ISE 2021 Live & Online… L’esperienza di Barcellona

IntegrationMag ha seguito la prima parte dell’edizione Live&Online di ISE 2021, svoltasi nei giorni 1 e 2 giugno presso la Fira Barcellona. Il prossimo appuntamento si terrà a Londra il 23 e 24 giugno, e promette un ulteriore successo, che di fatto premia gli sforzi organizzativi in un momento così complesso per il mondo delle fiere. Solo allora si potrà tirare le somme di questo straordinario evento organizzato e fortemente voluto da Integrated System EuropeAVIXA e CEDIA. Il team di IntegrationMag ha assistito agli eventi digitali partecipato da remoto e, bisogna dirlo, ISE 2021 Live&Online ha decisamente vinto la battaglia contro il Covid!

Potete seguire tutto lo speciale qui.

E’ stato davvero piacevole partecipare tramite la piattaforma ISE Digital sorseggiando una bella tazza di caffè fumante direttamente da casa. Un’aperienza insolita ma estremamente utile. Il calendario degli interventi è stato fittissimo, sia per quanto riguarda i keynote sul Main Stage, sia per tutti gli interventi dei partner della fiera. Una quantità di appuntamenti impressionante che ci ha tenuti incollati allo schermo, al pari di quelle maratone Netflix che tanto ci sono state di conforto durante il primo lockdown di marzo 2020.

In generale, si è respirata una gran voglia di tornare a svolgere il proprio business dal vivo, come se fosse in atto una piccola rivoluzione contro l’immobilismo che questa pandemia ha scatenato nell’arco di più di un anno di inattività, soprattutto pensando al settore degli eventi live, sicuramente il più colpito. Nonostante l’entusiasmo, le paure, i distanziamenti e le mascherine, chi ha preso parte all’evento online avrà sicuramente notato la differenza rispetto alla formula tradizionale, ed infatti a noi è rimasto un po’ di amaro in bocca. Ma, romanticherie a parte, ISE 2021 è andata alla grande e questo articolo vuole illustravi gli interventi più significativi da parte del team organizzatore e dei vari partner coinvolti.

Dopo il consueto discorso di apertura tenuto da Mike Blackman, il Managing Director di Integrated Systems Events, all’apertura di ISE 2021 (che trovate qui), abbiamo apprezzato il keynote di apertura “Shaking out trends in next tech” in cui Callum Booth, di TNW, ha incontrato Ventura Barba, Executive Director and Partner di Advanced Music S.L. (Sónar).

L’incontro è cominciato con una forte affermazione da parte di Barba“Sembrava un film dell’horror ed invece siamo qui. Una presenza importante che raduna moltissime persone come tutti quegli eventi che di solito si svolgono a Barcellona, come il Sonar e il Sonar +D, due festival importantissimi per la comunità spagnola che si tengono proprio qui in Fira Barcelona Gran Via e che radunano artisti e curiosi da tutto il mondo. E’ organizzato come fosse una fiera vera e propria, con stand, installazioni, attività formative ed ispirazionali, oltre che un grandissimo numero di conferenze, che portano alla luce nuove tecniche e tecnologie incredibilmente innovative provenienti da tutto il mondo. Una sorta di “Woodstock” della technical generation. Stiamo cercando di proseguire con l’organizzazione di festival ed eventi simili, nonostante tutto, e non vediamo l’ora che sia nuovamente possibile farlo in tutta libertà!”

Il 2020 è stato particolarmente duro per l’associazione di Ventura Barba che ha visto Istanbul come ultima data del Sonar +D. Molti membri dello staff si sono ammalati subito dopo la data di febbraio e questo ha reso impossibile pensare di organizzare una nuova data durante l’estate, anche per via dell’andamento della pandemia nel resto del mondo. Si sono dovuti adattare, con tour digitali, imparando una lezione molto importante: il digitale ha potuto sostituire solo parzialmente quello che è un evento live. E’ mancato e il fatto di viversi di persona gli scambi umani, sociali e di business, che sono e resteranno sempre insostituibili.

AI e Virtual Reality sono le nuove tecnologie verso cui stanno tendendo le arti digitali, forse anche grazie all’immobilismo creatosi con la pandemia che ha visto tutte le persone impossibilitate a muoversi. Si è puntato molto quindi sul “viaggio” virtuale e quindi le tecnologie stanno facendo passi avanti da gigante. Ma quando si parla di eventi e di piattaforme di streaming online si torna facilmente al punto di rottura di cui si parlava qui sopra. Nulla potrà mai sostituire il viversi di persona l’evento e per quanto si possa cercare di illudersi con tutto ciò che di virtuale è possibile fare, gli eventi live sono e resteranno un’esperienza fisica, nel vero senso della parola. Grazie a questo i nostri sensi restano vivi e non atrofizzati dalla virtualità.

