esperienza è stata buona, ho raggiunto facilmente il risultato che cercavo.”

Il supporto ai concerti ed il sistema audio su cui hanno lavorato i FOH engineer è stato fornito da DeeJay Service, partner di Bose Professional. Fondata nel 1986 Dee Jay Service offre servizi su tutto il territorio italiano ed anche internazionale per ogni tipo di evento, da concerti e tournée a conferenze, spettacoli a teatro e altro. Grazie alla lunga esperienza di Remo Florio, il titolare, alla collaborazione di tecnici esperti ed all’alta qualità della strumentazione utilizzata gode di una ottima reputazione nel mondo dello spettacolo.

DeeJay Service ha sfruttato le capacità del sistema DeltaQ ShowMatch di Bose Professional per fornire l’audio di qualità richiesto dai vari concerti. Il setup del PA selezionato da Fedele de Marco, PA manager, ha incluso due cluster composti da 10 diffusori array full-range ShowMatch DeltaQ SM5 (tre posizionati a 70 gradi e sette posizionati a 100 gradi), un modulo SM10 ed un diffusore SM20 (entrambi posizionati a 100 gradi). Questi sono stati combinati con i subwoofer ShowMatch SMS118, mentre out fill e front fill sono stati gestiti da una serie di moduli ShowMatch SM5, SM10 e SM20. Tutto il setup è stato pilotato da quattro amplificatori Powersoft X8.

“Sono stato ospite in arena per aver chiesto la possibilità di effettuare delle ricerche e studi su questa location ed ho pertanto potuto seguire da vicino anche il progetto ed installazione del PA per gli eventi in programma. L’arena di Cava del Sole è una venue di 90×60 metri. Lo spazio è scavato nel tufo e, di conseguenza, è contornato da alte mura laterali, restringenti verso l’interno in lontananza, che hanno reso necessario il controllo di echi indesiderati  L’uso di tre moduli SM5 da 70° orizzontali per i cluster left e right ha dato un buon margine di controllo di questo indesiderato aspetto, oltre ad aver garantito un sufficiente fattore di direttività e adeguata intellegibilità del parlato anche agli ascoltatori più lontani. Il fattore più critico è stata la pendenza della platea che arriva fino all’8% alle ultime sedute posteriori, ma la facilità di utilizzo di FOCUS 3 e l’uso del software proprietario Bose Modeler, hanno molto aiutato nello studio accurato del posizionamento in altezza e orientamento dell’array. La varietà di eventi e generi musicali nel programma della venue hanno portato a scelte di setup diversi per i subwoofer e a sperimentazioni di vario tipo: dalla linea cardioide centrale arcuata elettronicamente alle classiche configurazioni LR, con varianti di configurazioni direttive ibride (end fire + cardioide gradiente). Durante ogni evento il PA e la configurazione scelta sono stati all’altezza della situazione.”, dichiara Fedele de Marco

Francesco Spadaccino, responsabile tecnico di DeeJay Service, ha dichiarato che quando la gestione della produzione di Cava del Sole ha chiesto loro di gestire le esigenze tecniche dei luoghi la proposta è stata accolta ed il PA ha ottenuto numerosi consensi tra addetti ai lavori, artisti e pubblico “Siamo stati contattati dalla produzione di Cava Del Sole per gestire la situazione tecnica della venue ed abbiamo proposto Bose ShowMatch per coprire al meglio l’ampia area di ascolto. Analizzando le varie date presso Cava del Sole il risultato è sempre stato più che soddisfacente. I feedback di artisti, addetti ai lavori e pubblico sono stati molto positivi”
Gli eventi dei concerti estivi di Cava del Sole hanno accolto una varietà di spettacoli e musica che ha deliziato il pubblico dimostrando le vere capacità di ShowMatch: dal rock elettronico dei Subsonica alla musica tradizionale e onirica di Vinicio Capossela, dal pianoforte e mandolino di Stefano Bollani e Hamilton De Holanda alle atmosfere ambientali di Apollo Soundtrack.
Il risultato è stato l’unione di arte e tecnologia per un evento in cui partecipanti, artisti e FOH engineer hanno sperimentato in prima persona come la musica e il suono possono commuovere.

Info: professional.bose.com

Vai alla barra degli strumenti