Nasce “Dietro le quinte”. Visibilità e sensibilizzazione attraverso gli artisti.

Paolo “Red” Talami ci racconta un’iniziativa che coinvolge alcuni colleghi lavoratori dello spettacolo e soprattutto gli artisti che hanno dimostrato un certo interesse verso un comparto tecnico professionale “sano”.

Con “Dietro le quinte”, lo scopo è quello di aumentare la visibilità dei professionisti dello spettacolo e di creare un unione di intenti dettato dalla passione per il proprio mestiere. “Come si sa in Italia la categoria dei tecnici e operatori dello spettacolo appartiede ad una sorta di limbo, senza vere e proprie regolamentazioni, senza un vero inquadramento specifico”, ci racconta Red. “Per questo motivo chi opera da anni nel settore dello spettacolo sta cercando, in un momento di blocco totale, visibilità e aiuti mirati da parte delle istituzioni.”

“Musica, Cinema, Teatro e tutti gli eventi in genere sono fermi da molto e faranno fatica a ripartire. Anche gli artisti si sono dovuti fermare, ma la cosa che li differenzia dai tecnici,è che possono godere di visibilità rispetto a chi di solito si muove dietro le quinte. In Italia molti artisti hanno affermato di essere vicini ai loro tecnici, alle loro famiglie, e con questo progetto ogni artista lo potrà dimostrare.”

Il progetto “Dietro le quinte”, che nasce da un’idea di Paolo “Red” Talami, Massimo “Max “ Vigliotti e Vittorio “Vitty” Magro, è utile a sensibilizzare l’opinione pubblica, rendere visibile il lavoro di tante persone che normalmente non si vedono, ma grazie ai quali tutti possono partecipare a concerti ed eventi, e grazie ai quali artisti e operatori traggono il proprio profitto. L’obiettivo del gruppo è quello di creare un “format”, come prima cosa un documentario “one shot”, che pensa al futuro degli eventi live dove mettere a nudo la realtà del settore e l’esibizioni di artisti che hanno sempre affermato di essere vicini al settore, di essere vicini ai lavoratori dello spettacolo e alle loro famiglie.

“Il tutto si svolgerà in un luogo lontano dai clamori di un grande palco, di una grande struttura, in un clima relativamente famigliare”– prosegue Red. “Si assisterà all’incontro tra artisti e tecnici, una interazione tra loro per spiegare il nostro mondo e sensibilizzare le persone, i fan, sensibilizzare chi non conosce quanto lavoro è necessario per la realizzazione di un qualsivoglia evento.”

Un progetto che darà spazio alla musica, le immagini, la possibilità di raccontare aneddoti. In questo modo l’artista che si presterà, affermerà e confermerà le proprie intenzioni. “Dietro le quinte” offrirà la professionalità e le capacità tecniche, garantendo una forte visibilità e una promozione positiva.

Artisti, tecnici, agenzie, promoter, “stage hands” e tutte le categorie interessate durante l’allestimento e lo svolgimento di un concerto, collaboreranno per creare una squadra unita, che avrà lo scopo di sensibilizzare le istituzioni ed il settore. Per ulteriori informazioni è possibile scrivere a: [email protected]

Info: dietrolequinte.net

Vai alla barra degli strumenti