“Non potremo mai tornare indietro nel tempo al 2019 e a come venivano organizzare gli eventi prima” conclude Ventura “grazie ai nostri 27 anni di esperienza nel mondo degli eventi sappiamo perfettamente come affrontare il futuro, che sicuramente ingloberà la digitalizzazione. Quello che possiamo dire con esattezza è che non sarà possibile sostituire gli eventi live con quelli virtuali, bensì creare una forma che tenga in grande considerazione l’aspetto digitale e virtuale per aprire delle porte più grandi, in termini di partecipazione. Questo, come abbiamo visto in tutto il 2020, non era possibile prima. Quindi sicuramente abbiamo imparato moltissimo durante questa pandemia e andremo avanti in questa direzione, cercando sempre di ottenere il meglio per tutti. Al momento ci stiamo concentrando sul presente, anche perché ancora non sappiamo cosa faremo ad ottobre…”

Passiamo quindi alla fiera vera e propria, con una serie di highlights delle novità più importanti…

PANASONIC

Durante l’evento “4K Everywhere”, Panasonic ha presentato la nuova line-up di videoproiettori e display con cui l’azienda vanta una gamma di soluzioni visual 4K completa, sviluppata per soddisfare la crescente domanda di esperienze visive immersive in qualsiasi tipo di ambiente e settore.

Tra i prodotti, la nuova serie di videoproiettori laser da 1 chip DLPPT-RDQ10, creata appositamente per ambienti corporateentertainment e rental e composta da tre modelli variano dagli 8.000 ai 10.000 lumen, tutti integrabili con l’ottica zoom ultra-short-throw ET-DLE020 a zero offset, che consente la proiezione d’immagini di grandi dimensioni anche negli spazi più ristretti.

Altra novità è il proiettore PT-FRQ50 da 5.200 lumen, che combina la funzionalità Quad Pixel Drive all’esclusiva tecnologia di proiezione da 1 chip DLP con illuminazione laser SOLID SHINE. Il proiettore produce immagini in 4K (3840 x 2160) rivelandosi la soluzione ideale per applicazioni nei contesti corporate ed education, oltre che per l’utilizzo in performance artistiche e negli ambienti museali.

Panasonic ha inoltre lanciato l’ottica zoom short-throw ET-D3QW200 a zero offset compatibile con il proiettore da 3 chip DLP da 50.000 lumen PT-RQ50K, che permette installazioni molto ravvicinate allo schermo da proiezione evitando “fastidiose” ombre sullo stesso, e la serie di display professionali 4K SQE1 si arricchisce di modelli multi-touch premium con tecnologia touch InGlass o con tecnologia infrarossi: una sofisticata line-up di modelli LCD UHD 4K luminosi e dalla lunga durata, perfetti per l’utilizzo in sale riunioni con specifiche necessità.

Info: Panasonic – Exhibo

LOGITECH

Logitech ha scelto ISE per il lancio della nuova videocamera per lavagna bianca Scribe basata sull’intelligenza artificiale. Logitech Scribe e il futuro della collaborazione video sono stati tra gli eventi più seguiti presso lo stand Logitech a [email protected] Con l’obiettivo dichiarato di democratizzare le riunioni video e supportare un passaggio duraturo al lavoro da qualsiasi luogo, l’azienda si è focalizzata nella realizzazione di un supporto che consenta di connettersi faccia a faccia, ovunque si trovino, senza compromettere la qualità, la produttività o la creatività.

Logitech Scribe, è una videocamera per lavagna basata sull’intelligenza artificiale compatibile con i principali servizi come Microsoft Teams e Zoom. Risulta lo strumento ideale per sale riunioni e aule didattiche, ed è in grado di trasmettere i contenuti della lavagna impiegata per i meeting con estrema chiarezza, trasportando virtualmente tutti nella stessa stanza. Operazioni come brainstorming, insegnamento e riunioni di gruppo sono ugualmente accessibili e produttivi per tutti i partecipanti, grazie soprattutto al suo design semplice da usare.

I partecipanti possono condividere il contenuto della lavagna nelle riunioni video semplicemente premendo l’apposito pulsante presente sull’interfaccia Scribe o toccando il controller touch della sala riunioni. Il pulsante wireless funziona con Zoom Teams, e sarà disponibile entro la fine dell’anno. Scribe funziona anche come videocamera USB per qualsiasi applicazione di videoconferenza.

Info: Logitech

GENELEC

Genelec lancia ad ISE Digital la serie Smart IP, in grado di fornire alimentazione, segnale audio e gestione degli altoparlanti tramite un singolo cavo Cat standard.

Basata sulla tecnologia IP e Power over Ethernet (PoE), la piattaforma tecnologica Genelec Smart IP include un alimentatore interno proprietario che offre un SPL estremamente elevato rispetto a quanto precedentemente possibile tramite qualsiasi PoE convenzionale. L’integrazione, la flessibilità del sistema, la gestione e il monitoraggio risultano semplici ed immediati grazie al software di gestione proprietario.

