La scalabilità di L-Acoustics al servizio del Buisson Cultural Space

Gestito dal Buisson Cultural Space, Le Circuit è una rete di cinque città nella regione nord-occidentale della Francia, nella penisola del Cotentin. Il programma offre ai suoi abitanti un programma eclettico di eventi culturali con musicisti e artisti nazionali e locali. Con più di 20 grandi concerti ogni anno, oltre a una miriade di eventi locali che si svolgono in 13 diverse sedi con un pubblico che va da 240 a 1.800 persone, Le Circuit desiderava utilizzare un unico sistema audio modulare che potesse essere facilmente trasferito all’interno delle varie location. L-Acoustics A Series è stato selezionato per la sua capacità di adattarsi alle esigenze di ogni singolo spazio.

La decisione è stata presa su più livelli e per diversi anni, con la creazione della rete Cherbourg-en-Cotentin che ha consentito di raccogliere fondi sufficienti per l’acquisto delle attrezzature. “Una volta saputo che il budget era disponibile, abbiamo esaminato le schede tecniche in modo da poter comprendere veramente le esigenze dei vari artisti”, afferma Brice Mace, sound manager presso L’Espace Culturel Buisson a Tourlaville, uno dei luoghi principali di Le Circuit. “Abbiamo anche analizzato le varie location e parlato con i team tecnici per avere le loro opinioni, nonché per accertare le potenziali risorse a nostra disposizione in ciascuna sala”.

Dopo aver raccolto tutte le informazioni necessarie, il direttore generale di Le Circuit ha presentato il progetto ai funzionari di Cherbourg-en-Cotentin. “I criteri chiave erano relativamente semplici”, ricorda Brice. “Tuttavia, l’implementazione è stata complicata. Dovevamo essere in grado di fornire un unico sistema che fosse abbastanza versatile da adattarsi a tutte le dimensioni delle location, ed essere anche facile da usare in modo che il nostro team potesse configurare e gestire le apparecchiature in autonomia, non avendo più bisogno di ricorrere all’esperienza di personale esperto. “

Dopo aver valutato più opzioni di diversi fornitori, la A-Series è stata scelta all’unanimità per la sua versatilità e le eccellenti qualità acustiche, tra cui SPL elevato, prestazioni a bassa frequenza e bilanciamento costante sulla distanza. Anche le dimensioni e il peso erano criteri importanti poiché ciascun palco aveva determinati limiti di carico e il sistema veniva continamente trasferito tra le sedi.

“Volevo un sistema che potesse far fronte alle diverse dimensioni delle location e che avesse prestazioni LF sufficienti”, spiega Brice. “Abbiamo fornito le informazioni di ogni palco al team di L-Acoustics, che ha poi modellato il sistema utilizzando il software acustico Soundvision 3D. Hanno trovato la configurazione perfetta utilizzando gli altoparlanti A15. “

Brice ha lavorato a stretto contatto con il responsabile di L-Acoustics, Olivier Inizan e il suo team per implementare la perfetta combinazione tra una copertura uniforme e un audio di qualità in un sistema completamente scalabile.

La configurazione più grande comprende tre A15 sopra tre subwoofer KS21 per lato. Inoltre, due subwoofer KS28 per lato possono essere posizionati a terra a seconda dei requisiti. Due cabinet coassiali X12 sono invece impiegati per ritardare la copertura del terzo posteriore della stanza, insieme ai 5XT impiegati per il riempimento anteriore. I controller amplificati LA4X alimentano i singoli canali per consentire l’uso dell’algoritmo AutoFIR, mentre un processore P1 gestisce l’intero sistema a Milano/AVB e integra la piattaforma multimisura M1 per una calibrazione facile ed efficiente in tutti i tipi di implementazioni.

“Utilizziamo tre subwoofer KS21 per lato per gli spazi più grandi, o nessuno se la stanza non lo necessita”, afferma Brice. “Lo stesso vale per i sub KS28: a volte abbiamo bisogno di utilizzarli tutti e quattro, altre volte nessuno.”

L-Espace Cultural Buisson è sia un teatro che una sala concerti, con un’area sedute a scomparsa da 240 persone e una capienza totale di 450 persone. La sede ospita un gran numero di musicisti professionisti e non in tournée, artisti residenti e ospita il concerto annuale di Tremplin Musiques Actuelles, il che significa che è occupato per circa 50 date all’anno. “Siamo particolarmente attaccati a questo luogo. Quando organizziamo concerti lì, ci sentiamo come a casa ”, afferma Brice. Opportunamente, è stato una delle prime sale ad utilizzare il nuovo sistema.

Info: www.l-acoustics.com

Vai alla barra degli strumenti