Void scelto per l’Hostaria in Certosa di Alajmo

I fratelli Alajmo sono noti per la loro attività di successo tra Padova, Venezia, Milano, Parigi e Marrakech, con un laboratorio di pasticceria, una linea di prodotti gastronomici, una di design Alajmo.Design ed una società di eventi. Nei loro prestigiosi locali ogni aspetto deve essere curato nei minimi dettagli e anche in fatto di suono non si è voluto scendere a compromessi.

Per l’Hostaria in Certosa, un bellissimo locale che sorge proprio nell’omonima isola nei pressi della Laguna di Venezia, il committente ha espressamente richiesto che venisse installato un sistema Void Acoustics, un impianto che aveva già avuto modo di ascoltare ed apprezzare in un’altro evento a cui aveva partecipato.

“Sono stato contattato direttamente dai proprietari che mi hanno chiesto chiaramente che volevano un sistema audio di alta qualità e con una diffusione uniforme in tutta la struttura, sia nella parte interna, usata per lo più in inverno e nelle giornate piovose, sia nella terrazza esterna galleggiante, che in Veneziano viene chiamata “pontone”, ci racconta l’installatore Luca Bortolon di Djs Rental Srls.

In una cornice così esclusiva l’installazione audio è parte integrante del progetto architettonico e per i diffusori – in grado di ricreare una pressione all’occorrenza importante – è stata scelta una bellissima finitura bianca, così da fondersi perfettamente con il concept raffinato della location. “Nella terrazza galleggiante abbiamo optato per due Air Motion V2 bianche e due Stasys X V2 sempre bianchi, che servono il “main stage” dove vanno in scena i Dj Set, mentre per la parte restante della terrazza, che necessita di un suono più diffuso, sei Cyclone 10 abbinati a 4 Cyclone Sub Bass” racconta Luca.

“Per la terrazza fissa, davanti al ristorante, abbiamo scelto 2 Cyclone 10 e un Cyclone Bass più una Indigo posta proprio sopra al bar per servire questa zona specifica, mentre la sala ristorante interna prevede ancora 4 Indigo e 2 Cyclone Bass. I finali sono in totale quattro Void 5 e la comunicazione delle macchine è tutta in DANTE su rete condivisa online, in modo che qualora sorga un problema io posso vedere da remoto l’eventuale malfunzionamento e risolverlo” conclude Luca.

Anche la gestione dei segnali meritava un’attenzione particolare dato che le sorgenti provenivano da diverse fonti, sia in loco sia da remoto. Una caratteristica interessante infatti è relativa alle playlist – che vengono create da Cristiano Spiller – e mandate in streaming al locale. Oltre a queste viene utilizzata una radio interna “Radio Alajmo” e all’occorrenza un segnale live prelevato direttamente dalla console del Dj. “Per gestire tutta la matrice di segnale ho scelto QR1 della Xilica che il personale del ristorante può controllare tramite una semplice App – sempre fornita da me – ed installata su un tablet a loro disposizione” aggiunge Luca.

“I fratelli Alajmo sono molto appassionati di musica e le loro precise richieste sono state soddisfatte in pieno dal sistema Void. L’impianto esprime un suono di altissima qualità non solo con musica di sottofondo o con Dj set, ma anche in quelle serate in cui è andata in scena musica dal vivo” conclude Luca Bortolon.

Anche in questo caso Void Acoustics non solo ha garantito un suono eccelso, ma grazie al suo design elegante ha aggiunto un tocco in più ad una location molto esclusiva. E’ finito il tempo delle “cassone” audio nere appese con le catene e grazie alla varietà di finiture e modelli del catalogo Void Acoustics sicuramente anche voi potrete trovare il prodotto giusto.

Info: frenexport.it

Leggi altre notizie con:
Vai alla barra degli strumenti