La piattaforma smart IP è compatibile con i più diffusi protocolli di rete audio-over-IP sia in termini di flessibilità, che di scalabilità. Presente inoltre un ingresso analogico standard, che aumenta le possibilità di utilizzo del sistema. Genelec ha anche annunciato una collaborazione che di fatto integra i sistemi Smart IP con Control4 e altri futuri partner.

Info: Genelec – Prase

CANON

Canon presenta la nuova generazione di telecamere IP PTZ 4K, in mostra anche presso lo stand Canon Europe a [email protected]

La serie comprende il modello Canon CR-N300, ideale per molte applicazioni come broadcast, didattica, iniziative corporate, luoghi di culto e molto altro e capace di offrire uno zoom ottico 20x, messa a fuoco automatica ibrida e numerosi protocolli di controllo e streaming IP. Il modello CR-N500, vanta invece un sensore UHD 4K da 1″ e AF CMOS a doppio pixel, oltre a zoom ottico 15x e stabilizzazione dell’immagine.

Presenti inoltre molte altre soluzioni di imaging, parte dell’ecosistema Canon, formato da prodotti di imaging e che comprende tutte le sue soluzioni video come telecamere PTZ, videocamere professionali e telecamere cinematografiche.

Info: Canon

VIVITEK

Vivitek migliora il noto Novo Ecosystem con un NovoDisplay completamente aggiornato. Progettato per combinare la collaborazione wireless e le funzionalità di digital signage per dispositivi di visualizzazione di grande formato, Novo Ecosystem è una linea di prodotti completa di display, proiettori e dispositivi all-in-one che possono essere adattati ai display esistenti.

Novità della serie è NovoDisplay, un display 4K all-in-one che è stato ulteriormente ottimizzato in termini di esperienza utente, utilizzo in ambito videoconferenza e per il digital signage. Si tratta di display ideali per sale conferenze e aule formative, disponibili in quattro dimensioni: 43 pollici, 55 pollici, 65 pollici e 75 pollici.

Il formato da 55 pollici può essere impiegato sia in modalità orizzontale che verticale ed è progettato per il funzionamento con rapporto 18/7. Un ulteriore livello di flessibilità è dato dal software integrato NovoDS, che semplifica la gestione dei contenuti. Tramite NovoDS Studio, le playlist possono essere create tramite una funzione di trascinamento della selezione e completate con immagini, video, feed RSS e molto altro.

Vivitek ha anche realizzato un particolare widget utile alle applicazione di digital signage per il conteggio delle persone. In combinazione con la telecamera di conteggio Vivotek, risulta semplice controllare gli ingressi per non superare il numero massimo consentito di persone all’interno di uno spazio. L’applicazione condivide le informazioni della fotocamera con il display del digital signage, riducendo il rischio di sovraffollamento. Altra novità è il pulsante “Web Conferencing” nella schermata principale, che porta gli utenti direttamente all’elenco delle app preinstallate, come MS Teams, Zoom o Google Meet.

Info: Vivitek – Satnet

LUMOTUBO

Girando virtualmente tra i padiglioni della fiera, abbiamo apprezzato i particolari tubi luminosi a LED sagomati e dinamici del produttore polacco LumoTubo. Le sorgenti luminose possono essere modellate in onde, linee e disegni geometrici, pur mantenendo una struttura rigida e un flusso luminoso continuo, con possibilità di controllo del singolo pixel.

In un recente progetto, il dipartimento di ricerca e sviluppo di LumoTubo ha creato una sfera LED digitale completamemte mappabile sulla quale è possible realizzare ogni tipologia di effetto.

Info: Lumotubo

SHURE

Shure presenta a ISE alcune importanti novità relative al mondo AV e legate alle serie Stem Ecosystem e Microflex Ecosystem. A seguito dell’acquisizione di Stem Audio alla fine del 2020, Shure sta ridefinendo il proprio portfolio di soluzioni per conferenze, rafforzando l’offerta Microflex Ecosystem e aggiungendo alcune novità alla gamma Stem Ecosystem. Due soluzioni che offrono un sistema audio completo per un’esperienza best-in-class.

I prodotti Stem sono stati progettati per chiunque in qualsiasi stanza, con una gestione estremamente semplificata delle sale riunioni, con una serie di dispositivi supportati da una solida piattaforma ricca di strumenti. I prodotti Microflex Ecosystem aumentano di fatto prestazioni, precisione e gestione in ogni tipo di ambiente, con una linea che offre un portafoglio di prodotti over-IP per un audio di alta qualità scalabile e personalizzabile. L’ecosistema può essere personalizzato per soddisfare esigenze di copertura, connessione e controllo precisi anche negli spazi più complessi.

Info: Shure – Prase

La Redazione

Vai alla barra degli strumenti