Arriva il Caravan Verdiano: l’opera portata nelle piazze

E’ andato in scena domenica il primo appuntamento con Caravan Verdiano – La Traviata – lo spirito di Violetta,  in cui l’Opera varca gli spazi del Teatro e si fa itinerante, portando le sue storie e la sua musica a tu per tu con il pubblico. Il nuovo progetto del Festival Verdi, in collaborazione con Verdi Off, Caravan Verdiano inaugura con l’opera La traviata. Lo spirito di Violetta, nell’incanto di un piccolo teatro mobile costruito su un camion con sopra un vero e proprio container.
L’opera è raccontata da un attore e un’attrice della compagnia del Teatro del Cerchio e cantata dalle voci di tre solisti – soprano, tenore e baritono – accompagnate al pianoforte nelle piazze delle città del territorio.

“Caravan Verdiano nasce dall’idea di portare al pubblico lo spettacolo vista la difficoltà di mettersi in un luogo chiuso. Il teatro va fuori, va nelle piazze e partendo dall’idea dei Carri di Tespi, palchi mobili tipici dell’ottocento, abbiamo ideato questa traviata. Si tratta di uno spettacolo ibrido tra lirica e prosa, con un container che contiene tutti gli elementi della vita di Violetta, protagonista dell’opera, e che danno origine alla sua memoria” ha dichiarato il regista Manuel Renga.

Fornitore della struttura mobile il service Mixer di Walter Taietti, che ha progettato il teatro sulla base delle richieste di produzione. “Abbiamo realizzato un palco che esce dal container di 2 mt x 8 mt con 2 scale laterali importanti ed una scala di servizio per l’ingresso artisti. L’allestimento scenografico è stato curato dal teatro. Sul fondale è stata realizzata una parete di plexiglass trasparente con una tenda che si apre e chiude a seconda della scena mostrando personaggi e scenografia. Dietro il plexiglass abbiamo installato una serie barre LED per illuminare il fondale che in alcuni momenti, grazie alla macchina del fumo creano un effetto che rappresenta lo spirito di Violetta. Sul fronte palco si trovano alcuni effetti luce e un frontalino per gli attori.” dichiara Walter Taietti proprietario di Mixer Srl.

La base musicale dell’opera è suonata da un maestro ad un pianoforte mentre i cantanti sono microfonati con degli archetti Sennheiser. Il tutto viene diffuso da un sistema JBL VRX932 LA ARRAY SISTEM e EON10 collegati a due amplificatori CROWN I-T4000 e gestiti da un mixer YAMAHA DM1000.

Sul versante luci sono presenti una macchina del funo, due mezze palle a specchi motorizzate, sette Evoled ColourBar 416, 2 Fresnel LED da 200W Spotlight e due Robe Robin LED 100 Beam. L’alimentazione è generata da un gruppo elettrogeno in dotazione del carro.

Dopo l’esordio a Parma, in Piazzale Picelli il 12 e 13 Settembre, il Caravan Verdiano sarà presente il 19 e 20 settembre a Busseto, Piazza Verdi dalle 16.00 alle 18.00, sabato 26 settembre a Zibello, Piazza Guareschi e domenica 27 settembre a Parma, Piazzale Charles Spencer Chaplin.

Info: www.teatroregioparma.it

Vai alla barra degli strumenti